Comune di Ferrara

venerdì, 01 luglio 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Sei Comuni, da nord a sud, a ‘scuola' di eventi a Ferrara. Scambio buone prassi tra amministratori. Focus sui progetti ambientali: punto di riferimento le iniziative green dei festival

Sei Comuni, da nord a sud, a ‘scuola' di eventi a Ferrara. Scambio buone prassi tra amministratori. Focus sui progetti ambientali: punto di riferimento le iniziative green dei festival

18-02-2022 / Punti di vista

SEI COMUNI, DA NORD A SUD, A ‘SCUOLA' DI EVENTI A FERRARA. SCAMBIO BUONE PRASSI TRA AMMINISTRATORI. FOCUS SUI PROGETTI AMBIENTALI: PUNTO DI RIFERIMENTO LE INIZIATIVE GREEN DEI FESTIVAL

Ferrara,18 feb - Il ‘contenitore' degli eventi cittadini di Ferrara diventa materia di approfondimento per sei Comuni, da nord a sud. È di questi giorni, infatti, la visita in città di rappresentanti delle Amministrazioni di Avellino, Corigliano-Rossano, Cuneo, Rovereto, Sestri Levante, Siena, nell'ambito del progetto europeo Urbact, per lo scambio e l'apprendimento delle buone prassi tra territori. Ferrara in questi giorni si è presentata e ha scelto - su input dell'assessore Alessandro Balboni - di coinvolgere gli organizzatori dei principali appuntamenti annuali cittadini. A raccontare l'offerta ferrarese per pubblico e turisti erano presenti organizzatori e rappresentanti di: Internazionale, Riaperture, Ferrara Buskers Festival, Ferrara sotto le stelle, Ferrara Off teatro, Interno Verde, Arci Ferrara. "Una rete aperta e che intende allargarsi sempre di più", ha sottolineato l'assessore Balboni, indicando gli obiettivi del progetto: "Mettere in comune conoscenze e competenze settoriali, costruire un piano di trasferimento e implementazione delle buone pratiche , anche internazionali, già raccolte da Mantova (capofila dei Comuni aderenti) e cogliere le opportunità offerte dal Laboratorio Aperto di Ferrara - che si inserisce nel network regionale dei Laboratori Aperti -, uno spazio in cui i temi della mobilità sostenibile e del turismo culturale si intrecciano con l'innovazione tecnologica e la partecipazione". Proprio oggi infatti i rappresentanti municipali sono stati all'ex Teatro Verdi e hanno visitato, tra gli altri, gli spazi di FerrAria, il centro per il monitoraggio della qualità dell'aria inaugurato a novembre e aperto ai cittadini. "Il vertice tra i Comuni e gli stakeholder locali è stato proficuo - spiega l'assessore -: i colleghi degli altri territori hanno conosciuto la ricchezza dei progetti culturali di Ferrara, con grande curiosità, interesse e desiderio di trarre spunto dalle nostre buone prassi. A nostra volta, come prevede Urbact, siamo pronti a fare nostri i buoni spunti e stimoli che arriveranno dalle altre città". Al centro di un particolare approfondimento ci sono state le tematiche ambientali. Gli organizzatori di festival ed eventi hanno presentato le iniziative messe in campo per sensibilizzare il pubblico su questi argomenti. Così, ad esempio, Riccardo Gemmo di Interno Verde (il festival diffuso che ogni anno, per un weekend, apre al pubblico i più suggestivi e curiosi giardini privati dei centri storici) ha illustrato la mappa dei giardini aperti con l'indicazione della quantità di CO2 che ogni singola area verde è in grado di assorbire, ha descritto l'utilizzo per le stampe del font open source ApfelBrukt che permette di consumare il 18% di inchiostro in meno, e ha mostrato la realizzazione dei braccialetti in pet riciclato. Rebecca Bottoni del Ferrara Buskers Festival ha invece raccontato il progetto BGreen e il percorso di 11 anni di progetti ambientali, che hanno portato la storica manifestazione ad essere certificata ISO 20121. L'evento si è particolarmente contraddistinto per le pulizie delle aree concerti, il bassissimo impatto acustico, il progetto carta zero e per iniziative come la messa a disposizione dell'acqua gratuita tramite la sorgente urbana (in collaborazione con Hera). L'esito di questo tour territoriale si concretizzerà sia in una roadmap che - secondo le indicazioni giunte da Urbact - sosterrà il percorso verso la creazione di un 'marchio' cittadino, nel quale presentare un'immagine unitaria e coordinata della città e della sua offerta turistica, sia in un'app che - a livello internazionale - consentirà a tutti i Comuni partecipanti di rimanere in contatto, di scambiarsi esperienze e di mettere in rete le iniziative più interessanti ed ‘esportabili'.

Immagini scaricabili: