Comune di Ferrara

martedì, 07 febbraio 2023.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Una settimana di prevenzione sismica per imparare a proteggersi

URBAN CENTER - Dal 7 al 13 dicembre incontri pubblici e iniziative espositive e didattiche

Una settimana di prevenzione sismica per imparare a proteggersi

04-12-2013 / Giorno per giorno

'Il terremoto: conoscere per proteggersi': è con questo slogan che Ferrara dedica una settimana alla prevenzione sismica, tra incontri pubblici e attività per le scuole, da sabato 7 a venerdì 13 dicembre. In calendario, negli Imbarcaderi del Castello e alla Sala della Musica (via Boccaleone 19), un ricco programma di appuntamenti aperti liberamente al pubblico, tra cui una serie di conversazioni e approfondimenti con esperti di storia, fisica e geologia, sui terremoti di ieri e di oggi e sulle buone regole di gestione delle emergenze. In agenda anche una mostra sui principi della sismologia, un gioco di ruolo per i più piccoli e una visita guidata alla scoperta delle tracce sismiche tra le mura del castello (sabato 7 dicembre alle 15,40).

L'iniziativa, finanziata dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, è organizzata da Sintec, Società di servizi di ricerca e sviluppo, in collaborazione con l'Urban Center del Comune di Ferrara.

Intento del progetto, come spiegato dagli organizzatori, è quello di "fornire strumenti conoscitivi di base sui terremoti, sulla ricerca nel campo della sismologia e dell'ingegneria antisismica,

sulle migliori tecniche costruttive e sulla tutela del costruito".

 

PROGRAMMA

Gli incontri con i cittadini

Alle Sale dell'Imbarcadero (Castello Estense) e alla Sala della Musica, via Boccaleone, 19

Di breve durata, hanno lo scopo di stimolare un dibattito sui principali temi legati alla prevenzione sismica; i cittadini potranno ascoltare gli esperti, portare la loro esperienza, porre dubbi e domande.

 

- Sabato 7, Sale dell'Imbarcadero, ore 15:30

Inaugurazione

ore 15:40 Fatto per resistere. Due passi nella storia del Castello Estense con Cecilia Novi, guida turistica.

ore 16:10 Conversazione sui temi del terremoto con Emanuela Guidoboni, sismologa storica, e Fabio Romanelli, sismologo, Università di Trieste.

ore 16:45 I saluti dell'Amministrazione Pubblica Aldo Modonesi, assessore Lavori Pubblici, Prevenzione e Protezione Civile e Roberta Fusari, assessore Urbanistica del Comune di Ferrara.

 

- Lunedì 9, Imbarcadero 2, ore 15:30

L'origine dei terremoti

Un caffè con Davide Bisignano, Università di Trieste, per parlare della struttura della Terra, di pericolosità sismica e tsunami e con Riccardo Caputo e Giovanni Santarato, del Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra di UNIFE, per parlare delle cause dei terremoti emiliani.

 

- Martedì 10, Imbarcadero 2, ore 15:30

Progettazione partecipata e prevenzione sismica a Tokio

Il prof. Shigeru Satoh, Università Waseda di Tokio, illustra l'esperienza di un laboratorio giapponese

con i cittadini in tema di prevenzione sismica. (Traduzione simultanea dal giapponese all'italiano)

 

- Martedì 10, Sala della Musica, ore 20:45

Dove si scappa? Come migliorare la nostra capacità di affrontare le emergenze.

Presentazione del Piano Intercomunale di Protezione Civile (Piano di Emergenza) e di una ricerca in corso a Ferrara sulla Gestione delle emergenze nelle scuole.

Federica Manzoli, ricercatrice in comunicazione del rischio e I CITTADINI ne parlano con l'ass. Aldo Modonesi, con Roberto Fantinati, Roberto Riccelli, Sergio Riccio, Protezione Civile; con Cristiano Cusin, Luigi Ferraiuolo, Luca Quintabà, Comando Vigili del Fuoco di Ferrara e Maddalena Coccagna, architetto, ricercatrice td al TekneHub, Unife.

 

- Mercoledì 11, Sala della Musica, ore 17:00

I terremoti abitano qui?

Un'altra storia di Ferrara. Il progetto di casa sicura dopo il terremoto del 1570.

Emanuela Guidoboni, sismologa storica, presidente del Centro euro-mediterraneo Eventi Estremi e Disastri,

membro dell'Academia Europaea.

Tempo di geologia urbana. Marco Stefani, geologo, Dipartimento Architettura, Unife

10 buone abitudini. Un progetto di partecipazione con gli abitanti del centro storico, Ivana Cambi, pedagogista, Urban Center - Comune di Ferrara e Mariangela Butturi, Master in Giornalismo e Comunicazione Istituzionale della Scienza

 

- Giovedì 12, Imbarcadero 2, ore 15:30

Si possono costruire oggi case "a prova di terremoto"?

Conversazione tra i cittadini e gli esperti condotta da Elena Manzoni su: Anche i muri cambiano, la

sicurezza sismica: capire cos'è per costruirla, Alberto Dusi, Numeria Engineering. Isolamento ed altre moderne tecnologie antisismiche, Massimo Forni, ENEA-Unità Tecnica di Ingegneria Sismica.

 

La mostra

Da domenica 8 a venerdì 13 dicembre, dalle 9:00 alle 17:30, nelle Sale Imbarcadero (Castello Estense)

È dedicata a illustrare i principi base della sismologia, le attuali metodologie di studio dei terremoti, le basi del costruire sicuro, la frontiera della ricerca in campo antisismico. È allestita nelle sale dell'imbarcadero del Castello Estense, attraverso un percorso espositivo che parte dall'origine ed evoluzione dei terremoti, passa per le buone prassi costruttive, per le innovazioni nella ricerca in campo strutturale e alla presentazione del locale Piano Intercomunale di Protezione Civile.

 

Playdecide: giochiamo a decidere

Dopo avere visitato la mostra, le classi quarte e quinte delle scuole superiori avranno la possibilità di partecipare a un gioco di ruolo sulla comunicazione dell'emergenza sismica.

 

Il progetto

Ha lo scopo è di fornire degli strumenti conoscitivi di base sui terremoti, sulla ricerca nel campo della sismologia e dell'ingegneria antisismica,

sulle migliori tecniche costruttive e sulla tutela del costruito. Si articola in una mostra e in una serie di incontri interattivi creati per le scuole (durante le mattine) e per i tutti i cittadini (nelle ore pomeridiane e serali).

 

Il contesto

Poco si è fatto, purtroppo, nel nostro Paese in materia di prevenzione del rischio sismico, sia in termini di sviluppo tecnologico che, più in generale, di formazione di una cultura tecnico- scientifica diffusa in materia. Ancora troppo spesso si tende a considerare il terremoto come un evento dalle cause inafferrabili, al quale pensare in modo fatalistico.

 

Conoscere per proteggersi

Gli esperti del settore sanno quali sono le strutture geologiche che possono generare terremoti e dove sono già avvenuti in passato.

Dispongono di informazioni accurate e sono in grado di descrivere questi fenomeni in modo piuttosto preciso. Ciò che la ricerca non può fare, allo stato attuale, è prevedere quando avverrà un terremoto. Ciò che si può fare, per evitare danni a cose e beni, è proteggere gli edifici dove si abita, si lavora, si studia. Oggi sono disponibili tecnologie efficaci per la protezione sismica degli edifici, così come buone pratiche costruttive già diffuse in molte parti del mondo.

 

Immagini scaricabili:

settimana prev sismica.jpg

Allegati scaricabili: