Comune di Ferrara

mercoledì, 13 novembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Un bando pubblico per attrarre investimenti e sviluppare impresa

ECONOMIA E TERRITORIO - Presentato in residenza municipale da Sindaco, Assessori e vertici della Camera di Commercio

Un bando pubblico per attrarre investimenti e sviluppare impresa

22-09-2014 / Giorno per giorno

E' stato presentato ai giornalisti questa mattina, lunedì 22 settembre nella sala Arazzi della residenza municipale, il 'Bando per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa', a cura del Comune di Ferrara e della Camera di Commercio di Ferrara.

All'incontro sono intervenuti il sindaco Tiziano Tagliani, il presidente e il segretario generale della Camera di Commercio di Ferrara Paolo Govoni e Mauro Giannattasio, gli assessori comunali al Bilancio Luigi Marattin, al Commercio Roberto Serra e alle Attività Produttive Caterina Ferri.

 

"Abbiamo lavorato alcuni mesi in stretta collaborazione con la Camera di Commercio - ha affermato l'assessore comunale Marattin - e oggi siamo arrivati alla fase operativa di un bando che mette in campo 300 mila euro, di cui 175mila euro stanziati dal Comune e provenienti dall'avanzo di Bilancio 2013 e da tagli alle indennità dei componenti della Giunta".

Sindaco Tagliani e assessori Ferri, Serra e Marattin, tutti concordi con il presidente Govoni nel sottolineare come "questo intervento sia un segnale per ribadire l'importanza di lavorare in sinergia e collaborazione con altri enti territoriali, nel caso specifico la Camera di Commercio, coinvolgendo anche le associazioni di categoria, non solo per stimolare l'insediamento di nuove imprese ma per attivare nuovi posti di lavoro a livello locale in una situazione di complessiva sofferenza".

Non meno importanti - è emerso dagli interventi nel corso della conferenza stampa - sono i concetti relativi "alle dinamiche economiche che mettono in relazione il nostro territorio con quelli confinanti e all'efficienza operativa degli enti pubblici (Comune e Camera di Commercio) nell'accogliere e sostenere le attività delle imprese che decidono di investire nel territorio ferrarese".  

Questa la scheda sintetica relativa al "Bando per l'attrazione e lo sviluppo di nuove attività produttive nel Comune di Ferrara"

 

- A chi si rivolge

Imprese che al momento della presentazione della domanda:

- non abbiano sede legale, sedi secondarie e/o unità locali proprie o di società controllate (secondo la definizione di cui all'art. 2359 codice civile) nel comune di Ferrara;

- il cui controllo finale, diretto o indiretto, sia riconducibile ad una impresa con sede in territorio italiano o in uno dei Paesi dell'Unione Europea;

- siano in attività, comprovata dalla iscrizione nel Registro imprese/REA territorialmente competente;

- abbiano chiuso un bilancio almeno in pareggio per almeno 2 esercizi consecutivi.

Non rientrano tra i beneficiari le imprese individuali, i professionisti (anche se riuniti in società) e i titolari di partita IVA

 

- Risorse

300.000 euro

 

- Spese ammissibili

Opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche aziendali, macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari all'attività gestionale dell'impresa mezzi mobili strettamente necessari al ciclo di produzione, software e programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell'impresa, brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, progetti e nuove idee, spese esterne di pubblicità e marketing, spese per affitti e noleggi, spese per materie prime e semilavorati destinati alla produzione, secondo le percentuali e con le specificazioni contenute nel bando.

 

- Ammontare del contributo

L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto che coprirà il 40% delle spese effettivamente sostenute e ammesse fino al valore massimo assoluto di contributo pari a 48.000 euro.

Potranno comunque beneficiare del contributo gli interventi che comportino contestualmente:

  • un investimento minimo pari a 60.000 euro;
  • un incremento occupazionale di almeno due addetti di cui almeno 1 unità con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato e 1 unità con contratto di lavoro a tempo determinato della durata minima di 24 mesi (è esclusa ogni ipotesi di trasformazione di contratti in essere).

Gli addetti assunti dovranno risultare residenti o domiciliati nella provincia di Ferrara alla data di apertura del bando.

 

- Premialità

La percentuale di contributo concedibile è aumentata al 50% (in tal caso il contributo massimo concedibile ammonta a 60.000 euro) nel caso in cui il progetto preveda, in aggiunta alle due unità di cui al precedente articolo 3, l'assunzione di un'ulteriore unità lavorativa con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato individuata tra soggetti che abbiano perduto il lavoro non oltre i 24 mesi precedenti la data di apertura del bando e che al momento dell'assunzione non siano beneficiari di ammortizzatori sociali previsti dalla legge (ASPI, indennità di mobilità, indennità di disoccupazione, indennità una tantum co.co.pro, indennità speciale edile, indennità derivanti da iscrizioni a specifiche casse o comparti o fondi (es: aeroportuali, bancari, ecc...).

 

- Quando

Dal 18 novembre al 30 giugno 2015 salvo chiusura anticipata per esaurimento risorse

 

- Modalità trasmissione delle domande

Le domande dovranno essere inviate esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) in formato PDF/A, con sottoscrizione digitale del legale rappresentante dell'impresa richiedente all'indirizzo di posta elettronica certificata della Camera di Commercio.

 

Materiale a cura di  

Ufficio stampa Comune di Ferrara
Ufficio stampa Camera di Commercio di Ferrara

 

 

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: