Comune di Ferrara

mercoledì, 10 agosto 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Badi Assaf, dalla Scuola di Musica Moderna di Ferrara all'esperienza con Little Steven, storico chitarrista di Bruce Springsteen

Badi Assaf, dalla Scuola di Musica Moderna di Ferrara all'esperienza con Little Steven, storico chitarrista di Bruce Springsteen

04-07-2022 / Punti di vista

BADI ASSAF, DALLA SCUOLA DI MUSICA DI FERRARA ALL'ESPERIENZA A FIANCO DI LITTLE STEVEN, IL CHITARRISTA DI BRUCE SPRINGSTEEN, "QUASI NON CI CREDEVO". IL MAESTRO FORMIGNANI: "GRANDE EMOZIONE". I COMPLIMENTI DELL'ASSESSORE GULINELLI: "SARÀ AMBASCIATORE DELLA CITTÀ PRIMA DEL CONCERTO DEL 18 MAGGIO 2023"
Ferrara, 4 luglio 2022 - Selezionato, tra soli tre in Italia, per suonare con Steven Van Zandt, conosciuto come Little Steven, grande amico e storico chitarrista di Bruce Springsteen nella E Street Band. Lui è Badi Assaf, è ferrarese, ha 24 anni, è un giovane talento blues ‘forgiato' alla Scuola di Musica Moderna di Roberto Formignani. E proprio Formignani è stato anche suo docente, per cinque anni, di cui uno di borsa di studio, per meriti musicali. Assaf - scelto da Italian Blues Union in collaborazione con European Blues Union - parteciperà, dal 4 al 7 agosto, al festival blues di Notodden (Norvegia) a fianco di Little Steven, che terrà una propria, ristretta, masterclass con i più talentuosi giovani a livello internazionale, tra cui lo stesso Assaf. L'evento è tra i più importanti in Europa, per gli appassionati del settore, ed è il più famoso della Scandinavia.

"Quando mi hanno dato la notizia quasi non ci credevo - commenta il giovane musicista, che di professione è grafico e nel tempo libero suona in un suo gruppo, gli Antimonio -. Questa è per me un'occasione straordinaria per conoscere un grande, un'opportunità, immensa, di crescita, personale e musicale. Ho sentito, forte, l'affetto di tanti: di Roberto - il mio maestro, a cui devo la passione per il blues, la conoscenza delle tecniche, degli artisti - dei miei familiari, degli amici. Che cosa mi aspetto? Di imparare tanto, di allargare il mio bagaglio culturale e di esperienza. E di divertirmi. La musica è stata da sempre la mia compagna di vita, lo è stata quasi involontariamente, per una sorta di istinto primitivo che mi ci ha avvicinato. Non la definirei solo una passione, è molto, molto di più. Il mio sogno nel cassetto? Mi piacerebbe che la musica fosse sempre più parte della mia vita, anche lavorativa".

"È una soddisfazione e un orgoglio grande", rivela Formignani, "lo è per tutta la nostra Scuola di Musica Moderna, che si conferma fucina di grandi talenti che, negli anni si sono formati a fianco dei nostri maestri, nelle nostre aule di palazzo Savonuzzi e, prima, al Centro Diamante". "È una grande emozione vedere Badi sul palco, virtuoso, appassionato, con una grande ‘mano' blues e con la sua Fender Stratocaster modello Eric Johnson, che gli consigliai di acquistare. Badi è ‘dentro il genere', è una fabbrica di progetti e iniziative. È umile, virtù che giudico importantissima. Quando Italian Blues Union (in collaborazione con il circuito europeo) ci ha chiesto di indicare un nominativo, non ho esitato e ho fatto il suo nome, gli ho chiesto di realizzare un video, è bastata una chitarra, una sedia, in un contesto molto casalingo e informale. La sua musica ha fatto la differenza e ha convinto tutti. Sono felicissimo per lui, la sua soddisfazione è la nostra soddisfazione".

Ad Assaf arrivano anche le congratulazioni dell'assessore Marco Gulinelli: "Little Steven sta alla E Street Band come Keith Richards sta ai Rolling Stones e a Mick Jagger, con la differenza che Little Steven è anche produttore (di se stesso e di una band iconica come i Disciples of soul ), attivista politico, attore - dice -. Insomma: un grande artista poliedrico da cui Badi - con altri due selezionati in Italia - potrà trarre diretta ispirazione e insegnamento. E questo dimostra una volta in più, se ce ne fosse bisogno, la qualità della nostra Scuola di Musica Moderna. Complimenti a questo giovane chitarrista - che in Norvegia sarà il primo 'ambasciatore' ferrarese che incontrerà Little Steven in attesa del concerto del 18 maggio 2023 al Parco Urbano - e al suo insegnante Roberto Formignani . Una storia semplice ma proprio per questo fantastica".

Accanto a quella di Badi Assaf ci sono molte altre storie di successo che emergono dalla Scuola di Musica Moderna di Ferrara. Qui negli anni si sono formati diversi giovani talenti, fra i quali:
Enrico Testi, Giulio Testi, Thomas Cheval, Silvia Zaniboni, Irene Beltrami, Matteo Tosi, Lorenzo Borgatti (Lorenzo De Blanck), Daniele Santimone, Alfonso Santimone, Luigi Sidero, Federico Rubin, Francesco Rubin, Francesca Marchi, Deborah Bontempi, Erika Corradi, Alice Guerzoni, Silvia Cariani, Fabrizio Perdomi, Iarin Munari, Stefano Guarisco, Ambra Bianchi, Eugenio Cabitta, Stefania Bindini, Gianluca Virdis, Lucilla Mariotti, Lavinia Soncini, Sara Ardizzoni, Federico Perinelli, Luca Chiari, Filippo Guidoboni, Mirko Guerra, Alessio Merighi, Giacomo Bulgarelli, Luca Bonora.
(Ferrara Rinasce)

Nella foto - scaricabile in fondo alla pagina - Roberto Formignani con Badi Assaf

Immagini scaricabili:

Formignani con Badi Assaf