Comune di Ferrara

mercoledì, 10 agosto 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > PETROLCHIMICO FERRARA, PICHETTO AGGIORNA IL SINDACO SULLA SITUAZIONE: "PRONTI A FARCI GARANTI DELLE FORNITURE MA SERVE ACCORDO ECONOMICO. PER FERRARA AL LAVORO SUL FUTURO SVILUPPO INDUSTRIALE"

PETROLCHIMICO FERRARA, PICHETTO AGGIORNA IL SINDACO SULLA SITUAZIONE: "PRONTI A FARCI GARANTI DELLE FORNITURE MA SERVE ACCORDO ECONOMICO. PER FERRARA AL LAVORO SUL FUTURO SVILUPPO INDUSTRIALE"

28-06-2022 / Punti di vista

PETROLCHIMICO FERRARA, PICHETTO AGGIORNA IL SINDACO SULLA SITUAZIONE: "PRONTI A FARCI GARANTI DELLE FORNITURE MA SERVE ACCORDO ECONOMICO. PER FERRARA AL LAVORO SUL FUTURO SVILUPPO INDUSTRIALE"
IL SINDACO FABBRI: "GRAZIE AL VICEMINISTRO PER IL GRANDE IMPEGNO. ANCHE IL COMUNE GIA' ATTIVO SU PROGETTI CONDIVISI"

"Per contribuire alla soluzione della difficile situazione il Ministero è pronto a farsi garante per le forniture che servono a mantenere in attività il Petrolchimico di Ferrara, ma a monte è necessario che Versalis e Basell trovino un accordo che garantisca una tenuta a lungo termine del nuovo sistema di approvvigionamento delle materie prime, in termini economici". Così il viceministro del Mise, Gilberto Pichetto Fratin, ha riassunto ieri, in un incontro di aggiornamento con il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, l'assessore al Bilancio Matteo Fornasini e il Capo di Gabinetto, Alessia Pedrielli, la situazione relativa al Petrochimico di Ferrara, dopo lo stop al cracking di Porto Marghera.

Il vice ministro Pichetto che si sta occupando, in prima persona, di seguire la complessa vicenda nata dalla chiusura del cracking, in videocall ha spiegato ai presenti i prossimi passi.
"Stiamo lavorando con il massimo impegno per creare le condizioni più favorevoli all'accordo e dunque alla tenuta e al futuro sviluppo del comparto, coinvolgendo tutti gli attori in campo attraverso il Tavolo della Chimica che si è riunito anche lo scorso 22 giugno - ha spiegato Pichetto -. Questo passaggio, così delicato, è propedeutico alla valorizzazione dello sviluppo industriale del Petrolchimico ferrarese, al quale prestiamo e presteremo la massima attenzione e sul quale ci impegneremo attivamente, insieme alle Regioni e agli enti locali, per garantire non solo la tenuta occupazionale e produttiva, ma anche nuove prospettive di sviluppo all'altezza delle sfide del futuro".

Il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, ha ribadito: "Grazie al viceministro per l'attenzione prestata al territorio ferrarese e al Governo per l'impegno sulla tenuta e sugli sviluppi futuri della Chimica che per il nostro territorio, provinciale, ma anche regionale, hanno un grande valore economico ed industriale. Non va dimenticato che dalla produzione di plastica ferrarese dipendono altri comparti regionali di spicco come il Biomedicale e l'Automotive. Per questo l'amministrazione presta la massima attenzione al tema ed è in costante interlocuzione con le società coinsediate e con gli altri enti locali per guardare al futuro con obiettivi e progetti condivisi".

Massima attenzione al tema, infatti, anche da parte del Comune di Ferrara che, contemporaneamente, sta portando avanti il Tavolo tecnico con le società coinsediate per l'individuazione di progettualità condivise per l'efficientamento energetico del Polo e la sua capacità di resilienza ai cambiamenti climatici. Entro la fine di giugno la raccolta delle progettualità sarà completata e il Comune di Ferrara, come capofila, insieme a Provincia di Ferrara, Università e Regione Emilia Romagna arriverà alla sottoscrizione di un documento unitario per dare gambe ai progetti che guardano alla transizione ecologica del sito, a supporto del Piano di sviluppo industriale che costruirà il futuro del Polo industriale e Tecnologico di Ferrara.

Comunicazione Sindaco