Comune di Ferrara

lunedì, 01 marzo 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Alla ricerca delle tracce di Biagio Rossetti nella Ferrara medievale

MAGGIO ESTENSE 2016 - Sabato 14 maggio passeggiata storico-artistica con partenza alle 16,30 dalla chiesa di Santa Maria in Vado

Alla ricerca delle tracce di Biagio Rossetti nella Ferrara medievale

12-05-2016 / Giorno per giorno

Si inoltrerà tra le vie della Ferrara medievale, alla ricerca delle architetture legate alla figura di Biagio Rossetti, il percorso storico-artistico, a partecipazione gratuita, in programma sabato 14 maggio con partenza alle 16,30 dal sagrato della chiesa di Santa Maria in Vado (via Borgovado 3 - Ferrara).
A condurre la passeggiata saranno tre guide d'eccezione: Carla Di Francesco, Paola Desantis e Francesco Scafuri. I temi dell'iniziativa, che ha per titolo 'Il Rinascimento di Biagio Rossetti nella Ferrara medievale', saranno introdotti da Michele Pastore, presidente dell'associazione Ferrariae Decus, che ne ha curato l'organizzazione assieme al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara e all'Amministrazione Comunale, nell'ambito delle iniziative del 'Maggio Estense 2016'.
L'itinerario prevede una passeggiata (a piedi o con bicicletta a mano) lungo alcune tra le strade più caratteristiche dell'antica Ferrara, con brevi soste presso Palazzo Schifanoia, l'ex Chiesa di Sant'Andrea, palazzo Costabili detto di Ludovico il Moro e Casa di Biagio Rossetti, dove avrà luogo lo scoprimento di una targa dedicata al grande architetto della Corte Estense alla presenza dell'assessore comunale Aldo Modonesi. Complessi architettonici di pregio e ricchi di fascino, la cui storia e le singolari peculiarità saranno al centro delle spiegazioni dello storico Francesco Scafuri. Durante il percorso, poi, Carla Di Francesco e Paola Desantis offriranno ulteriori elementi di arricchimento e di conoscenza, in particolare in relazione alle vicende e ai restauri riguardanti Palazzo Costabili, sede prestigiosa del Museo archeologico Nazionale e tappa finale dell'itinerario.

In caso di pioggia l'iniziativa si terrà ugualmente sotto il porticato della scuola "Dante Alighieri" (via Camposabbionario 11/a).

 

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

Intento dell'iniziativa è quello di ricordare, a 500 anni dalla morte, la figura dell'architetto ferrarese Biagio Rossetti (1447 c. - 1516), personalità centrale per lo sviluppo urbanistico della città. Visionario, anticipatore, tipico personaggio eclettico del Rinascimento, c'è chi recentemente tende a ridimensionarne il ruolo fondamentale che ebbe al tempo di Ercole I d'Este. Tuttavia, sebbene la sua personalità nasconda qualche inconfessabile segreto e per certi aspetti sia ancora avvolta nel mistero, Rossetti era tenuto in grande considerazione già ai suoi tempi, sia come architetto che come ingegnere idraulico. Si deve a Bruno Zevi l'interesse contemporaneo per la sua poliedrica e straordinaria attività, confermata successivamente nei documenti anche da altri studiosi di chiara fama, come lo storico Adriano Franceschini. Di Rossetti purtroppo non resta neppure la tomba, un tempo conservata in quella che fu la chiesa di Sant'Andrea in via Camposabbionario (oggetto di visita durante l'escursione del 14 maggio), eppure se ne riconosce il genio, in quanto artefice di straordinarie soluzioni urbanistiche e di alcuni tra i più prestigiosi edifici del centro storico, autentici gioielli dell'architettura che dal Medioevo ci portano direttamente alla modernità.

 

Per il programma completo del 'Maggio estense 2016' v. CronacaComune del 2 maggio 2016

 

Immagini scaricabili:

Cartolina Maggio Estense 2016 _ fronte.jpg Cartolina Maggio Estense 2016(retro).jpg