Comune di Ferrara

mercoledì, 07 dicembre 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > FERRARA RINASCE - FERRARA-USA, DELEGAZIONE DI TOLEDO (OHIO) IN CITTÀ DOPO GEMELLAGGIO E VISITA ISTITUZIONALE:

FERRARA RINASCE - FERRARA-USA, DELEGAZIONE DI TOLEDO (OHIO) IN CITTÀ DOPO GEMELLAGGIO E VISITA ISTITUZIONALE:

10-10-2022 / Punti di vista

 "STATI UNITI NOSTRO PRIMO PARTNER EXTRA UE. BILANCIA COMMERCIALE POSITIVA, TANTE OPPORTUNITÀ CONCRETE"

Ferrara, 10 ott - Gli Stati Uniti sono per Ferrara il quarto Paese per esportazioni, il primo extra-UE, e sono al 14esimo posto tra le nazioni da cui importiamo merci e beni. La bilancia commerciale è fortemente positiva, cioè esportiamo più di quanto importiamo.

Lo ha sottolineato - stamattina al Laboratorio Aperto ex Teatro Verdi - il commissario straordinario della Camera di Commercio Paolo Govoni, nel giorno della visita in città degli imprenditori di Toledo (Ohio), con cui Ferrara è da poco gemellata. La visita della delegazione statunitense fa seguito al viaggio del sindaco Alan Fabbri proprio nella città americana, e risponde a un invito che lo stesso primo cittadino ha avanzato alle rappresentanze dell'imprenditoria di Toledo.

Motore della partnership tra le due città - nata in ambito sportivo e presto estesa anche ai settori dell'economia e della cultura - è stato Raffaello Pellegrini, imprenditore e dirigente della squadra ferrarese di football americano delle Aquile. A dare il benvenuto istituzionale, oggi al Laboratorio aperto, agli ‘ambasciatori' dell'industria di Toledo sono stati gli assessori Matteo Fornasini ed Angela Travagli, sottolineando come "il gemellaggio da poco nato abbia già prodotto occasioni e risultati concreti" e, nel futuro, sia orientato "alla ricerca di nuove quote di mercato nei confronti di un Paese con cui possiamo costruire grandi opportunità reciproche". "I dati della bilancia commerciale tra Ferrara e Usa dimostrano la grande marginalità d'azione e le tante opportunità che si possono e si potranno costruire. Le potenzialità sono enormi: la qualità italiana, ferrarese in particolare, e le produzioni ‘di nicchia' sono fortemente attrattive", ha spiegato Govoni, mentre Stefano di Brindisi, presidente di Sipro (l'agenzia per lo sviluppo di Ferrara) ha spiegato che "l'obiettivo è costruire uno sviluppo che guardi anche oltre i confini nazionali, aprendo gli orizzonti anche ad aziende di oltreoceano. Come? Organizzando al meglio le opportunità e offrendo percorsi semplificati alle aziende interessate ad insediarsi nel nostro territorio, che portino a questo un valore aggiunto".

La delegazione di Toledo era partecipata da Nick Eyde e Chris Bollinger, imprenditori molto noti in Ohio nel settore del Real estate, Paul Zito, direttore del settore investimenti della Regional Growth Partnership (l'agenzia per lo sviluppo locale), James Rush, di Thread Marketing Group (attiva anche nel marketing territoriale della città di Toledo).

Tutti hanno evidenziato come si possano aprire nuovi orizzonti di collaborazione soprattutto nei settori dell'automotive (Toledo è la sede mondiale della Jeep, dal suo stabilimento escono circa 400mila vetture all'anno), della chimica e dell' agroalimentare, soprattutto legato al cosiddetto Food processing, ossia la trasformazione dei prodotti agricoli.

Non mancano le potenzialità in campo universitario, poiché anche Toledo ha un proprio campus con circa 20mila studenti e l'ateneo ha da poco festeggiato i 150 anni. A presentare l'Università di Ferrara è stato il professor Enrico Bracci.

Qualche numero: Unife, tra le più antiche università al mondo, conta circa 27mila studenti, 65 corsi undergraduate e 32 post-graduate, 13 dipartimenti, 39 centri di ricerca, 1500 dipendenti, 700 professori. Alla giornata odierna - che si concluderà con una visita al Tecnopolo - hanno partecipato anche il presidente di Ferrara Fiere Andrea Moretti, rappresentanti del Tavolo Provinciale dell'Imprenditoria di Ferrara (TPI), con contributi specifici da parte della Confindustria, del mondo della cooperazione e delle associazioni. "La Fiera è vetrina e laboratorio aperto a tutti, istituzioni, associazioni di categoria, delegazioni estere - ha detto Moretti - e deve diventare sempre più un luogo di confronto attraverso lo scambio di reciproche esperienze professionali, un vero e proprio laboratorio di sperimentazione di nuove modalità di valorizzare le eccellenze economiche, culturali e sociali".

(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili: