Comune di Ferrara

martedì, 22 ottobre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Presentazione del 'Piano di Azione per l'Energia Sostenibile e il Clima/Terre Estensi-PAESC 2019-2030'

ASSESSORATO ALL'AMBIENTE - Venerdì 8 marzo alle 10.30 sala degli Arazzi della residenza municipale di Ferrara - DOCUMENTAZIONE

Presentazione del 'Piano di Azione per l'Energia Sostenibile e il Clima/Terre Estensi-PAESC 2019-2030'

08-03-2019 / Giorno per giorno

Venerdì 8 marzo 2019 alle 10.30, nella sala degli Arazzi della residenza municipale di Ferrara, si è tenuta la presentazione del "Piano di Azione per l'Energia Sostenibile e il Clima/Terre Estensi-PAESC 2019-2030", a cura dell'Associazione Terre Estensi (Comuni di Ferrara, Masi Torello e Voghiera) in collaborazione con SIPRO Spa - Agenzia per lo Sviluppo Ferrara.
Questo il programma della mattinata di lavoro: ore 10,30 - Saluti istituzionali; ore 10,50 - Relazione di presentazione: Analisi di vulnerabilità al cambiamento climatico nel territorio - Bilancio consumi energetici ed emissioni gas serra 2007-2017; ore 11,20 - Relazione di presentazione Schede di azione alla mitigazione (riduzione emissioni di CO2) e Schede di azioni di adattamento climatico - Periodo 2018-2030;  ore 11,45 - Dibattito e comunicazioni organizzative del futuro percorso; ore  12,15 - Conclusione.

Giornalisti, fotografi e operatori video sono invitati

(comunicazione a cura dell'assessorato all'Ambiente Comune di Ferrara)

>> AGGIORNAMENTO DELL'8 MARZO 2019 - Presentazione agli stakeholder del PAESC - Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile e il Clima (slide scaricabili in fondo alla pagina, file PDF)

Venerdì 8 marzo 2019, nella sala Arazzi del Comune di Ferrara, si è svolta la presentazione agli stakeholder - cioè i soggetti direttamente o indirettamente coinvolti al progetto - del PAESC, Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile e il Clima, dell'Associazione Terre Estensi, costituita dai Comuni di Ferrara, Voghiera e Masi Torello.

Questo risultato scaturisce da un percorso iniziato nel 2012, con l'adesione da parte dei tre comuni al Patto dei Sindaci, iniziativa internazionale che impegnava i territori a ridurre le proprie emissioni di Co2 del 20% entro il 2020, e continuato con l'approvazione del primo PAES - Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile nel 2013. In questo primo documento si prevedeva una riduzione delle emissioni di anidride carbonica del 24,7% entro il 2020, rispetto ai livelli base dell'anno 2007, e il monitoraggio al 2017 ha registrato una riduzione delle emissioni del 21,6%.

Per questo l'Associazione ha deciso di aderire al nuovo Patto dei Sindaci per l'Energia e il Clima, rispondendo alla sfida, ancora più ambiziosa, di ridurre le emissioni di Co2 di almeno il 40% entro il 2030, e preparare il territorio ai cambiamenti climatici attraverso la realizzazione di una serie di "azioni di adattamento".

Il documento definitivo unitario PAESC dell'Associazione Terre Estensi è stato redatto grazie ad un finanziamento del progetto europeo CITIENGOV, di cui SIPRO è capofila, che riguarda azioni di efficienza energetica nella PA. Il target fissato nel PAESC prevede una riduzione delle emissioni di anidride carbonica al 2030 di -41,8%; le azioni di mitigazione previste sono in tutto 37 e investono 8 settori d'intervento. Ogni settore contribuisce a raggiungere l'obiettivo delle emissioni che sono state preventivamente registrate nell'IBE, l'Inventario Base delle Emissioni, documento che fotografa i consumi energetici del territorio dell'Associazione Terre Estensi e che costituisce parte integrante del PAESC. Le azioni sono variegate e vanno dall'ampliamento del parco fotovoltaico alla sinergia con gli obiettivi previsti dal PUMS - Piano Urbanistico per la Mobilità Sostenibile, anch'esso in fase di redazione. Nella seconda parte del PAESC, inoltre, viene affrontato il tema del cambiamento climatico: l'Analisi di vulnerabilità del territorio fotografa i rischi a cui i tre comuni sono più esposti e la loro capacità di risposta o "sensitività". Il territorio di Ferrara, Voghiera e Masi Torello risulta in particolare soggetto, già oggi e sempre di più nel futuro, ad un aumento delle temperature, una diminuzione dei fenomeni piovosi e un aumento degli eventi climatici estremi (alluvioni, ondate di calore, notti tropicali etc.). Sulla base di questa analisi, sono state progettate complessivamente 25 azioni che rispondono ai rischi specifici per il territorio e intervengono nei settori dell'acqua, dell'agricoltura e della biodiversità, della pianificazione e degli edifici, della salute, dei trasporti, del turismo, della divulgazione, della Protezione civile e dell'energia.

"Le azioni di adattamento al cambiamento climatico sono il frutto di un lavoro partecipativo, svolto nell'arco di circa 8 mesi, che ha visto il Comune collaborare con imprese e sindacati, associazioni di categoria e ordini professionali, associazioni ambientaliste e culturali, università, gestori delle reti, aziende municipalizzate, che ringrazio" - ha dichiarato l'assessora Caterina Ferri del Comune di Ferrara - "per ascoltare i bisogni del territorio, valorizzarne i saperi e le competenze e progettare insieme le possibili soluzioni ai problemi connessi al cambiamento climatico."

"Oltre al PAESC, presentiamo oggi una buona pratica di efficace collaborazione fra tre amministrazioni diverse e vari portatori di interesse che, operando con obiettivi condivisi, hanno già dimostrato di riuscire ottenere risultati" - ha aggiunto l'assessore Dante Bandiera del Comune di Voghiera - "il PAESC comprende azioni volte a contrastare gli effetti negativi dei cambiamenti climatici e le misure di adattamento che salvaguardano il territorio, la progettazione di nuove misure la cui realizzazione sarà un'opportunità per generare lavoro di qualità, basato sulla conoscenza"

Questo dialogo è ancora aperto: a questo link http://servizi.comune.fe.it/6290/patto-dei-sindaci è infatti possibile consultare on line il PAESC in fase di approvazione, contattare i referenti dei tre comuni e compilare un modulo per la proposta di nuove schede d'azione.

>> Per info sul PAESC visita il sito internet comunale del Ceas Centro Idea

 

 

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: