Comune di Ferrara

lunedì, 28 novembre 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > IL SINDACO DI FERRARA ALL'ASSEMBLEA ANCI DI BERGAMO: "AUTONOMIA NECESSARIA, SERVE MAGGIORE EQUITÀ TERRITORIALE". APPLAUSI PER IL RICORDO DI MARONI: "SE SONO QUI OGGI LO DEVO ANCHE A LUI"

IL SINDACO DI FERRARA ALL'ASSEMBLEA ANCI DI BERGAMO: "AUTONOMIA NECESSARIA, SERVE MAGGIORE EQUITÀ TERRITORIALE". APPLAUSI PER IL RICORDO DI MARONI: "SE SONO QUI OGGI LO DEVO ANCHE A LUI"

24-11-2022 / Punti di vista

Ferrara, 24 nov - Un ricordo appassionato di Roberto Maroni, "del suo insegnamento, della sua eredità politica e del suo impegno nella direzione di una vera riforma federalista del Paese", un appello affinché "siano valorizzate le amministrazioni locali e il ruolo degli amministratori e i sindaci siano messi nelle condizioni migliori di poter dare risposte concrete ai cittadini".

E poi un pensiero ai Comuni e agli enti locali "perché siano maggiormente protagonisti anche nella costruzione delle scelte operate a livello nazionale".

Così il sindaco di Ferrara Alan Fabbri, vicepresidente Anci Emilia-Romagna e delegato, a livello nazionale, in materia di 'Politiche istituzionali, riforme e autonomie', è intervenuto questa mattina all'assemblea annuale Anci in corso a Bergamo.

Sul palco, con Fabbri, i sindaci di Pisa, Michele Conti, di Imperia, Claudio Scajola (vicepresidente Anci nazionale), di Cantù, Alice Galbiati, di Civitavecchia, Ernesto Tedesco, di Pessano con Bornago, Alberto Villa e di Castel del Giudice, Lino Gentile, con il vicesindaco di Chiuduno (anch'egli vicepresidente Anci nazionale) Stefano Locatelli.

Fabbri, in apertura del suo intervento, ha ricordato Maroni, applaudito dal pubblico: "se sono qui oggi è anche perché negli anni ‘90, ero giovanissimo, rimasi affascinato dalla forza delle idee che esprimeva e dalla passione che infondeva nel trasmetterle".

Sul tema dell'autonomia il primo cittadino di Ferrara ha parlato anche di fiscalità: "l'Emilia-Romagna è seconda, dopo la Lombardia, per residuo fiscale: ogni anno sono quasi 19 i miliardi di euro prelevati dai nostri territori e non restituiti alla nostra regione. Confido nella riforma e nelle capacità del ministro Calderoli: è venuto il momento di invertire la rotta nel senso di una maggiore equità territoriale, a tutela di tutti. Siamo pronti a fare la nostra parte e a dare il nostro contributo".

Fabbri ha ricordato anche "i referendum di Veneto e Lombardia: il 22 ottobre del 2017 nelle due regioni - ha detto - milioni di persone andarono alle urne per votare i referendum autonomisti, l'Emilia-Romagna scelse di esprimere un voto assembleare favorevole".

Fabbri ha inoltre portato all'attenzione dei colleghi e di tutta l'assemblea il tema della "parità di tutele che deve essere garantita anche alle polizie locali, in prima linea anche nella salvaguardia della sicurezza", raccontando il recente caso, accaduto a Ferrara, dei tre agenti feriti da due pluripregiudicati arrestati e subito rimessi in libertà.

Ferrara Rinasce

Immagini scaricabili: