Comune di Ferrara

sabato, 19 ottobre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Sottoscritto il protocollo per la maggiore sicurezza sui mezzi pubblici a Ferrara

PREFETTURA - In mattinata nel corso della riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

Sottoscritto il protocollo per la maggiore sicurezza sui mezzi pubblici a Ferrara

26-09-2018 / Giorno per giorno

 (Comunicazione a cura della Predettura di Ferrara)


Questa mattina, nell'ambito del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, il Prefetto di Ferrara, dott. Michele Campanaro, il Sindaco del Comune di Ferrara, avv. Tiziano Tagliani, la Presidente di TPER S.p.A., dr.ssa Giuseppina Gualtieri e l'Amministratore Unico di AMI Ferrara, dr. Giuseppe Ruzziconi, hanno sottoscritto il "Protocollo d'intesa in materia di sicurezza del personale in servizio e degli utenti dei mezzi di trasporto pubblico", della durata di 36 mesi e rinnovabile alla scadenza.
Presenti anche l'Assessore alla Mobilità e alla Sicurezza Urbana del Comune di Ferrara, dr. Aldo Modonesi, il Questore, dr. Giancarlo Pallini, il Comandante provinciale dei Carabinieri, col. Andrea Desideri e il Comandante provinciale interinale della Guardia di Finanza, col. Antonino Magro.
L'approfondimento della problematica, su cui il Ministero dell'Interno aveva richiamato l'attenzione dei Prefetti della Repubblica nei mesi scorsi, era stata oggetto di apposite riunioni di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, nel cui contesto è emerso che, pur non assumendo connotazioni di rilevanza critica, i fenomeni di degrado e violenza verificatisi in provincia a bordo dei mezzi pubblici, sono sintomatici di una tematica emergente, che evidenzia l'esigenza in chiave preventiva di iniziative coordinate per la sicurezza del trasporto pubblico, mirate ad aumentare la percezione della sicurezza per chi usa i mezzi pubblici e per gli stessi operatori.
"In un'ottica strategica di implementazione dell'utilizzo dei mezzi pubblici - ha sottolineato il Rappresentante del Governo - per ottimizzare e snellire i flussi di traffico e migliorare la qualità stessa della vita, è importante la salvaguardia della sicurezza dei viaggiatori e del personale di servizio, anche rispetto a fenomeni di vandalismo e malcostume".
Col Protocollo sottoscritto questa mattina, TPER si impegna a dotare gli autobus di prossima immatricolazione - una prima installazione sperimentale avverrà su 50 mezzi in servizio sul territorio urbano sulle linee a maggior criticità, con una spesa prevista di € 150.000,00 - della componentistica (cablaggi, predisposizioni) idonea all'installazione di sistemi di videosorveglianza, nonché ad inserire nei piani di investimento la fornitura della componentistica di bordo per dotare di videosorveglianza una parte significativa della flotta, ammontante a 200 mezzi.
In quanto soggetto gestore del bacino della provincia di Ferrara, insieme con l'Agenzia per la Mobilità, TPER si impegna inoltre a valutare l' affiancamento a bordo dei controllori per la verifica dei titoli di viaggio con personale di security appositamente formato, secondo la vigente normativa che prevede e regolamenta l'affidamento a guardie giurate dipendenti di servizi di sicurezza sussidiaria, per il cui espletamento non è richiesto l'esercizio di pubbliche potestà o l'impiego di appartenenti alle forze di polizia, nell'ambito dei servizi di trasporto pubblico. Gli stessi Enti programmeranno anche periodici incontri negli istituti scolastici al fine di promuovere un confronto sul corretto uso del trasporto pubblico, il cui buon andamento dipende anche dalla capacità di collaborazione tra personale addetto e fruitori del servizio; un modo per incrementare la conoscenza dell'importanza del trasporto pubblico e la sua complessità organizzativa, ma anche per far comprendere le grandi opportunità che una mobilità collettiva efficiente può offrire, per il valore sociale che rappresenta, allo sviluppo del territorio.
In Prefettura è costituito un Tavolo Tecnico con il compito di individuare le linee urbane ed extraurbane di trasporto pubblico a maggior criticità, definire puntualmente le fasce orarie a maggior rischio e determinare i criteri per lo svolgimento, da parte delle Forze di Polizia e della Polizia Municipale, di periodici servizi straordinari di controllo.
Anche le eventuali criticità che emergessero dallo svolgimento delle attività degli operatori della sosta saranno sottoposte a specifico ed approfondito esame da parte del Tavolo Tecnico, che si riunirà a cadenza trimestrale per la verifica dell'avanzamento del programma e dei risultati conseguiti e per la programmazione degli ulteriori interventi.

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: