Comune di Ferrara

sabato, 19 ottobre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Numerose opere pubbliche in programma in città, nuove intitolazioni, accordo con la Regione per il servizio di difesa civica comunale

GIUNTA COMUNALE - Le principali delibere approvate nella seduta del 15 gennaio 2019

Numerose opere pubbliche in programma in città, nuove intitolazioni, accordo con la Regione per il servizio di difesa civica comunale

15-01-2019 / Giorno per giorno

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì 15  gennaio:

Assessorato ai Lavori Pubblici e Mobilità, Sicurezza Urbana, Protezione civile, assessore Aldo Modonesi:

Opere pubbliche: in programma numerosi interventi su strade ed edifici pubblici del territorio comunale
Sono stati illustrati stamani dall'assessore Aldo Modonesi con una informativa alla Giunta i  progetti relativi ad una serie di opere pubbliche in programma nel territorio comunale. Gli interventi sono stati approvati con determine dirigenziali e sono in via di assegnazione da parte dell'Amministrazione comunale.
Questo l'elenco dei progetti illustrati:

- Progetto esecutivo relativo ai lavori di manutenzione straordinaria e messa a norma del Palazzo Municipale di Ferrara Ala Sud: interventi sul coperto. Importo lavori: 120.000 euro (oltre Iva), da appaltare mediante procedura negoziata, con invito a 10 ditte specializzate nel settore.

- Progetto relativo ai lavori di manutenzione ordinaria delle barriere di sicurezza stradale nel territorio comunale. Spesa complessiva: 77.744 euro (Iva compresa). Lavori da appaltare mediante procedura negoziata con invito a 10 ditte specializzate nel settore.

- Progetto per la realizzazione di impianti di videosorveglianza, nell'ambito dell'Accordo di Programma tra la Regione Emilia Romagna e il Comune di Ferrara, per la realizzazione del Progetto "Ancora Insieme e Sicuri". Si prevede l'installazione di 6 telecamere dome full hd con applicativo cloud posizionate nelle vie di accesso alla città e di 30 telecamere con registrazione immagini nei territori del Quartiere Giardino, del Centro Storico e di alcune frazioni del forese. Spesa complessiva: 141.110 euro (Iva compresa).

- Progetto per la messa in sicurezza del Palapalestre di via Porta Catena a Ferrara. Spesa complessiva: 100.000 euro (Iva compresa). Lavori da appaltare mediante procedura negoziata con invito a 10 ditte specializzate nel settore.

- Progetto esecutivo relativo ai lavori di sostituzione degli infissi di varie scuole: nido Giardino, scuola secondaria di Cona, scuola materna Satellite. Spesa complessiva: 291.500 euro (Iva compresa). Lavori da appaltare mediante procedura negoziata, con invito a 15 ditte specializzate nel settore.

- Progetto esecutivo relativo ai lavori di completamento degli spazi del secondo piano di Casa Borsari (parte integrante del Teatro Comunale di Ferrara). Spesa complessiva: 90.000 euro (iva compresa). Il progetto prevede sia lavori edili che opere impiantistiche (da assegnare mediante due separate procedure negoziate con affidamento diretto). Gli spazi saranno destinati a ospitare le attività tecnico amministrative della Euyo, l'orchestra giovanile europea fondata da Claudio Abbado e attualmente residente a Ferrara.  

- Progetto esecutivo relativo al rifacimento dell'impianto di rilevazione fumi nella chiesa di S. Cristoforo alla Certosa a Ferrara. Spesa complessiva: 70.000 euro (iva compresa). Il nuovo impianto, che andrà a sostituire quello esistente ormai obsoleto, è stato progettato tenendo conto non solo delle nuove norme vigenti di prevenzione incendi, ma anche della necessità di una più agevole ed economica manutenzione. L'impianto sarà composto da: un sistema puntiforme wireless per le cappelle laterali e i vani complementari al culto, un sistema a rilevazione ottica per le zone centrali  della chiesa nella fascia inferiore e un sistema ad aspirazione e campionamento per la fascia alta del complesso. Grazie alla distribuzione a cornice, gli impianti saranno a minimo, se non nullo, impatto visivo.

- Progetto esecutivo relativo agli interventi di adeguamento antincendio del nido Cavallari in zona Barco, a Ferrara. Spesa complessiva: 160.000 euro (Iva compresa). Lavori da appaltare mediante procedura negoziata, con invito a 10 ditte specializzate nel settore.

- Progetto esecutivo relativo all'intervento conservativo straordinario della segnaletica stradale verticale, complementare ed orizzontale, nelle strade e nelle piazze della città e del forese, per l'adeguamento alle norme UNI EN 12899:2008 ed UNI EN 1436:2008. Importo lavori: 154.700 euro (oltre Iva), da appaltare mediante procedura negoziata, con invito a 10 ditte specializzate nel settore.

- Progetto esecutivo relativo alla realizzazione di interventi straordinari di segnaletica stradale, per dare esecuzione a nuove ordinanze sindacali permanenti. Importo lavori: 62.000 euro (oltre Iva), da appaltare mediante procedura negoziata, con invito a 10 ditte specializzate nel settore.

- Progetto relativo ai lavori di manutenzione ordinaria di ponti e viadotti. Spesa complessiva:  166.915 euro (Iva compresa). Lavori da appaltare mediante procedura negoziata, con invito a 10 ditte specializzate nel settore.

- Progetto esecutivo relativo ai lavori di realizzazione delle nuove pavimentazioni stradali in materiale lapideo di via Croce Bianca (da via Garibaldi a via Capo delle Volte) e di via Della Concia (da via Croce Bianca a via Vegri) a Ferrara. Spesa complessiva: 300.000 euro (Iva compresa). Lavori da appaltare mediante procedura negoziata, con invito a 15 ditte specializzate nel settore.

- Progetto relativo ai lavori di completamento delle opere di urbanizzazione di via Urbano III, non eseguite dal soggetto attuatore titolare del permesso di costruire. Spesa complessiva 130.000 euro (Iva compresa). Lavori da appaltare mediante procedura negoziata, con invito a 10 ditte specializzate nel settore.

- Progetto esecutivo relativo ai lavori per la realizzazione di un percorso ciclopedonale in via Marconi. Spesa complessiva di 120.000 euro (Iva compresa). Lavori da appaltare mediante procedura negoziata, con invito a 10 ditte specializzate nel settore.

- Progetto per l'integrazione allo stadio Paolo Mazza di Ferrara dell'impianto di telecamere con nuove forniture ed ulteriori interventi richiesti dalla Questura, nell'ambito delle opere per l'adeguamento dell'impianto alle nuove prescrizioni di sicurezza. Spesa complessiva: 107.229 euro (Iva compresa). Affidamento della fornitura e posa in opera mediante procedura negoziata diretta.

- Progetto relativo alla demolizione/rimozione di due chioschi (in viale Po 1/D e in via San Maurelio 14/a a Ferrara) occupanti abusivamente aree pubbliche, a seguito di scadenza della relativa concessione e inerzia dei soggetti obbligati. Spesa complessiva: 17.500 euro (Iva compresa). Prevista esecuzione in danno con conseguente recupero delle spese sostenute. Affidamento diretto dei lavori, previa indagine di mercato.

- Progetto esecutivo relativo all'adeguamento infrastrutturale dei percorsi piedibus e bici bus in città, nell'ambito del Progetto Polis -  interventi di mobilità sostenibile per gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro, inserito nel Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro. Spesa complessiva: 80.000 euro (Iva compresa). Lavori da appaltare mediante procedura negoziata, con invito a 10 ditte specializzate nel settore.

 

Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani, Cooperazione Internazionale - Politiche per la pace, vicesindaco Massimo Maisto:

Nuove intitolazioni e nuove targhe nel territorio comunale
Il campo da calcio di San Bartolomeo in Bosco sarà intitolato alla memoria di Vincenzo Zucchini, ex calciatore ed allenatore di squadre nazionali. A prevederlo è una proposta della Commissione cittadina per la Toponomastica che è stata ratificata oggi dalla Giunta e che, al riguardo, contempla l'apposizione di una targa con il testo: 'Centro Sportivo S. Bartolomeo in Bosco Vincenzo Zucchini, Capitano Gentiluomo'.
L'area verde di via Caneva a Ferrara sarà invece dedicata a Bruno Paparella, con l'apposizione di una targa sul muro di cinta della Palazzina di Marfisa d'Este, sul lato destro dell'ingresso del Tennis Club Marfisa, riportante la dicitura: 'Giardino Bruno Paparella, Ferrara 1922 - Roma 1977, Partigiano, Segretario Generale Azione Cattolica 1959-1972'. Mentre il nome di don Francesco Forini sarà legato alla rotatoria tra via Modena e via Schiavoni a Ferrara, con l'apposizione di una targa riportante la dicitura: 'Rotatoria Don Francesco Forini, sacerdote e missionario, 1947-2014,
parroco a Mizzana dal 1997 al 2014'.
A Palazzo Gulinelli Canonici Mattei, in corso Ercole I d'Este a Ferrara, è infine prevista la sostituzione della targa sulla facciata con una nuova riportante la dicitura: 'Palazzo Gulinelli- Canonici Mattei, XIV-XVI secolo, Ricostruito nella seconda metà del XIX secolo, Ristrutturato a seguito del sisma 2012, Opera Don Cipriano Canonici Mattei, Ferrariae Decus'.
La delibera relativa alle diverse proposte della Commissione Toponomastica, approvata dalla Giunta, proseguirà ora l'iter di legge e sarà trasmessa alla Prefettura di Ferrara per le necessarie autorizzazioni.

 

Assessorato al Decentramento e Sport, assessore Simone Merli:

Affidato al difensore civico regionale il servizio di difesa civica comunale
Avrà una durata di tre anni la convenzione, approvata oggi dalla Giunta, con cui il Comune di Ferrara affiderà al Difensore civico regionale il servizio di difesa civica comunale. L'accordo prevede l'attivazione, all'interno dell'Urp-Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Ferrara di uno sportello di difesa civica, nel quale i cittadini potranno ricevere materiale informativo, predisposto dalla Regione, sulla difesa civica e sui metodi di risoluzione alternativa delle controversie; materiale che sarà reso disponibile anche on line tramite l'attivazione di uno specifico link sul sito del Comune.
Al Difensore civico sono in particolare demandati: il servizio di difesa civica, a tutela dei diritti dei cittadini, per la vigilanza sul buon andamento e l'imparzialità della Pubblica Amministrazione, secondo i criteri di legalità, trasparenza, efficienza ed efficacia; il parere di ammissibilità sui diversi istituti partecipativi previsti nello Statuto del Comune; l'attività di informazione nei confronti dei cittadini interessati agli istituti di democrazia diretta; e l'emissione di pareri su materie e quesiti di interesse dell'ente.
Ogni anno, entro il 31 marzo, il Difensore civico regionale presenta al Presidente dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna una relazione sull'attività svolta nell'anno precedente, che una volta discussa in sede assembleare, viene resa pubblica sul sito web del Difensore civico ed inviata ai sindaci dei Comuni convenzionati.
La difesa civica è nata come forma pre-contenziosa di tutela dei cittadini e ha la caratteristica di essere facilmente accessibile, in ragione della sua gratuità, dell'assenza di formalità procedurali e della prossimità al territorio. Il suo obiettivo principale è quello di correggere le eventuali disfunzioni, inefficienze e iniquità dell'agire delle pubbliche amministrazioni, nell'intento di garantire l'attuazione dei principi costituzionali di buon andamento e imparzialità. La difesa civica raccoglie le segnalazioni dei cittadini, ne valuta il fondamento e, se del caso, indica alla pubblica amministrazione la condotta legittima o più appropriata al caso, nell'obiettivo di comporre il contenzioso fin dalle sue fasi iniziali. Le questioni più complesse vengono affrontate nel corso di apposite udienze di mediazione, durante le quali, dopo una prima fase di confronto, si favorisce la formazione di un accordo transattivo fra le parti. La difesa civica prevede anche una fase consultiva e di indirizzo, nella quale fornisce pareri ai cittadini o agli uffici pubblici.
La convenzione con l'Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna non comporterà oneri di spesa per l'Amministrazione comunale.

 

Assessorato al Commercio, Semplificazione Amministrativa, Servizi Informatici, Patrimonio, assessore Roberto Serra

Gli spazi del Mercato coperto concessi per una manifestazione enogastronomica
Saranno gli spazi del Mercato comunale coperto di via Boccacanale di Santo Stefano a Ferrara a ospitare dal 23 al 26 gennaio 2019 la manifestazione enogastronomica 'Retrogusto' organizzata dalla ditta DodiciEventi. Per la concessione degli spazi, autorizzata oggi dalla Giunta, è previsto il versamento al Comune da parte degli organizzatori della somma di 356 euro (Iva compresa).

 

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell'Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all'indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818