Comune di Ferrara

lunedì, 21 ottobre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Sulla caduta dell'anta della finestra alla scuola primaria Biagio Rossetti e i controlli tecnici agli infissi

LAVORI PUBBLICI E SCUOLA – Nota del 2 marzo 2019 – Settore Opere pubbliche, Servizio Edilizia

Sulla caduta dell'anta della finestra alla scuola primaria Biagio Rossetti e i controlli tecnici agli infissi

02-03-2019 / Giorno per giorno

La caduta dell'anta di una finestra alla scuola Rossetti è un episodio grave e non sarebbe dovuto accadere. Prima di tutto però, desideriamo sgombrare il campo sul fatto che l'intervento di complessiva sostituzione degli infissi della scuola, effettuato solo tre anni fa, sia stato fatto con materiali scadenti e "in economia": la scelta fatta, di installare cioè finestre di produzione tedesca e "super-certificate", era infatti finalizzata ad ottenere la miglior qualità.
Ora, dopo aver controllato tutti gli altri infissi della scuola ed eliminato ogni rischio per la riapertura della scuola lunedì 4 marzo, siamo concentrati a capire esattamente quale componente difettoso ha determinato il malfunzionamento del sistema di apertura, rendendo instabile l'anta caduta. Questa operazione verrà eseguita anche con l'aiuto dei produttori e di un laboratorio specializzato, già lunedì.

È importante sottolineare che la scelta dell'apparato di apertura ad "anta-ribalta" non è stata casuale, ma dettata anch'essa dalla sicurezza in quanto tale tipologia di infisso permette di garantire la ventilazione naturale anche in presenza di alunni all'interno dell'aula, cosa che non può accadere con infissi tradizionali.
Pur nella consapevolezza che si sia trattato di un episodio a carattere di eccezionalità, faremo ovviamente e rapidamente controlli analoghi anche in altre scuole.
Riguardo all'attività manutentiva delle scuole di proprietà comunale, è utile ricordare che solo nel 2018 sono stati investiti 3 milioni e 600mila euro, proprio per rendere più sicure e funzionali venticinque scuole ferraresi.

La mole dell'investimento dà il segno dello sforzo che anche quest'anno si è voluto compiere nel campo dell'edilizia scolastica, con interventi su 25 delle 61 scuole comunali, per il consolidamento delle coperture, l'eliminazione delle barriere architettoniche, l'adeguamento alla normativa antincendi e il miglioramento dell'impiantistica.
Un investimento che ha potuto contare anche su cofinanziamenti del Miur, in particolare per le primarie Leopardi e Ciari, grazie all'intenso lavoro di programmazione  e progettazione nel cercare di sfruttare tutti i bandi nazionali e regionali a disposizione, con cofinanziamenti già ottenuti anche per lavori da eseguire nel 2019.

Quelli di edilizia scolastica sono tra gli interventi meno visibili alla cittadinanza, anche perché sempre eseguiti nella pausa estiva, ma tra i più utili per la comunità, poiché finalizzati a migliorare la qualità dell'istruzione dei ferraresi che stanno crescendo.

Nota a cura del Settore Opere pubbliche, Servizio Edilizia