Comune di Ferrara

martedì, 07 febbraio 2023.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Dal Comune l'invito a presentare proposte di Unità minime di intervento di iniziativa privata

RICOSTRUZIONE POST SISMA - Entro l'1 luglio la consegna al Protocollo generale

Dal Comune l'invito a presentare proposte di Unità minime di intervento di iniziativa privata

04-06-2013 / Giorno per giorno

Ci sarà tempo fino all'1 luglio prossimo per i cittadini con abitazioni danneggiate dal sisma per presentare, al Protocollo generale dell'Amministrazione comunale, le proprie proposte di identificazione e perimetrazione delle Umi - Unità minime di intervento, in funzione dell'assegnazione dei contributi per la ricostruzione. Il Comune di Ferrara ha infatti deciso di procedere alla redazione della Tavola con la perimetrazione delle Umi di iniziativa privata,
sulla base delle nuove disposizioni contenute nell'ordinanza n.60 emanata, lo scorso 27 maggio, dal presidente della Regione Emilia Romagna, in qualità di Commissario delegato di governo per il sisma. Diversamente da quanto finora disposto, la nuova ordinanza (al comma 6 dell'art.3) prevede che il contributo, per la riparazione dei danni e per il miglioramento sismico, per ciascuna Umi che contenga almeno un edificio classificato dalle schede AeDES di tipo E, possa essere concesso, previo raggiungimento per l'intera UMI di un livello di sicurezza sismica pari al 60% di quello stabilito per le nuove costruzioni, anche a unità strutturali con livello di danno inferiore a quello di "inagibilità totale", parificandolo al livello E0 della tabella 3 dell'ordinanza 86/2012.
"Questa previsione legislativa - come rilevato nell'atto di indirizzo approvato oggi dalla Giunta comunale - rinnova completamente l'interesse dei soggetti privati a candidare all'Amministrazione pubblica l'identificazione e la perimetrazione delle Umi, perimetrazioni che potranno essere approvate con delibera del Consiglio Comunale entro il nuovo termine del 15 luglio 2013, come dettato dall'art 6 dell'ordinanza n.60/2013".
Le proposte dovranno pervenire al Protocollo generale del Comune (piazza del Municipio 2) corredate da una scheda descrittiva indicante:
- Quadro riassuntivo e copia degli esiti di agibilità conseguenti il danno;
- Individuazione delle proprietà;
- Dati catastali di tutte le unità strutturali ricomprese nella Umi proposta;
- Usi in essere di tutte le unità strutturali ricomprese nella Umi proposta;
- Stato di occupazione di tutte le unità strutturali ricomprese nella Umi proposta;
- Previsioni del Rue per tutte le unità strutturali ricomprese nella Umi proposta;
- Caratteristiche costruttive e strutturali di tutte le unità strutturali ricomprese nella Umi proposta ;
- Documentazione fotografica;
unitamente all'indicazione del rappresentante unico per la Umi che assume il ruolo di responsabile dell'attuazione.

 

Per informazioni sulle modalità di presentazione delle proposte è possibile contattare l'Ufficio comunale per la Ricostruzione post sisma: tel. 0532 419579.