Comune di Ferrara

martedì, 07 febbraio 2023.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Infrastrutture verdi: finanziato con fondi europei il progetto del Comune

ASSESSORATO ALL'URBANISTICA - Delegazione ferrarese in questi giorni a Londra per sottoscrivere l'accordo di partenariato

Infrastrutture verdi: finanziato con fondi europei il progetto del Comune

07-02-2017 / Giorno per giorno

[Nelle foto - scaricabili in fondo alla pagina - due momenti dell'incontro a Londra fra i vari rappresentanti degli enti partner del progetto Perfect]

 

L'Assessorato all'Urbanistica ha come obiettivo di mandato il tema dell'introduzione negli strumenti urbanistici, che regolano le trasformazioni della città e del territorio, della mitigazione e adattamento climatico, inteso come necessità di dare risposte strutturali, e non solo d'emergenza, alle criticità di tipo ambientale legate ai nuovi fenomeni eccezionali (allagamenti, isole di calore, vulnerabilità sismica). E' maturata in questi ultimi anni la consapevolezza di dover operare in modo più attento sulla città, concentrandosi sulle azioni in grado di migliorare la vita delle persone e dei contesti urbani. Il tema ampio della resilienza viene affrontato col fine di adeguare all'adattamento climatico la città Patrimonio dell'Umanità.

In questo contesto, grazie al Servizio Progettazione europea del Comune di Ferrara, si è riusciti ad ottenere il finanziamento di un progetto di cooperazione territoriale che affronta il tema delle infrastrutture verdi, per la creazione di un piano di azione locale per la tutela, valorizzazione e gestione del patrimonio naturale, come elemento capace di fornire vantaggi per gli ecosistemi e per le persone, compresa la salute e la qualità della vita, che sono fondamentali per favorire la crescita e l'occupazione.

Il progetto PERFECT - questo il nome dell'azione condivisa con i partner europei - è partito ufficialmente questa settimana (dal 6 al 10 febbraio) nella sede di Londra, dove una delegazione del gruppo di lavoro del Comune, formata dall'assessora comunale all'Urbanistica Roberta Fusari, Antonio Barillari (dirigente Servizio Ufficio di Piano e coordinatore del progetto), Silvia Mazzanti (Ufficio di Piano) e Michele Pancaldi (Progettazione Europea), si è recata per la sottoscrizione dell'Accordo di partenariato.

Si tratta di un primo tassello nella strategia di resilienza urbana pensata per la nostra città: la programmazione europea 2014-2020 pone questo tema al centro di una pluralità di programmi, sui quali abbiamo concorso in partenariati europei per riuscire a realizzare oltre ai piani di azione anche progetti pilota.

Il progetto ha un importo complessivo di 2.164.376,00 euro, dei quali 261.063,00 di competenza del Comune di Ferrara, finanziati per l'85% dal FESR - Unione Europea e per il restante 15% dallo Stato (ex delibera CIPE n.10/2015).

 

Questa la scheda dettagliata del progetto (a cura dell'Assessorato all'Urbanistica):

Progetto PERFECT - Pianificare per l'ambiente e l'efficienza delle risorse nelle città europee
Il Comune di Ferrara partecipa al progetto PERFECT - Planning for Environment and Resource eFficiency in European Cities and Towns. Il progetto è finanziato dal programma di cooperazione territoriale "Interreg Europe".
 
L'obiettivo generale di PERFECT è migliorare l'attuazione delle politiche di sviluppo regionale per la tutela e lo sviluppo del patrimonio naturale attraverso il riconoscimento dei molteplici vantaggi delle infrastrutture verdi da parte delle Autorità di gestione dei programmi operativi regionali, degli amministratori locali, dei partner e dei gruppi di interesse.
 
I partner del progetto, oltre al Comune di Ferrara, sono:
1. Town & Country Planning Association - UK (coordinatore)
2. Cornwall Council - UK
3. South Transdanubian Regional Development Agency - HU
4. Provincial Government of Styria, Department for environment and spatial planning - AT
5. City of Amsterdam - NL
6. Regional Development Agency of the Ljubljana Urban - SLO
7. Bratislava Karlova Ves Municipality - SK
 
Il progetto è articolato in una prima fase di implementazione, di durata dal 01/03/2017 al 29/02/2020, e in una seconda fase di monitoraggio, di durata dal 01/03/2020 al 28/02/2022.
 
Il progetto ha un importo complessivo di Euro 2.164.376,00, dei quali Euro 261.063,00 di competenza del Comune di Ferrara, finanziati per l'85% dal FESR-UE e per il restante 15% dallo Stato (ex delibera CIPE n.10/2015).
 
Premessa
I servizi socio-economici e ambientali derivanti dalla protezione, dallo sviluppo e dalla valorizzazione del patrimonio naturale nelle zone urbane sono noti in tutta Europa come 'infrastrutture verdi'.
Nel 2013 la Commissione Europea ha adottato una strategia che ha riconosciuto come gli investimenti nelle infrastrutture verdi permettano di offrire vantaggi per gli ecosistemi e per le persone, compresa la salute e la qualità della vita, che sono fondamentali per favorire la crescita e l'occupazione. Inoltre, se è evidente da un lato che i programmi finanziati dai fondi strutturali dell'Unione Europea incoraggiano una migliore efficienza nella gestione del patrimonio naturale, dall'altra, nonostante le ampie comprovate buone pratiche, molte autorità di gestione, amministrazioni locali, tecnici all'interno di comuni ed enti pubblici responsabili del patrimonio naturale, non sono consapevoli dei benefici multipli delle infrastrutture verdi nel contribuire ad aumentare la competitività dei propri territori.
 
Obiettivo generale
PERFECT si propone di dimostrare come la tutela, lo sviluppo e la valorizzazione del patrimonio naturale possa contribuire ad una crescita sostenibile, intelligente ed inclusiva, attraverso lo scambio di buone prassi in materia di nuovi usi delle infrastrutture verdi migliorando quelli esistenti. Il progetto mira quindi principalmente a potenziare le capacità e le conoscenze di decisori pubblici e amministratori, funzionari, esperti, tecnici al fine di incentivare l'adozione di pratiche nei principali strumenti di policy e prevedere investimenti concreti sulle infrastrutture verdi.
 
Obiettivi specifici
Individuare e analizzare le buone prassi sull'utilizzo delle Infrastrutture verdi tra i partner;
- Coinvolgere le autorità di gestione sui benefici socio-economici delle infrastrutture verdi al fine di influenzare i nuovi progetti e migliorare la governance degli strumenti di policy;
Aumentare la capacità tecnica degli attori chiave nella realizzazione di nuovi interventi;
Sviluppare i piani d'azione dei partner al fine di influenzare gli strumenti di policy da ciascuno individuati (documenti di programmazione e/o piani strutturali) per definire o includere gli investimenti strategici anche nelle infrastrutture verdi.
 
Attività
Il progetto è diviso in due fasi:
- La prima fase, della durata di 3 anni, prevede  una analisi a livello internazionale volta ad identificare e a trasferire buone pratiche all'interno dei contesti territoriali attraverso visite di studio, seminari, workshop e sessioni peer to peer (sono momenti in cui ogni città ospita esperti provenienti dalle altre realtà coinvolte, che li supportano nella valutazione dei singoli obiettivi e nell'identificazione delle pratiche più in linea per raggiungerli). Ogni partner è affiancato da un gruppo di stakeholder locali, con cui condividere necessità territoriali, risultati delle attività svolte a livello transnazionale e avere supporto nel percorso di trasferimento delle buone pratiche e nello sviluppo di un Piano di Azione Locale. Alla fine di questa fase sono possibili azioni pilota, finanziate dal programma, se ritenute utili dalla partnership e dal segretariato tecnico.
- La seconda fase, della durata di 2 anni, è dedicata al monitoraggio dell'implementazione delle azioni previste dai piani d'azione dei partner.
 
Ruolo del Comune di Ferrara 
I partner, in fase di preparazione della candidatura, sono stati chiamati a scegliere il proprio documento di policy per renderlo più operativo rispetto agli obiettivi legati alla massimizzazione delle opportunità offerte dalle infrastrutture verdi. Si è scelto di lavorare sul Piano urbanistico comunale perché il PSC include la "Città verde" con l'obiettivo di ampliare e gestire aree verdi con il coinvolgimento della comunità locale, promuovere e supportare operazioni in aree verdi e prevede politiche volte alla valorizzazione dell'agricoltura periurbana ma necessita di essere implementato rispetto alle infrastrutture verdi al fine di ottenere ricadute in termini di lavoro e di crescita. Inoltre il Piano urbanistico comunale può indirizzare l'utilizzo delle infrastrutture verdi per la mitigazione e l'adattamento climatico per proteggere i cittadini e la città da eventi atmosferici estremi. Quindi l'obiettivo del Comune è redigere un piano d'azione locale che venga recepito dal Piano urbanistico comunale e che delinei una strategia di ridefinizione delle priorità di investimento in tema di infrastrutture verdi tramite obiettivi strategici declinati in obiettivi operativi, previsione e valutazione, se possibile, di mezzi finanziari e fonti di finanziamento ad hoc.
L'impatto di PERFECT a livello locale vuole essere anche quello di influenzare la pianificazione regionale e indirizzare le politiche regionali nelle priorità delineate nel Programma operativo regionale - Fondo europeo di sviluppo regionale (POR FESR) per la futura programmazione con le azioni delineate nel piano d'azione elaborato dal progetto.
Questi obiettivi verranno perseguiti attraverso le seguenti attività:
1. formazione di un gruppo di stakeholder locali che si incontreranno regolarmente per discutere problematiche e soluzioni, che parteciperanno agli eventi locali e di progetto e collaboreranno con il Comune di Ferrara per la redazione del Piano di azione locale in cui confluiranno i risultati di tutto il percorso;
2. partecipazione alle attività di comunicazione a livello di progetto e alla redazione degli output e delle piattaforme di comunicazione realizzate;
3. organizzazione di 4 eventi di disseminazione a livello locale/regionale, che coinvolgano gli stakeholder e la comunità locale;
4. collaborazione nella redazione di una matrice delle buone pratiche e identificazione di una buona pratica relativa ai modelli partecipativi.

 

Immagini scaricabili: