Comune di Ferrara

martedì, 07 febbraio 2023.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > La biblioteca di Palazzo Bonacossi agibile con il 'pronto intervento' dei restauratori di CNA

ASSESSORATO LAVORI PUBBLICI - Intervento in collaborazione tra Comune e CNA

La biblioteca di Palazzo Bonacossi agibile con il 'pronto intervento' dei restauratori di CNA

06-12-2012 / Giorno per giorno

 Le sale della biblioteca al piano nobile di Palazzo Bonacossi, inagibili dopo il terremoto di maggio per la presenza di lesioni diffuse nella volte in canniccio intonacato e dipinto, torneranno nuovamente fruibili al pubblico dal prossimo gennaio. E questo grazie ad una vera e propria opera di 'pronto intervento' dei restauratori associati a CNA Ferrara che si sono resi disponibili ad eseguire gratuitamente una verifica dello stato di conservazione dell'apparato decorativo delle sale e il preventivo fissaggio dei frammenti in fase di distacco. I lavori, che prenderanno il via il prossimo mese e avranno la durata di due settimane, saranno coordinati dai tecnici comunali del Servizio Beni Monumentali con la sorveglianza di storici dell'Arte del Servizio Musei d'arte Antica. Considerevole l'impegno che spetta alle otto imprese ferraresi che hanno dato la loro disponibilità e che partecipano al progetto; per la messa in sicurezza dell'apparato decorativo e il controllo delle volte dovranno infatti verificare la struttura in canniccio, effettuare la rimozione di vecchie coperture, integrare con nuove stuccature e consolidare la pellicola pittorica, concludendo con un restauro mimetico ad acquarello.

"Palazzo Bonacossi, per la totale mancanza di problemi strutturali, è stato uno dei primi spazi pubblici a riaprire. Il terremoto ha tuttavia lasciato segni evidenti, con una ridotta agibilità del piano nobile e la necessità di restauro delle decorazioni. - ha ricordato questa mattina l'assessore Aldo Modonesi illustrando l'iniziativa nelle sale di via Cisterna del Follo insieme al vicesindaco Massimo Maisto, al direttore dei Musei Civici d'Arte antica Angelo Andreotti, al rappresentante di CNA Ferrara Mauro Balestra, ai presidenti provinciale e regionale di Artigianato artistico di CNA Romano Marzola e Andrea Santolini e ai rappresentanti delle imprese che parteciperanno al progetto di restauro. - Insieme al ripristino del patrimonio scolastico, - ha aggiunto l'assessore comunale ai Lavori pubblici - una delle priorità dell'Amministrazione è stata da subito quella del recupero dei nostri spazi museali e culturali. Grazie alla disponibilità di CNA Ferrara e dei suoi associati, che hanno immediatamente manifestato l'intenzione di ‘adottare' un intervento in analogia a quanto l'associazione regionale faceva in altri Comuni, abbiamo ora concretamente la possibilità per palazzo Bonacossi di rispettare la promessa."

"Questa è una biblioteca importante e coloro che ci aiuteranno a darle piena funzionalità meritano davvero un grazie, a nome dell'Amministrazione comunale e di tutti coloro che amano la nostra città - ha ribadito il vicesindaco Massimo Maisto - Come Comune continueremo a fare la nostra parte, chiedendo allo Stato quello che ci compete, ma è davvero significativo rilevare quanti siano coloro che si sono resi disponibili a darci una mano."
"Con questo progetto, che abbiamo proposto in sintonia con quanto avveniva in CNA regionale - ha ricordato Mauro Balestra - intendiamo in particolare valorizzare il nostro sistema. Un sistema in grado di fornire attività le più varie possibili e fondato su risorse, capacità, competenze e professionalità sperimentate e convalidate".
"Grazie alla generosità dei nostri associati e dei restauratori della nostra e di altre regioni, - ha affermato Andrea Santolini - all'indomani del terremoto la CNA regionale ha messo subito gratuitamente a disposizione della Direzione Regionale per i Beni culturali e paesaggistici dell'Emilia Romagna gruppi di pronto intervento per la quantificazione dei danni e la messa in sicurezza delle opere. E anche da Ferrara la proposta è venuta, con sincronia e tempismo, tanto che quella di palazzo Bonacossi è la prima operazione ad avere trovato concreta e definitiva attuazione".
Queste le imprese associate CNA che hanno aderito al progetto: CRPA Conservazione Restauro Patrimonio Artistico snc (lavori su dipinti, lapidei e restauri lignei - Ferrara); Roberta Baruffaldi (lavori su dipinti, lapidei e restauri lignei - Casumaro); Gian Carlo Cavallari e Roberto snc (lavori di imbiancatura e manutenzione edile - Ferrara); Geo Costruzioni di Gianni Capatti (ristrutturazioni di beni monumentali, restauri conservativi e delle infrastrutture - Formignana); GRRAS di Gian Oberto Gallieri (lavori su dipinti, lapidei e restauri lignei - Ferrara); Romano Marzola (lavori su dipinti, lapidei e restauri lignei - Ferrara); Alberto Sorpilli (lavori su dipinti, lapidei e restauri lignei - Ferrara); Silvia Marcucci (restauro-Ferrara).

 

  

Immagini scaricabili:

I restauratori bonacossi sale