Comune di Ferrara

martedì, 19 novembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Comitato di Distretto Centro Nord e OO.SS. firmano un verbale per l'utilizzo nel 2019 dei Fondi per la Non Autosufficienza

SANITA'/SERVIZI ALLA PERSONA - Il gruppo di lavoro aprirà formalmente un tavolo di confronto permanente per seguire nel triennio gli sviluppi degli obiettivi condivisi

Comitato di Distretto Centro Nord e OO.SS. firmano un verbale per l'utilizzo nel 2019 dei Fondi per la Non Autosufficienza

28-03-2019 / Giorno per giorno

(Comunicazione a cura dei sottoscrittori)

Con l'obiettivo di approfondire gli scopi e l'utilizzo dei Fondi per la Non Autosufficienza, tra dicembre 2018 e marzo 2019 si sono svolti diversi incontri fra la presidente del Comitato di Distretto Sociosanitario Centro Nord/assessora alla Sanità e Servizi alla Persona del Comune di Ferrara, il direttore dell'Azienda USL Renato Cardelli, i tecnici coinvolti nella gestione dei diversi Servizi e le Organizzazioni Sindacali Confederali, di Categoria, dei Pensionati e dei Dipartimenti Sociosanitari di CGIL, CISL e UIL.
Si è trattato di un confronto intenso che ha permesso di sviscerare le diverse problematiche e da cui è scaturito in questi giorni un Verbale sottoscritto dalle parti proprio sull'utilizzo del FRNA (Fondi Regionali Non Autosufficienza) e FNA (Fondi Nazionali Non Autosufficienza) nel Distretto Centro Nord - anno 2019.
La premessa del Verbale dà atto della decisione di aprire formalmente un tavolo di confronto distrettuale permanente supportato da istruttorie tecniche. Partendo dall'analisi dei dati a disposizione sarà possibile seguire nel triennio gli sviluppi degli obiettivi condivisi nel Piano per la Salute e il Benessere Sociale del Distretto Centro Nord.
I punti salienti del verbale riguardano:
>> L'avvio del confronto sulla programmazione 2019.
>> La ricerca in tempi brevi di una soluzione alla sospensione della gratuità generalizzata per il ricovero in struttura per i primi 30 giorni a seguito di dimissioni difficili.
>> La necessità di promuovere confronti con la Presidenza della Conferenza Territoriale Socio Sanitaria per affrontare le tematiche interdistrettuali e sovradistrettuali e di politica socio - sanitaria provinciale. Ci si riferisce, ad esempio, alla "riorganizzazione della rete ospedaliera e territoriale", alle "case della salute", al funzionamento delle Centrali di Dimissione e Continuità Assistenziale (CDCA).
>> L'impegno per rendere disponibile uno schema di documentazione che renda uniformi i dati per macro aree e articolazioni per servizi e prestazioni; in modo da consentire di monitorare i settori e di capirne il grado di copertura. Integrare la documentazione indicando altre fonti di finanziamento (ad esempio dei Comuni stessi) compreso il contributo degli utenti. Ciò per consentire un'analisi dettagliata e corretta dell'intervento complessivo sulla non autosufficienza.
>> L'evidenza sulle voci di spesa del dato complessivo sui costi e gli interventi per l'adattamento domestico e sui trasporti dei disabili.

Le parti, infine, condividono l'urgenza di porre alla Regione Emilia Romagna il tema della revisione dei criteri con cui vengono distribuiti ai Distretti le risorse dei Fondi regionali e Nazionali: le caratteristiche del territorio ferrarese e l'andamento della "cronicità", minano la sostenibilità del sistema nel suo complesso.
(allegato a fondo pagina il verbale completo)

Allegati scaricabili: