Comune di Ferrara

domenica, 20 settembre 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Giorgio Bassani e la casa della magnolia": visita guidata a Casa Ariosto

CULTURA - Sabato 16 settembre alle 16 per la mostra di fotografie storiche allestita in via Ariosto 67

"Giorgio Bassani e la casa della magnolia": visita guidata a Casa Ariosto

14-09-2017 / Giorno per giorno

"Giorgio Bassani e la casa della magnolia" è il titolo della visita guidata alla mostra di fotografie storiche con conversazione sul tema in programma per sabato 16 settembre 2017 alle 16 alla Casa di Ariosto, via Ariosto 67 a Ferrara. Questi spazi, affidati di recente alla Fondazione Giorgio Bassani, ospitano la mostra fotografica sulla casa del romanziere in via Cisterna del Follo 1 e la visita è inserita all'interno delle iniziative organizzate in occasione della "Festa del libro ebraico 2017".
La voce registrata di Giorgio Bassani che legge e commenta la sua poesia "Le leggi razziali" accoglierà i visitatori, mentre  li accompagneranno nella visita Paola Bassani, figlia dello scrittore, Silvana Onofri, presidente dell'Associazione Arch'è, e il fotografo Paolo Zappaterra. Letture dell'attrice Gioia Galeotti. L'iniziativa - a ingresso gratuito - ha il patrocinio del Comune di Ferrara.

COMUNICATO a cura degli organizzatori
Numerosi sono i ferraresi e i viaggiatori che vanno alla ricerca della mitica casa della magnolia resa famosa della poesia "Le leggi razziali", quella magnolia che, piantata nel 1939 nel cortile interno della casa di via Cisterna del Follo 1, tuttora "fuoresce oltre i tetti circostanti".
Una piccola lapide apposta sulla facciata della casa ricorda che Bassani l'ha abitata, ma l'interno, profondamente modificato dopo la vendita avvenuta nel 1993, non è aperto al pubblico e solo le parole di Bassani, alcune sequenze del film di Vittorio De Sica, gli ormai storici scatti di Paolo Zappaterra del 1989 e le istantanee di famiglia con gli arredi dalla casa, permettono di conoscere un luogo bassaniano spesso sottovalutato o frainteso.
Quattro delle istantanee esposte in un unico pannello sono acquisizioni recenti della Fondazione: la prima, dei primi anni '50 (dono di Ranieri Varese), mostra Claudio Varese, Dora e Valeria Bassani con la bassotta Mimì nel giardino di casa Bassani e testimonia il legame d'amicizia che ha legato il grande studioso e critico Claudio Varese alla famiglia Bassani e particolarmente a Giorgio, di cui Claudio Varese è stato, fin dagli anni di formazione dello scrittore, amico, guida e punto di riferimento essenziale nelle sue scelte politiche e letterarie. Le altre tre, scattate il 4 marzo 1974, giorno del compleanno di Bassani, sono pervenute, come racconta Paola Bassani, in modo singolare: "Nella primavera del 2008... Valerio Cappozzo (Assistant Professor of Italian, University of Mississippi), arriva a Parigi, da Bloomington, e mi consegna una busta affidatagli dal professor Edoardo Lèbano, contenente lettere, foto - persino una poesia manoscritta, Dal Campus - di mio padre: un insieme di documenti assolutamente preziosi e relativi alla sua esperienza di Visiting Professor, svoltasi appunto a Bloomington...".

La mostra "Giorgio Bassani e la casa della magnolia" rimarrà aperta fino a domenica 1 ottobre a Casa di Ariosto, via Ariosto 67 a Ferrara da martedì a domenica ore 10-12.30 e 16-18, ingresso gratuito.

Per info: email arche.ferrara@gmail.com, cell. 340 0773526 o 331 1055853

Immagini scaricabili:

"Giorgio Bassani e la Casa della magnolia":  locandina della visita guidata, Ferrara 16 settembre 2017 Foto di Zappaterra alla mostra su "Giorgio Bassani e la Casa della magnolia", Ferrara, fino a 1 ottobre 2017 Claudio Varese, Valeria e Dora Bassani nel giardino 1950 circa -  Ferrara, mostra "Giorgio Bassani e la casa della magnolia" Lebano e Bassani nel giardino nel 1974 - Ferrara, mostra "Giorgio Bassani e la casa della magnolia"