Comune di Ferrara

venerdì, 01 luglio 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Partnership pubblico-privata per il restauro della facciata di palazzo Borsari. Il Comune investe 30mila euro. Lavori al via questa settimana

Partnership pubblico-privata per il restauro della facciata di palazzo Borsari. Il Comune investe 30mila euro. Lavori al via questa settimana

18-04-2022 / Punti di vista

(Ferrara Rinasce)

PARTNERSHIP PUBBLICO-PRIVATO PER IL RESTAURO DELLA FACCIATA DI PALAZZO BORSARI. IL COMUNE INVESTE 30MILA EURO. LAVORI AL VIA QUESTA SETTIMANA

Ferrara, 18 apr - Una partnership pubblico-privato per il recupero della facciata di palazzo Borsari, in corso Giovecca. E' la strategia messa in campo dall'Amministrazione, d'intesa con gli abitanti, per ridare lucentezza e piena bellezza alla storica residenza, adiacente al Teatro comunale di Ferrara, nato nell'area delle antiche poste dei cavalli di epoca estense, oggi a proprietà mista pubblico-privato. I lavori inizieranno questa settimana, sono stati appaltati alla ditta Pasquali Srl, per un importo, a carico del Comune, di circa 30mila euro (più Iva). L'intesa consentirà di realizzare un lavoro unitario sull'intero immobile, in parte - per i civici 40/B, 40/C, 40/D - di proprietà dei privati e in parte - per quanto riguarda i civici 40/A, 40, 38, 36 e 34 - del Comune. Gli abitanti potranno avvalersi dei benefici fiscali previsti dalla normativa per il recupero delle facciate storiche nei centri cittadini. "In accordo con la Soprintendenza procederemo così a un restauro complessivo e omogeneo", spiega l'assessore Andrea Maggi. "Sarà così realizzato un lavoro unitario sullo stesso immobile, con un unico obiettivo, ridare splendore al palazzo. Da queste premesse è partito il percorso che ci ha condotti all'esecuzione dei lavori. In questo modo - sottolinea inoltre Maggi - si valorizzerà ulteriormente la prospettiva del Teatro Comunale, restituendo all'intero complesso il suo antico fascino". L'architetto Rossella Bizzi è direttore lavori e l'ingegnere Paolo Rebecchi il responsabile unico del procedimento (RUP). L'architetto Barbara Guerzoni è la progettista incaricata dai privati e il coordinatore della sicurezza dell'intero intervento. Intervento che durerà circa due mesi. Palazzo Borsari è carico di storia. In epoca estense sul luogo erano presenti le poste dei cavalli e le munizioni dei carri, nel ‘600 la proprietà passò alla Camera Apostolica. Nello stradello posteriore, detto vicolo Muzzarelli, si trovavano alcune stalle. Con la costruzione del teatro, a fine 1700, il palazzo - prima di proprietà della famiglia Coia Girolamo, e successivamente venduto al capitano Giuseppe Borsari - fu in parte destinato al prolungamento della scena, su consiglio dello stesso progettista del teatro, Cosimo Morelli. A metà ‘800 casa Borsari viene ristrutturata per realizzare appartamenti da affittare agli artisti e ai commissari austriaci, con camerini e parte del piano terra a uso magazzino e negozi. A inizio ‘900, a seguito di un incendio viene eseguito l'attuale prospetto che si affaccia in parte su corso Giovecca, in stile rinascimentale con otto ingressi vetrine ad arco ribassato, otto finestre per piano, un balconcino al primo piano, e un ingresso carraio alla corte interna.

Immagini scaricabili: