Comune di Ferrara

martedì, 07 febbraio 2023.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > FERRARA RINASCE - A FERRARA AL VIA IL CONVEGNO INTERNAZIONALE SULLA FOTOGRAFIA DI TEATRO: "COLMIAMO UN VUOTO STORICO COINVOLGENDO PROTAGONISTI MONDIALI".

FERRARA RINASCE - A FERRARA AL VIA IL CONVEGNO INTERNAZIONALE SULLA FOTOGRAFIA DI TEATRO: "COLMIAMO UN VUOTO STORICO COINVOLGENDO PROTAGONISTI MONDIALI".

25-11-2022 / Punti di vista

L'OMAGGIO A MARCO CASELLI NIRMAL CHE ESPONE NELLA ROTONDA FOSCHINI

Ferrara, 25 nov - "Ferrara oggi contribuisce a colmare un vuoto storico, e lo fa coinvolgendo alcuni tra i più grandi nomi della fotografia teatrale del mondo". Così l'assessore alla cultura Marco Gulinelli introducendo stamattina al Ridotto del Teatro Comunale "Claudio Abbado" il convegno internazionale: "La fotografia di teatro: attualità e potenzialità degli archivi fotografici".

Una iniziativa - che continuerà domani - associata alla nuova esposizione degli scatti di scena di Marco Caselli Nirmal, già a disposizione del pubblico nella rotonda Foschini e nel portico del teatro. Il convegno presenta anche il nuovo catalogo della mostra "La pelle del teatro. Sguardi diretti e inconsuete trame", di Marino Pedroni.

L'evento al Ridotto - realizzato grazie al contributo della Direzione generale Educazione ricerca e istituti culturali del Ministero della Cultura - è organizzato dalla Biblioteca della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara e curato da Giuseppina Benassati, studiosa esperta di catalogazione fotografica, che metterà a confronto le esperienze dei più interessanti archivi teatrali italiani e stranieri.

"La nostra città, grazie al coinvolgimento di protagonisti assoluti di questo settore, contribuisce oggi a rimediare a un gap - ha sottolineato Gulinelli -: non esiste infatti una adeguata e specifica storia della fotografia teatrale che ripercorra la foto di scena, la sua evoluzione, una ricostruzione che possa essere degna di questa infinita arte. Ciò che è stato ripercorso è stato ripercorso in maniera troppo spesso frammentaria. Abbiamo quindi provato a riempire assenze attualissime con questa iniziativa. In questi giorni toccheremo - ha anticipato l'assessore - alcune delle corde più sensibili di questo mondo".

Gulinelli ha citato uno studio del 1992 a firma Meyer-Plantureux, secondo il quale la fotografia teatrale contemporanea è un ideale prolungamento della fotografia attoriale e da studio di fine Ottocento, ma rischia di rimanere schiacciata tra il potere dei mezzi di comunicazione e l'avvento del video, in un mix che la espone alla definitiva scomparsa.

"Da qui il nostro impegno per tutelare, salvare e salvaguardare questo infinito patrimonio, sfruttando anche le potenzialità dei sistemi archivistici". Gulinelli ha citato grandi interpreti di settore (tra cui Graziano Arici, il reggiano Vasco Ascolini, Silvia Lelli, Massimo Agus, anche docente, Tiziano Ghidorsi, che espone anche tra Barcellona e New York), esprimendo un particolare pensiero per Marco Caselli Nirmal, "che nella nostra città ha costruito un percorso che ci regala immagini scrupolosamente composte, restituendoci la pienezza e la bellezza di un lavoro tecnico e di cuore, testimoniando 45 anni di teatro a Ferrara".

Domani la convention internazionale torna, sempre nelle sale del Ridotto. Tra le altre cose, in apertura di giornata (ore 9,30 circa) il direttore generale della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, Moni Ovadia, leggerà un testo del celebre fotografo Maurizio Buscarino.Convegno internazionale
La fotografia di teatro: attualità e potenzialità degli archivi fotografici
Ferrara, Teatro Comunale Claudio Abbado, 25-26 novembre 2022

25 novembre 10-13, Sale del Ridotto
Gli archivi fotografici teatrali nel mondo dell'informazione: stato dell'arte e prospettive di sviluppo
Saluti istituzionali Marco Gulinelli, Assessore alla Cultura del Comune di Ferrara; Moni Ovadia, Direttore Generale della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara
Giuseppina Benassati, coordinamento e introduzione, Le ragioni di un incontro e di un confronto
Bruna Grasso, Teatro Comunale Abbado, L'archivio fotografico del Teatro Abbado
Roberta Cristofori, Regione Emilia-Romagna, Servizio Patrimonio, IMAGO digitale e Il catalogo dell'archivio fotografico del Teatro Abbado
Claudio Longhi, Direttore Piccolo Teatro di Milano, Il ‘valore' di un archivio teatrale
Simonetta Buttò, Direttore ICCUIl patrimonio dei teatri nei servizi bibliografici nazionali: il portale Alphabetica

25 novembre 14.30-19, Sale del Ridotto
Esperienze a confronto
Manon Dardenne, Département des Arts du Spectacle Bibliothèque nationale de France, Parigi, La fotografia di teatro nelle collezioni della Bibliothèque nationale de France".
Ana Fernàndez Valbuena, Centro de Documentacióon de las Artes escénicas y de la Música (CDAEM), Instituto Nacional de las Artes Escénicas y de la Música del Ministerio de Cultura y Deporte de España, Madrid, Il Fondo fotografico del CDAEM. 50 anni di memoria scenica e musicale in Spagna.
Sergio Lo Gatto,Fondazione Emilia Romagna Teatro, Fotografare il contemporaneo. Le produzioni di ERT Teatro Nazionale tra carta e gigabyte"
Liliana Francesca Cappuccino, Archivio Fondazione I Teatri, Reggio Emilia, L'archivio fotografico della Fondazione I Teatri di Reggio Emilia: storia e prospettive
Antonio De Rosa, Archivio Ravenna Festival, Ravenna, L'archivio fotografico di Ravenna Festival
Dario Taraborrelli,Archivio Teatro delle Albe, Ravenna, L'archivio del Teatro delle Albe, una questione di prospettiva
Anna Peyron, Centro Studi Teatro Stabile, Torino, Documenti fotografici al Centro Studi del Teatro Stabile di Torino
Silvia Colombo,Archivio del Piccolo Teatro, Milano, L'archivio fotografico del Piccolo Teatro di Milano: un patrimonio d'arte per tutti.
Andrea Vitalini, Davide Massimiliano, Archivio Fondazione Teatro alla Scala, Milano, DAM. Il Digital Asset Management dell'archivio fotografico del Teatro alla Scala
Gian Domenico Ricaldone,Museo dell'attore, Genova, Le raccolte fotografiche del Museo dell'Attore tra passato, presente e futuro
Marianna Zannoni, Istituto del Teatro e del Melodramma, Fondazione Cini, Venezia, Trattare la fotografia come un Bene teatrale: il lavoro di catalogazione dell'Istituto per il Teatro e il Melodramma della Fondazione G. Cini
Fabiola De Santis, Biblioteca Museo Teatrale SIAE, Roma, Tra i volti del palcoscenico: l'archivio fotografico della Biblioteca Museo Teatrale SIAE
Samantha Marenzi, Università Roma Tre, Fotografia e danza. Il sito/archivio e un progetto di atlante

26 novembre 9.30-13, Sale del Ridotto
Teatro come luogo della fotografia
Massimo Marino coordina la tavola rotonda con i fotografi: Massimo Agus, Vasco Ascolini, Marco Caselli Nirmal, Tiziano Ghidorsi, Silvia Lelli
Moni Ovadia legge una dichiarazione di Maurizio Buscarino

Teatro come luogo di conservazione, formazione ed educazione visiva
Marino Pedroni, già Direttore Teatro Comunale "C. Abbado", Sentieri di educazione scenica al Teatro Comunale di Ferrara
Roberta Cristofori, Regione Emilia-Romagna, Servizio Patrimonio, Presentazione del catalogo della mostra di Marino Pedroni, La pelle del teatro. Sguardi diretti e inconsuete trame, Bologna, Stamperia Regionale, 2022
Giuseppina Benassati, Conclusioni

26 novembre 13.30, Rotonda Foschini del Teatro Comunale
Inaugurazione della mostraVolti della regia. Ritratti fotografici di Marco Caselli Nirmala cura di Giuseppina Benassati

_________________
Segnaliamo inoltre
25 e 26 novembre, 20.30 Sala teatrale
Oylem Goylem
di e con Moni Ovadia e con Moni Ovadia Stage Orchestra
Uno spettacolo culto, antidoto contro violenze, intolleranze e razzismi vecchi e nuovi, che in una sintesi tra racconto, musica dal vivo e risate presenta un inedito affresco del popolo ebraico.
Biglietteria https://www.teatrocomunaleferrara.it/events/event/oylem-goylem/

Ferrara Rinasce

Immagini scaricabili: