Comune di Ferrara

domenica, 03 luglio 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > ASPETTANDO SPRINGSTEEN, L'ASSESSORE GULINELLI SUONA CON JOHN STRADA, L'ARTISTA CHE HA DIVISO IL PALCO COL BOSS

ASPETTANDO SPRINGSTEEN, L'ASSESSORE GULINELLI SUONA CON JOHN STRADA, L'ARTISTA CHE HA DIVISO IL PALCO COL BOSS

04-06-2022 / Punti di vista

ASPETTANDO SPRINGSTEEN, L'ASSESSORE GULINELLI SUONA CON JOHN STRADA, L'ARTISTA CHE HA DIVISO IL PALCO COL BOSS: "PRONTO A COLLABORARE AL CALENDARIO DI EVENTI IN VISTA DELLA DATA AL PARCO URBANO"

 

Ferrara, 4 giu - Ha diviso il palco con Bruce Springsteen negli Stati Uniti, e ora è pronto a dare il proprio contributo di artista per il calendario di eventi che l'Amministrazione intende elaborare in vista della data a Ferrara del Boss, il 18 maggio 2023, al Parco Urbano. E per celebrare l'evento John Strada, nome d'arte di Gianni Govoni, storico rocker di XII Morelli, ieri ha suonato un brano di Springsteen accompagnato alla voce e alla chitarra dall'assessore Marco Gulinelli. "Glory Days", il pezzo che i due hanno proposto al pubblico, composto da alcune centinaia di persone, del Cotecon Beer Fest di Alberone di Cento.

Qui link al video della serata: https://m.facebook.com/groups/ferrararinasce/permalink/3353095581628544/

Gulinelli era presente col sindaco Alan Fabbri che nei giorni scorsi aveva lanciato l'iniziativa di un calendario di eventi da realizzare "aspettando Bruce Springsteen": "John Strada, con la sua carriera, la sua passione e la sua esperienza,  sarà un punto di riferimento territoriale importantissimo. Lo ringrazio per la sua disponibilità e per il suo travolgente entusiasmo", ha detto il primo cittadino. 

"Per me è un'emozione grandissima - ha detto l'artista -. Sapere che nel 2023 Springsteen sarà nella nostra Ferrara è incredibile", ha sottolineato Strada ricordando il suo incontro col Boss, in quel 16 gennaio 2015, al "Light of day", il festival musicale a scopo benefico che si svolge al mitico locale Stone Pony, di Asbury Park di New York. In quella data Springsteen, atteso ma fino all'ultimo non confermato, si presentò sul palco, acclamatissimo dai fan.  "Per me è come un cerchio che si chiude. Il mio amore  per Bruce Springsteen è nato da bambino, sono stato 'folgorato' da un attacco di batteria di Hungry Heart, in un attimo mi sono sentito dentro un sogno che non avevo ancora ma che presto ho vissuto. Quello è stato il mio 'motore': da quel momento ho voluto suonare, intraprendere un percorso musicale, imparare l'inglese. Oggi sono musicista, cantautore e docente di inglese. E lo devo a Bruce, al suo carisma, alla sua energia, che ho vissuto in quell'incontro negli States. Sapere che sarà a Ferrara è stato come rivivere quella felicità che provavo da bambino. È straordinario'. Portare un artista come Springsteen a Ferrara è il frutto di un lavoro enorme: solo passione e capacità possono far accadere cose come questa". Oggi Strada ha già diverse idee per il calendario ferrarese "Waiting for The Boss": "Nel 2012, ricorda, l'Hard Rock Cafe di Firenze organizzò diversi eventi, anche con mostre, in vista dell'arrivo di Bruce. Svilupparono un bel calendario di iniziative ma a Ferrara ci sono le potenzialità per fare ancora meglio, per un ampio coinvolgimento dei territori, per una celebrazione collettiva dell'appuntamento e del genio immortale del Boss. Sarò felicissimo di esserci, di fare la mia parte e di dare il mio contributo". 

Ferrara Rinasce

Immagini scaricabili: