Comune di Ferrara

venerdì, 01 marzo 2024.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > NUOVO CENTRO ALTA DIAGNOSTICA A FERRARA, INVESTIMENTO DI CIRCA 6MILIONI DI EURO, IL PLAUSO DEL SINDACO: "FELICI DI AVER SOSTENUTO QUESTO PERCORSO, ARGINE A MOBILITÀ PASSIVA E POTENZIAMENTO DEI SERVIZI"

NUOVO CENTRO ALTA DIAGNOSTICA A FERRARA, INVESTIMENTO DI CIRCA 6MILIONI DI EURO, IL PLAUSO DEL SINDACO: "FELICI DI AVER SOSTENUTO QUESTO PERCORSO, ARGINE A MOBILITÀ PASSIVA E POTENZIAMENTO DEI SERVIZI"

15-02-2023 / Punti di vista

Ferrara, 15 feb - "Un investimento imponente che rende protagonista Ferrara nell'alta diagnostica e che contribuisce ad arginare lo spostamento dei cittadini verso le altre regioni, in primis Veneto e Lombardia". Così il sindaco Alan Fabbri partecipando questa mattina alla conferenza stampa di presentazione del nuovo centro diagnostico del gruppo Monti, di ultima generazione, "Vitalis", con sede in via Ravenna 163, dotato di tre Risonanze Magnetiche (di cui una a 3 Tesla) ed esame "Diffusion Whole Body" per diagnosi dei tumori nascosti: tra Ferrara e Bologna una rete dell'alta diagnostica che permetterà di restare in Emilia-Romagna per fare gli esami di imaging.

Il nuovo centro sarà inaugurato sabato (18 febbraio) alle 10, alla presenza dello stesso Sindaco, con rappresentanti dell'Amministrazione regionale e dei vertici dell'Azienda Usl.

Il primo cittadino, questa mattina, ha ringraziato "l'azienda che ha creduto e investito a Ferrara e che ha creduto anche nel lavoro dell'amministrazione pubblica: il Comune ha infatti sostenuto, anche sotto il profilo tecnico, questo insediamento, orientato al potenziamento dei servizi sanitari convenzionati sul territorio. È stato un lavoro di circa due anni, di cui oggi raccogliamo i frutti, per l'intera comunità".

La nuova struttura - ha detto il sindaco - "sarà tecnologicamente all'avanguardia e potrà arginare in maniera importante il tema della mobilità passiva verso le regioni confinanti con la nostra provincia. Mobilità passiva che, oltre a costare caro in termini economici, ha un impatto notevole sulle persone, costrette o indotte a spostarsi con i disagi che ne conseguono, soprattutto per i malati". Il gruppo Monti - ha rimarcato Fabbri - ha radici solide e professionalità radicate". "Proprio in questi giorni - ha poi concluso - in commissione sanità si è relazionato sull'evoluzione dei progetti all'interno dell'ex Sant'Anna, evoluzione orientata a portare entro le mura molti servizi oggi 'delocalizzati' a Cona. Una scelta di prossimità ai cittadini e di potenziamento della rete sanitaria diffusa".

(Comunicazione Sindaco)

Immagini scaricabili: