Comune di Ferrara

martedì, 27 febbraio 2024.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Sull'indagine relativa al benessere dei dipendenti

Sull'indagine relativa al benessere dei dipendenti

11-10-2023 / Punti di vista

Non sappiamo quale sia stata la reazione del Direttore Generale Mazzatorta e del Sindaco Fabbri nel leggere i dati dell'indagine sul benessere organizzativo di lavoratrici e lavoratori del comune di Ferrara promosso dal Cug, i cui esiti non sono ancora pubblici ma evidentemente noti, almeno alla stampa. Certo la nostra è di sconcerto e preoccupazione.

La fotografia dell'indagine restituisce dati allarmanti: il 18% delle e dei dipendenti pubblici dichiara di essere stato vittima di mobbing, l'11% di molestie, il 7% si sente discriminato.
Le percentuali potrebbero addirittura essere superiori, se - quando i dati verranno pubblicati ufficialmente - avremo modo di verificare che non tutte e tutti i dipendenti hanno partecipato alla rilevazione statistica, pensiero legittimo se, in ipotesi, non fosse stato garantito l'anonimato del questionario.

Sono dati impressionanti per una Pubblica Amministrazione che - come ogni luogo di lavoro, ma con ancora maggior vigore di una impresa privata - dovrebbe imperniare la sua attività volta al soddisfacimento dei bisogni e delle necessità dei cittadini per il tramite dei dipendenti pubblici nel pieno e assoluto rispetto dei loro diritti, ivi compresa la salubrità psicofisica dell'ambiente di lavoro.
Quelle percentuali testimoniano al contrario un ambiente tutt'altro che inclusivo e accogliente, ma escludente e punitivo, con mezzi peraltro opachi e denunciabili, come lo sono tutte le azioni volte a delegittimare l'operato di una o un dipendente senza reali motivazioni.

Dati che andranno letti tenendo conto anche delle domande di mobilità degli ultimi 4 anni, e del trasferimento ad altri enti o ad altri comuni di personale che per manifesta incompatibilità ha lasciato il comune di Ferrara, e delle rinunce del posto di lavoro in periodo di prova. 

Cosa ci sarebbe potuto aspettare da una maggioranza che dal suo insediamento ha preso di mira il lavoro pubblico, con continue dichiarazioni del DG e del sindaco volte a screditare l'impegno delle persone che lavorano in Comune? Se denunce non ci sono state, lo si deve probabilmente al clima che si respira in Municipio, di cui sono ben consapevoli i sindacati, più volte intervenuti.

Serve ricordare il caso della dipendente fatta seguire dalla Polizia locale (ennesima pessima figura fatta dalla giunta Fabbri ed ennesima batosta presa dal Comune in sede legale) quale esempio di come una PA non dovrebbe comportarsi nei confronti della propria stessa ossatura.
Il personale è invece la risorsa principale della pubblica amministrazione, crea valore alla struttura stessa ed è composta da persone con competenze e professionalità che vanno sostenute e fatte crescere per far vivere bene l'intera comunità.

Ilaria Baraldi, consigliera comunale Gruppo PD