Comune di Ferrara

sabato, 20 agosto 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > L'Orlanfo furioso tradotto in tweet

ASSESSORATO ALLA CULTURA - MuseoFerrara e la Società Dante Alighieri insieme per il futuro del poema

L'Orlanfo furioso tradotto in tweet

23-09-2016 / Giorno per giorno

L'obiettivo che il nuovo cantiere di MuseoFerrara si pone è duplice. «Due traguardi ambiziosi, ma alla nostra portata - esordisce Massimo Maisto, vicesindaco con delega alle Attività Culturali e Turismo, il giorno dell'inaugurazione a Palazzo dei Diamanti - Il primo è immergere il visitatore in una realtà non più visibile, in modo da amplificare la conoscenza del poema ariostesco e trasformarla, rendendola più accessibile. Alle suggestioni suscitate dalla mostra Orlando furioso 500 anni. Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi, si unisce in parallelo La città di Ludovico Ariosto, il quarto progetto di MuseoFerrara. L'approccio interattivo del sito è un tassello fondamentale per coinvolgere sia chi conosce le opere, sia chi è incuriosito dal contesto. Grazie a questa sinergia, la percezione di Ariosto potrà cambiare, avvicinando in modo semplice ed immediato chi non conosce le opere del poeta, in particolar modo i giovani e consentendo a chi già lo conosce di approfondire e cogliere aspetti nuovi e meno noti. Il secondo obiettivo ha origine proprio da queste premesse», prosegue il vicesindaco, «Ludovico Ariosto e il suo tempo potrebbero diventare fonte di ulteriore interesse verso la città e quindi un'occasione imperdibile per attrarre turisti e visitatori, sempre più interessati al turismo culturale e ad esperienze originali e diverse dai tradizionali percorsi. Prendersi cura del proprio patrimonio storico e valorizzarlo tramite sevizi complementari, restituisce qualità al territorio».

Il rapporto tra la mostra e MuseoFerrara intende aprire ulteriormente gli orizzonti intorno a La città di Ludovico Ariosto, sfruttando la capienza e la dimensione del supporto virtuale. Nel portale Ferrara viene raccontata attraverso lo sguardo del poeta. In questo senso il Comune di Ferrara ha stipulato una convenzione con la Società Dante Alighieri di Roma, sottoscritta dal sindaco Tiziano Tagliani e dal segretario generale Alessandro Masi. Una convenzione incentrata sui social network, sulla loro efficacia e soprattutto sull'immediatezza della comunicazione che non deve stravolgere la correttezza espressiva della nostra lingua e la ricchezza di significati che essa veicola, ma sostenerla e promuoverla.

«Secondo un filone tematico che chiamiamo #italsimpatia - spiega Alessandro Masi - la Società Dante Alighieri promuove progetti di divulgazione della poesia e della cultura italiane, tra cui 'Decameron in 100 tweet' o #cartolineDA. A 500 anni dalla prima edizione, così, abbiamo deciso di tradurre anche l'Orlando furioso nel progetto#furioso16tw. In coordinamento con la mostra di Palazzo dei Diamanti visitabile dai soci "Dante" a condizioni favorevoli, pubblicheremo tre tweet in rima e in metrica per ciascuno dei 40 canti dell'opera, a partire dalla fine del mese di settembre, invitando i nostri lettori a formulare letture proprie, fantasiose ma anche rispettose delle regole sintattiche e del senso dell'opera. Sarà il professor Alberto Casadei docente di Letteratura italiana presso l'Università di Pisa e membro del nostro Comitato Scientifico, a garantire la correttezza scientifica del progetto #furioso16tw, per assicurare che alla brevità di un tweet non manchi mai la profondità di una sintesi che sia rispettosa del significato del testo». 

 

(Comunicato a cura dell'Assessorato alla Cultura e al Turismo)

 

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: