Comune di Ferrara

lunedì, 17 gennaio 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Asilo nido di via del Salice: le ragioni di una scelta

Asilo nido di via del Salice: le ragioni di una scelta

17-03-2008 / Punti di vista

di Massimo Maisto e Alessandra Chiappini

In riferimento a quanto apparso sulla stampa locale nei giorni scorsi a proposito del nuovo asilo nido di via del Salice, ormai in fase di avanzata edificazione, osserviamo quanto segue. L'ambito su cui sorgerà il nuovo nido è stato individuato dopo la realizzazione di una scrupolosa mappatura dei servizi educativi e scolastici, nonché della presente situazione demografica e delle proiezioni della stessa, zona per zona, del territorio comunale. La mappatura è ora presso il Settore Urbanistica. La zona Est è stata prescelta in quanto connotata dal maggior incremento demografico attuale e previsto nei prossimi anni, oltre che, di conseguenza, dalle più consistenti liste di attesa al servizio dei nidi. Il terreno su cui il nuovo nido sta sorgendo risulta sano: lo attestano i risultati dei numerosi scrupolosi carotaggi effettuati in fase di preliminare valutazione dei connotati del luogo nell'ottica del servizio da realizzare. Sono stati effettuati anche rilievi finalizzati a misurare eventuali dislivelli del terreno per stimare se l'andamento delle acque reflue verso tale luogo potesse essere foriero di agenti inquinanti o patogeni. Anche l'esito di tale verifica è risultato decisamente negativo e confortante, così come è avvenuto quanto alla valutazione, a cura del Servizio Ambiente, circa la gli esiti di eventuale inquinamento magnetico legato all'antenna di telefonia mobile, cui sulla stampa si è fatto riferimento. Il nuovo nido è realizzato secondo i criteri della sostenibilità ambientale e del massimo risparmio energetico in sede di utilizzo. Lo sforzo realizzativo, tutt'altro che lieve, del Comune di Ferrara e Regione Emilia-Romagna consentirà ad almeno 120 famiglie di utilizzare un servizio sereno, qualificato e costruttivo per i propri bambini. L'assunzione, entro il 2009, di una novantina di operatori di diverso profilo professionale in ambito dei servizi educativi, inoltre, sta consentendo di consolidare la qualità dei servizi stessi già in essere contenendo con sempre maggior efficacia la piaga del precariato, particolarmente critico in un ambito operativo così delicato. Non pare superfluo ricordare che il nostro Comune, come pochissimi sul territorio nazionale, ha già ampiamente superato da lungo tempo gli obiettivi che la Conferenza di Lisbona ha previsto di raggiungere nei Paesi dell'Unione Europea entro il 2010 in termini di offerta di servizi educativi. Sono segni molto concreti dell'impegno dell'Amministrazione Comunale per l'infanzia e la sua promozione in un frangente tutt'altro che facile per il nostro Paese, di cui è necessario e giusto tenere conto.

Massimo Maisto
Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Ferrara

Alessandra Chiappini
Presidente Istituzione Servizi Educativi, Scolastici e per le Famiglie del Comune di Ferrara