Comune di Ferrara

martedì, 07 febbraio 2023.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Anche a Ferrara nel fine settimana il punto informativo della campagna nazionale 'Io non rischio'

PROTEZIONE CIVILE - Sabato 11 e domenica 12 ottobre dalle 9.30 in piazza Repubblica. Iniziativa dei volontari della VAB

Anche a Ferrara nel fine settimana il punto informativo della campagna nazionale 'Io non rischio'

08-10-2014 / Giorno per giorno

Sabato 11 e domenica 12 ottobre (dalle 9.30 alle 12 e dalle 15 alle 18) anche a Ferrara, in piazza della Repubblica, sarà presente il punto informativo della campagna nazionale ‘Io non rischio'. L'iniziativa attivata dai volontari dell'associazione VAB (Vigilanza Antincendio Boschivo) con il supporto del Coordinamento Associazioni Volontariato di Protezione Civile della Provincia di Ferrara e in collaborazione con l'Urban Center del Comune di Ferrara, è promossa e realizzata dal Dipartimento della Protezione Civile, da ANPAS (Associazione Nazionale Pubblica Assistenza), dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e dal Consorzio della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, in accordo con le Regioni e i Comuni interessati.
Come in molte altre piazze d'Italia, i volontari saranno a disposizione dei cittadini per la distribuzione di materiali informativi e per rispondere alle domande sulle possibili misure per ridurre il rischio sismico e sul livello di pericolosità del nostro territorio.
Sul sito ufficiale della campagna www.iononrischio.it sono inoltre disponibili le mappe interattive per conoscere la storia e la pericolosità sismica del nostro territorio e per individuare le località coinvolte dalla campagna nel weekend del 11 e 12 ottobre prossimi. Nella sezione "Sei preparato?" è presente il pieghevole con le regole di comportamento da tenere in caso di terremoto.

 

(Comunicato a cura del Dipartimento di Protezione Civile)
Io non rischio": campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile
Torna nelle piazze italiane la campagna informativa sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Sabato 11 e domenica 12 ottobre oltre 2.000 volontari, appartenenti a organizzazioni nazionali, gruppi comunali e associazioni locali di protezione civile, allestiranno punti informativi "Io non rischio" in 150 piazze distribuite su quasi tutte le regioni italiane, per sensibilizzare i propri concittadini sui rischi che interessano il loro territorio.

La novità di questa edizione è che in alcune piazze, in via sperimentale, la campagna si arricchisce di un nuovo tema: il rischio alluvione, che si affianca così al rischio sismico e al rischio maremoto già sperimentati negli anni passati.

Nello spirito di "Io non rischio" il volontariato di Protezione Civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano ancora una volta insieme per diffondere la cultura della prevenzione. I volontari e le volontarie, formati per sensibilizzare i propri concittadini nei territori dove operano quotidianamente, illustreranno cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un'alluvione, un terremoto o un maremoto.

"Io non rischio" - campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione prima di tutto sul rischio sismico - è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L'inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica. L'iniziativa, come ogni anno, si realizzerà anche grazie al supporto delle istituzioni locali - Sindaci, strutture di protezione civile regionali, Anci e Upi. (...)