Comune di Ferrara

martedì, 10 dicembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Rimossi dagli agenti volantini offensivi nei confronti degli operatori del Nucleo Cinofilo

POLIZIA MUNICIPALE - Rinvenuti in via Dè Romei, via Pontegradella, via Canapa. Dell'accaduto sarà informata formalmente l'autorità giudiziaria

Rimossi dagli agenti volantini offensivi nei confronti degli operatori del Nucleo Cinofilo

15-11-2018 / Giorno per giorno

Nel primo mattino di mercoledì 14 novembre sono stati rinvenuti, da personale della Polizia Locale Terre Estensi, alcuni volantini affissi da ignoti in vari punti della città (via Dè Romei, via Pontegradella, via Canapa) di tenore offensivo nei confronti degli appartenenti al Corpo.
In particolare le frasi e le raffigurazioni denigratorie erano rivolte agli operatori del Nucleo Cinofilo, verosimilmente riferibili alle operazioni di prevenzione e repressione intraprese contro lo spaccio di sostanze stupefacenti che li vede protagonisti insieme ai cani e agli agenti della Polizia Municipale ferrarese.
I manifesti, che hanno anche determinato l'imbrattamento dei muri, sono stati subito rimossi, mentre si è provveduto ad informare i competenti uffici della Questura di Ferrara per i necessari accertamenti volti ad individuare gli autori.
A tutela del proprio personale il Comando della Polizia Locale informerà formalmente l'autorità giudiziaria di quanto accaduto.
L'attività del Nucleo Cinofilo Terre Estensi è stata condotta proficuamente in tante zone critiche della città, dove a pochi mesi dall'entrata a regime sono stati rinvenuti, anche in seguito a segnalazioni dei cittadini residenti, quasi cinque chili di sostanze stupefacenti di vari tipo. Dall'ottobre scorso, unitamente alle altre Forze dell'Ordine e spesso in modo congiunto, il Nucleo è stato coinvolto secondo quanto prevede una direttiva ministeriale, nell'azione di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi delle scuole di vario ordine e grado, con riscontro positivo fra i dirigenti scolastici e in quanti ritengono di tutelare la salute dei giovani.

(Comunicazione a cura del Corpo Polizia Locale Terre Estensi)