Comune di Ferrara

martedì, 07 febbraio 2023.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nuovi interventi post sisma in programma per scuole ed edifici comunali

GIUNTA COMUNALE – Le principali delibere approvate martedì 4 dicembre

Nuovi interventi post sisma in programma per scuole ed edifici comunali

04-12-2012 / Giorno per giorno

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì 4 dicembre:


Assessorato Mobilità e Lavori Pubblici, assessore Aldo Modonesi:
Approvata la spesa di 800mila euro per il consolidamento sismico di scuole e altri edifici comunali

Sarà finanziata con parte del rimborso assicurativo per danni sismici la somma di 800mila euro complessivamente destinata dall'Amministrazione comunale all'esecuzione di tre progetti per interventi post sisma in edifici di sua proprietà.

Nello specifico, 300mila euro saranno utilizzati per i lavori di sistemazione delle strutture lignee e per la messa in sicurezza delle superfici esterne in calcestruzzo di scuole ed ex scuole sedi di seggio. Mentre altri 300mila euro serviranno per l'esecuzione delle opere edili e specialistiche necessarie al ripristino e al consolidamento sismico di edifici comunali interessati dal terremoto del maggio scorso. Per entrambi i progetti, approvati dalla Giunta per ora in fase definitiva (in attesa di quella esecutiva), i lavori saranno assegnati con la modalità dell''appalto aperto'.

I restanti 200mila euro saranno infine destinati all'esecuzione di una serie di lavori di manutenzione edile e impiantistica, di carattere straordinario, negli edifici giudiziari di proprietà comunale.

 

Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani e Personale, vicesindaco Massimo Maisto:

Accordo con l'Unione di Comuni Reno Galliera per le assunzioni post-sisma

Consentirà al Comune di Ferrara di attivare le assunzioni post-sisma previste dalla Legge 135 del 2012, e di accedere ai relativi finanziamenti regionali, la convenzione tra il Comune di Ferrara e l'Unione di Comuni Reno Galliera che ha ricevuto oggi l'approvazione della Giunta e dovrà ora ottenere anche quella del Consiglio. Le assunzioni di personale, consentite in deroga ai vincoli normativi in vigore, riguardano impieghi connessi alle esigenze prodotte dai recenti eventi sismici e il reclutamento avverrà con forme di lavoro flessibile a tempo determinato, per l'anno 2013.

Pronto il nuovo statuto dell'Istituto di Storia contemporanea

L'Istituto di Storia contemporanea diventa associazione di promozione sociale e si apre all'adesione di quanti interessati a sostenerne le attività di ricerca a divulgazione. Alla base della costituzione del nuovo soggetto vi è la decisione della Provincia di non rinnovare, in vista del riordino delle proprie funzioni, la convenzione con cui dal 1989 garantiva assieme al Comune il funzionamento dell'Istituto.

La nuova associazione, in base allo statuto approvato oggi dalla Giunta e presto all'esame del Consiglio comunale, avrà come finalità quella di proseguire l'opera di raccolta delle fonti e di promozione della ricerca scientifica sui temi della storia contemporanea sia nazionale che locale. In particolare, l'Istituto continuerà a mettere a disposizione dei ricercatori e del pubblico la propria biblioteca specializzata, a sostenere programmi di studio, a curare pubblicazioni e a promuovere convegni, seminari e corsi di formazione.

Organi dell'associazione saranno il consiglio direttivo, il presidente e l'assemblea dei soci, tra i quali figurerà anche il Comune di Ferrara. Tutte le cariche saranno assunte a titolo gratuito.   

Capodanno in piazza: contributi e agevolazioni comunali per l'edizione 2012

Anche per il Capodanno 2012, come già preannunciato, il Comune di Ferrara si schiera a fianco di Provincia e Camera di Commercio per garantire a ferraresi e turisti l'ormai tradizionale festa in piazza, con l'incendio del Castello e gli spettacoli di musica e intrattenimento sotto le stelle. Oltre che con agevolazioni logistiche e amministrative, il Comune supporterà l'allestimento dell'evento, curato dal partner organizzativo Studio Borsetti, con un contributo di 10.450 euro.

Uso delle sale comunali in campagna elettorale

Resteranno invariate anche per il 2013 le modalità di concessione e le tariffe per l'utilizzo delle sale Estense e Boldini da parte di partiti e movimenti politici, in occasione di iniziative legate a campagne elettorali e referendarie. Gli importi ammontano, per il periodo invernale (dal 15 ottobre al 15 aprile), a 269,96 euro per le conferenze e a 155,29 euro per gli allestimenti, e per il periodo estivo a 226,22 euro per le conferenze e a 111,54 euro per gli allestimenti.

Contributi per l'organizzazione dell'ultima edizione della Borsa del Turismo

E' di 5mila euro il contributo destinato dall'Amministrazione comunale alla Società Consortile Iniziative Turistiche Srl di Ferrara per l'organizzazione, nel maggio scorso, della sedicesima edizione della Borsa del Turismo e delle Cento Città d'Arte d'Italia (Arts and Events 100 Italian Cities). L'appuntamento, tra i più prestigiosi dedicati alla vacanza culturale e d'arte in Italia, ha visto quest'anno la partecipazione di 90 tour operator provenienti da 29 paesi tra cui Brasile, Russia, India, Cina, Canada e Stati Uniti.

 

Assessorato Sanità, Servizi alla Persona e Immigrazione, assessore Chiara Sapigni:
Dalla Regione i fondi per l'eliminazione delle barriere architettoniche

Ammonta a 79.117 euro il finanziamento assegnato, per il 2012, al Comune di Ferrara dalla Regione Emilia Romagna per l'erogazione di contributi destinati all'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati. La somma sarà impegnata dall'Amministrazione per l'assegnazione dei finanziamenti ai cittadini aventi diritto.

 

Assessorato Politiche scolastiche, Partecipazioni, Polizia municipale, sindaco Tiziano Tagliani:
Meis: nuova convenzione tra Comune e Fondazione
Punta a garantire il proseguimento della collaborazione fra il Comune di Ferrara e la Fondazione del Museo nazionale dell'Ebraismo italiano e della Shoah la nuova convenzione che stabilisce compiti e oneri delle due parti per l'anno 2013.

L'accordo, che segue i precedenti sottoscritti a partire dal 2009, intende in particolare assicurare alla Fondazione l'operatività necessaria per la conduzione delle proprie attività, in attesa della costituzione di una propria organizzazione autonoma. L'Amministrazione comunale si impegna per questo a mettere a disposizione del Meis proprie strutture, strumenti e risorse umane, a fronte di un rimborso spese forfetario.