Comune di Ferrara

mercoledì, 05 ottobre 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Cadono le foglie... e noi le raccogliamo"

ISTITUZIONE SCUOLA - Partita l'iniziativa coordinata dall'Istituzione dei Servizi educativi e dall'Ufficio Verde pubblico

"Cadono le foglie... e noi le raccogliamo"

02-11-2015 / Giorno per giorno

Arriva l'autunno e cadono le foglie. Dal 27 ottobre al 12 novembre 2015, insegnanti genitori bambini e operatori del verde, saranno tutti insieme impegnati per la raccolta delle foglie nei giardini dei Nidi, Servizi integrativi e Scuole dell'infanzia comunali della città.

L'iniziativa, promossa e coordinata dall'Istituzione dei Servizi educativi, scolastici e per le famiglie e dall'Ufficio Verde pubblico ed Arredo urbano del Comune di Ferrara, è inserita nel progetto "Scuole come beni comuni" e intende potenziare un coinvolgimento attivo dei genitori in interventi di cura e miglioramento di cortili, aree verdi e edifici scolastici nel territorio comunale.

L'esperienza, per questa seconda annualità, vede il coinvolgimento di stagisti e allievi di Coop.va Sociale "La Città Verde" e dopo l'avvio al Nido "Rampari" (martedì 27 ottobre) proseguirà nei plessi Nido "Giardino" (giovedì 5 novembre, ore 14.00), Scuola "Jovine" (venerdì 6 novembre, ore 16), Nido "Trenino" (sabato 7 novembre, ore 10), Scuola "Gobetti" (sabato 7 novembre, ore 10), Centro "Millegru", Spazio Bambini "Piccole Gru" e Nido "Il salice" (sabato 7 novembre ore 10.30), Nido "Leopardi" (mercoledì 11 novembre, ore 14) e Scuola "Casa del bambino" (giovedì 12 novembre, ore 15).

Il sostegno e la valorizzazione delle esperienze di cittadinanza e partecipazione attiva che vedono protagonisti bambini, genitori e insegnanti stanno alla base di un progetto che intende incentivare la nascita di reti di solidarietà e di collaborazione tra cittadini e istituzioni.

Il progetto "Scuole come beni comuni" proseguirà, così come lo scorso anno, con la possibilità di accedere, da parte di tutti gli ordini scolastici(dai nidi alle scuole secondarie di secondo grado) a contributi per dieci microprogetti per la realizzazione di attività che si propongono di sviluppare esperienze comunitarie e di socializzazione tra le famiglie , nonché proposte di utilizzo delle risorse strumentali e degli spazi scolastici per sostenere mutualità e reti di relazione comunitarie.

I progetti dovranno essere presentati, utilizzando il modulo predisposto ed inviato alle scuole, entro le ore 14.00 di venerdì 27 novembre presso la sede dell'Istituzione dei Servizi educativi, scolastici e per le famiglie in via G.D'Arezzo n. 2.

 

 

Quando collaborare fa rima con educare (intervento del 6 novembre 2015)
Chi, lavorando nella suola dell'infanzia, è a contatto tutti i giorni con famiglie con figli piccoli osserva, oltre alla difficoltà specialmente delle mamme, di riuscire a star dietro a tutto, la tendenza alla riduzione dei "contatti con l'esterno" e a un progressivo isolamento.
L'istituzione dei servizi educativi e scolastici del Comune di Ferrara ha lanciato un progetto semplice, per cui prendersi cura insieme dei beni della propria comunità, rigenerando giardini e cortili delle scuole frequentate dai propri bambini consente di sperimentare davvero un senso di comunità e di generare legami di appartenenza e vicinanza tra le persone, concretizzando momenti di socialità operosa e insieme divertente.
Il 5 novembre presso la scuola dell'infanzia Jovine di Barco bambini, genitori, nonni e zii si sono ritrovati con insegnanti ed educatori per la raccolta delle foglie nel grande giardino che circonda l'edificio scolastico. Ognuno ha dato il suo contributo: grandi e piccoli di tre generazioni si sono alternati nella raccolta, guidati dalla convinzione che il bene comune sia da difendere e da tutelare e che niente possa educare i figli meglio del dare loro un esempio concreto di cittadinanza attiva.
Oltre a questi due obiettivi, senz'altro ne è stato raggiunto un terzo e cioè la socializzazione tra famiglie che hanno condiviso in seguito anche il tempo di una divertente merenda insieme.
L'iniziativa ha avuto un grandissimo successo di partecipazione, ben oltre le più rosee aspettative, tanto che i rastrelli messi a disposizione dalla cooperativa "la città verde" non sono stati sufficienti ad attrezzare tutti i partecipanti. Questo incoraggia e suggerisce l'urgenza di programmare nuove occasioni di condivisione e partecipazione alle attività della scuola come bene comune.

 

(Comunicato a cura dall'Istituzione dei Servizi educativi, scolastici e per le famiglie)

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: