Comune di Ferrara

sabato, 20 agosto 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Restauro Prospettiva di corso Giovecca, da lunedì chiude il varco. Viabilità alternativa con apertura di via Caneva

Restauro Prospettiva di corso Giovecca, da lunedì chiude il varco. Viabilità alternativa con apertura di via Caneva

30-07-2022 / Punti di vista

RESTAURO PROSPETTIVA DI CORSO GIOVECCA, DA LUNEDì CHIUDE IL VARCO. VIABILITÀ ALTERNATIVA CON APERTURA DI VIA CANEVA

Ferrara, 30 lug - Lunedì 1 agosto entrerà nella seconda fase l'intervento per il restauro della prospettiva di corso Giovecca, finanziato dall'Amministrazione con circa 85mila euro e avviato a partire da fine giugno. Per consentire l'intervento nella porzione centrale della struttura - proprio da lunedì - si renderà necessaria la chiusura al traffico. "Chiusura - spiega l'assessore Andrea Maggi - che abbiamo programmato nel mese di agosto, ritenuto il momento più consono, vista la diminuzione dell'impatto del traffico in questo periodo estivo. L'intervento ha tempi stimabili in circa un mese e comunque si garantisce che il varco sarà riaperto prima dell'inizio della scuola". Da lunedì quindi non sarà possibile transitare sotto la prospettiva, in entrambe le direzioni di marcia, e i veicoli provenienti dal centro città saranno deviati sul percorso via Carlo Caneva - via Cisterna del Follo, verso viale Alfonso I d'Este.
Per l'accesso a corso Giovecca da parte dei veicoli diretti verso il centro città è invece consigliato l'utilizzo di via Rampari di San Rocco in direzione Fossato di Mortara - via Mortara.
In via Caneva sarà modificata la viabilità attualmente in vigore con l'istituzione del senso unico di marcia da corso della Giovecca verso via Cisterna del Follo, in tutto il tratto (vedi foto).
Le modifiche alla viabilità sono indicate da segnaletica di preavviso e deviazione, in prossimità dei tratti interessati. Procedono così i lavori alla prospettiva, che prevedono: la rimozione delle erbe infestanti, la posa di biocidi compatibili con l'ambiente, l'eliminazione della vegetazione che si è innestata nelle fessure, l'idropulizia, la riparazione delle lesioni che compaiono sulle facciate con la tecnica, cosiddetta, dello scuci - cuci (sostituzione delle parti degradate), le integrazioni delle porzioni mancanti in muratura o materiale lapideo, la rifinitura delle connessioni tra i mattoni, anche con armatura, l'utilizzo di tecniche che faranno trasparire il colore originario e, per quanto attiene alla parte strutturale, la verifica, il controllo e la pulizia dei dispositivi isolatori sismici. A realizzare l'intervento è la Geo Costruzioni di Tresignana, responsabile dei lavori è l'ingegner Paolo Rebecchi, progettista e direttore dei lavori l'architetto Rossella Bizzi.

 

(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili: