Comune di Ferrara

lunedì, 01 marzo 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > 'Alla scoperta del nostro territorio' con passeggiate culturali nelle frazioni di San Bartolomeo in Bosco e Mizzana

DECENTRAMENTO E BENI MONUMENTALI - Domenica 30 ottobre e domenica 6 novembre in compagnia di Francesco Scafuri dell'Ufficio comunale Ricerche Storiche

'Alla scoperta del nostro territorio' con passeggiate culturali nelle frazioni di San Bartolomeo in Bosco e Mizzana

25-10-2016 / Giorno per giorno

Appuntamento domenica 30 ottobre (alle 11.30) San Bartolomeo in Boscodomenica 6 novembre (alle 11) a Mizzana alle prime passeggiate culturali nelle frazioni ferraresi "alla scoperta del nostro territorio". L'iniziativa, coordinata e organizzata dell'Ufficio comunale Ricerche Storiche/Sevizio Beni Monumentali-Centro Storico, è promossa da Assessorato ai Lavori Pubblici/Beni Monumentali in collaborazione con Assessorato al Decentramento/Sport, parrocchie di San Bartolomeo in Bosco e di Mizzana e associazione De Humanitate Sanctae Annae.

Modalità e caratteristiche dei percorsi sono stati presentati in mattinata (martedì 25 ottobre) nella residenza municipale dagli assessori ai Lavori Pubblici Aldo Modonesi e a Sport/Decentramento Simone Merli e dal responsabile dell'Ufficio Ricerche Storiche del Comune di Ferrara Francesco Scafuri. Erano inoltre presenti il capo settore Opere Pubbliche e Mobilità Luca Capozzi, i relatori Carlo D'Onofrio, Paolo Sturla Avogadri e Gianluca Lodi, don Alessio Grossi e don Paolo Cavallari.

"Voluto da Sindaco e Assessorati ai Lavori Pubblici/Beni Monumentali e al Decentramento/Sport, - ha affermato Francesco Scafuri - questo nuovo ciclo, che speriamo di proseguire in primavera, vuole offrire la possibilità anche alle frazioni di partecipare a vere e proprie passeggiate culturali, incentrate sulla storia e sulle vicende curiose, alla scoperta di chiese e monumenti di pregio. Alle iniziative sono ovviamente invitati tutti i ferraresi e insieme a loro anche i turisti".
"In questi anni - ha ricordato l'assessore Aldo Modonesi - abbiamo messo in campo appuntamenti importanti, grazie anche alla collaborazione con Francesco Scafuri e con l'associazionismo, che ci hanno consentito di conoscere le eccellenze storiche e artistiche della nostra città. Un progetto di grande efficacia, - ha poi aggiunto - che abbiamo ora deciso di estendere anche al territorio comunale, formato da molteplici frazioni, ciascuna delle quali portatrice di identità e storia importanti e spesso sconosciute".
"Chi nasce e cresce in una frazione - ha aggiunto Simone Merli - conserva poi negli anni un forte senso di identità e un profondo amore per la propria terra. Il nostro è un territorio in evoluzione che non può trascurare la conoscenza delle sue molte realtà. Spero sia anche la gente di città a partecipare a questi itinerari culturali, approfittando dell'occasione per apprezzare ambienti ed emergenze artistiche a volte solo sfiorati in un passaggio o nella visita ad una sagra".

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

'Alla scoperta del nostro territorio' - Passeggiate culturali nelle frazioni di - San Bartolomeo in Bosco e Mizzan

- San Bartolomeo in Bosco 
Domenica 30 ottobre 2016 ore 11,30
Luogo di ritrovo: sagrato della chiesa, via Masi 174
Itinerario storico-artistico in compagnia di Carlo D'Onofrio e Francesco Scafuri

- Mizzana
Domenica 6 novembre 2016 ore 11
Luogo di ritrovo: chiesa di Santa Maria Annunziata di Betlemme, via Modena 208
Escursione culturale tra la chiesa e l'antica magione, sulle tracce dei Templari,
con Paolo Sturla Avogadri, Gianluca Lodi, Carlo Magri e Francesco Scafuri

 

Il Comune di Ferrara già da tempo promuove e organizza, tra l'altro, inedite escursioni storico-artistiche quasi sempre in città, che vedono spesso la partecipazione di un pubblico numerosissimo.
Con questa iniziativa si vuole offrire la possibilità anche agli abitanti delle frazioni attorno a Ferrara di partecipare a percorsi storico-artistici, cominciando da San Bartolomeo in Bosco e Mizzana: si tratta di vere e proprie passeggiate culturali, alla ricerca delle nostre radici, durante le quali gli esperti porranno al centro dei loro interventi la storia, le vicende più curiose e interessanti riguardanti le due località. Ma agli incontri potrà prendere parte chiunque sia interessato a scoprire aspetti poco noti del territorio ferrarese, perciò l'intento è quello di coinvolgere tutti i residenti del Comune e quei turisti interessati ai singoli temi trattati di volta in volta. Lo scopo, altresì, è quello di far conoscere e valorizzare i principali beni monumentali, le chiese e gli edifici di pregio che nobilitano le strade e le piazze dei piccoli paesi, cui molti dei loro abitanti sono legati fin dalla nascita.
Se le due escursioni incontreranno il favore del pubblico, come auspicato, potranno essere considerate come le prime di una serie di analoghe manifestazioni, che l'Amministrazione Comunale ha in animo di promuovere in altre frazioni del Comune anche per il prossimo anno.
Durante la breve passeggiata a San Bartolomeo in Bosco i relatori ricorderanno le vicende storiche riguardanti il paese; richiameranno, inoltre, l'attenzione dei partecipanti su alcuni tra gli edifici più significati della frazione, come le scuole elementari (1911-12) e la chiesa attuale (consacrata nel 1959), sorta in parte sul sedime di quella settecentesca, quest'ultima purtroppo distrutta dai bombardamenti del 22 aprile del 1945, che risparmiarono il campanile del 1786. Sarà anche l'occasione per illustrare la storia di alcuni edifici di matrice razionalista, a partire dall'ex Casa del Fascio (1939), caratterizzata dall'interessante torre "Littoria" e oggi destinata a Caserma dei Carabinieri, mentre ci sarà la possibilità di vedere da vicino la "Nike", un pregevole monumento ai caduti della Grande Guerra inaugurato nel 1927, che si staglia nel giardino adiacente alle scuole del paese.
Per quanto riguarda Mizzana, l'attenzione dei relatori si focalizzerà, oltre che sulla storia della frazione e delle vie di comunicazione che anticamente rendevano il luogo particolarmente importante, soprattutto sulla chiesa di Santa Maria Annunziata di Betlemme. L'edificio di culto, di origine templare, risale al XII secolo e conserva ancora parte dell'antica struttura medievale di forma circolare, utilizzata parzialmente come abside durante la trasformazione barocca della chiesa, avvenuta nella prima metà del XVII secolo. Si potrà vedere da vicino anche il campanile, ricostruito ex novo nel 1621 (con alcune modifiche successive) utilizzando alla base una campata di un antico portico adelardiano. I relatori ci riporteranno indietro nel tempo, quando cioè nelle immediate adiacenze della chiesa insisteva una magione templare (trasformata nei secoli in civile abitazione ma tuttora esistente), cioè una di quelle case per accogliere i pellegrini, adibita anche a ospedale per malati. La breve passeggia sarà preceduta da un suggestivo video sui Cavalieri Templari realizzato da Carlo Magri, che introdurrà il pubblico ai temi oggetto della visita.

Iniziativa promossa da: Comune di Ferrara - Assessorato ai LL.PP. e Beni Monumentali, in collaborazione con Assessorato al Decentramento e Sport, Parrocchie di San Bartolomeo in Bosco e di Mizzana, Associazione De Humanitate Sanctae Annae.
Coordinamento, organizzazione e testi: Ufficio Ricerche Storiche, Sevizio Beni Monumentali-Centro Storico, Comune di Ferrara.

Immagini scaricabili:

conf stampa davanti retro

Allegati scaricabili: