Comune di Ferrara

lunedì, 23 settembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Cinema gratuito in piazza Castellina ogni venerdì sera

GIARDINO WOW 2019 - Venerdì 23 agosto alle 21.30 "The Kid. Il monello" e "Sherlock Jr. La palla n.13"

Cinema gratuito in piazza Castellina ogni venerdì sera

21-08-2019 / Giorno per giorno

Ingresso gratuito tutti i venerdì sera dal 5 luglio al 23 agosto 2019 per il "Cinema in piazzale Castellina" a Ferrara, con inizio delle proiezioni alle 21.30.

L'ultimo appuntamento con il Cinema Castellina sarà venerdì 23 agosto alle ore 21.30 per una serata speciale all'insegna dei classici della comicità. Verranno proiettati in versione restaurata dalla Cineteca di Bologna The Kid - Il Monello di Charlie Chaplin e Sherlock Jr. - La palla n°13 di Buster Keaton.

Termina così la rassegna cinematografica in Piazzale Castellina che tutti i venerdì sera dal 5 luglio al 23 agosto 2019 ha trasformato la piazza che fronteggia la stazione - normalmente adibita a parcheggio - in un'arena cinematografica estiva con 200 posti a sedere. Le 8 proiezioni in programma, ad ingresso gratuito, sono state organizzate da Arci Ferrara in collaborazione con il Centro di Mediazione di Ferrara nell'ambito del progetto Giardino Wow.

Da un lato, un classico eterno con cui Chaplin, per la prima volta, fa ridere e piangere gli spettatori di tutto il mondo, mescolando farsa e poesia, melodramma e comicità, e raccontando la condizione umana e i suoi sentimenti più profondi attraverso la storia di un bambino abbandonato e di una famiglia reinventata. Anche se il lato malinconico e sentimentale era già emerso agli inizi della sua carriera cinematografica, con Il monello che Chaplin adotta un approccio decisamente emotivo. "Un film con un sorriso - e, forse, una lacrima", recita la prima Charlot e il monello in uno degli abbracci più celebri della storia del cinema didascalia.

Dall'altro, uno dei film più incredibili di Keaton nel quale il geniale comico dall'espressione impassibile è un proiezionista aspirante investigatore che sogna di entrare e uscire dallo schermo cinematografico in un susseguirsi di gag surreali e irresistibili.

Per quanto breve, 1239 metri appena, il film è pieno zeppo di situazioni assolutamente bizzarre. "Quando il film uscì tutti i direttori della fotografia di Hollywood passarono notti insonni a riguardarlo per capire come avevamo realizzato certe scene [...] Presi due o tre trucchi, alcuni di questi risalivano ai tempi del vaudeville. Provai a metterli insieme, ma da soli non bastavano a reggere un'intera storia. Perché sono dei trucchi illusionistici, alcuni vengono dal circo, altri da Houdini o da Ching Ling Fu". (comunicazione a cura degli organizzatori)

 ----------------------------------------------------

CronacaComune del 14 agosto 2019

LA SCHEDA della proiezione di venerdì 16 agosto 2019 ore 21.30 "Il Caso Spotlight" - regia di Thomas McCarthy (USA, 2015) - Al "Boston Globe" nell'estate del 2001 arriva da Miami un nuovo direttore, Marty Baron. E' deciso a far sì che il giornale torni in prima linea su tematiche anche scottanti, liberando dalla routine il team di giornalisti investigativi che è aggregato sotto la sigla di ‘Spotlight'. Il primo argomento di cui vuole che il giornale si occupi è quello relativo a un sacerdote che nel corso di trent'anni ha abusato numerosi giovani senza che contro di lui venissero presi provvedimenti drastici. Baron è convinto che il cardinale di Boston fosse al corrente del problema ma che abbia fatto tutto quanto era in suo potere perché la questione venisse insabbiata. Nasce così un'inchiesta che ha portato letteralmente alla luce un numero molto elevato di abusi di minori in ambito ecclesiale.
LA CRITICA a cura degli organizzatori - Lo scandalo che, a cavallo tra il 2001 e il 2002, travolse la diocesi di Boston diede il via a una indispensabile, anche se comunque sempre troppo tardiva, presa di coscienza in ambito cattolico della piaga degli abusi di minori ad opera di sacerdoti. Il film di Thomas McCarthy, rispettando in pieno le regole del filone che ricostruisce attività di indagine giornalistiche che hanno segnato la storia della professione, ha anche però il pregio di rivelarsi efficace nel distaccarsene almeno in parte. Perché i giornalisti del team non sono eroi senza macchia che combattono impavidi il Male ovunque si annidi. Qualcuno tra loro aveva avuto tra le mani materiale che avrebbe potuto far scoppiare il caso anni prima (evitando così le sofferenze di tanti piccoli), ma non lo ha fatto. Così come le alte sfere hanno taciuto e le vittime, in molti casi, hanno (anche se comprensibilmente) preferito non esibire con denunce le ferite impresse nel loro animo.

Scena del film "Campeones"LA SCHEDA della proiezione di venerdì 9 agosto 2019 ore 21.30 "CAMPEONES. Non ci resta che vincere" - regia di Javier Fesser (Spagna, 2018) - Marco Montes è allenatore in seconda della squadra di basket professionistica CB Estudiantes. Arrogante e incapace di rispettare le buone maniere viene licenziato per aver litigato con l'allenatore ufficiale durante una partita. In seguito si mette alla guida ubriaco e ha un incidente. Condotto davanti al giudice, viene condannato a nove mesi di servizi sociali che consistono nell'allenare la squadra di giocatori disabili "Los Amigos". L'impatto iniziale non è dei migliori e Marco cerca di scontare la sua condanna con il minimo sforzo convinto di trovarsi di fronte a dei buoni a nulla dai quali non potrà ottenere risultati apprezzabili. Progressivamente i rapporti cambieranno e grazie a questi giocatori appassionati Marco riscoprirà l'amore per questo sport.
LA CRITICA a cura degli organizzatori - L'ultima opera di Javier Fesser centra l'obiettivo di divertire facendo pensare. Tutti i giocatori della squadra di basket sono interpretati da attori disabili, e questo ha consentito o addirittura suggerito una flessibilità della sceneggiatura che ha visto inserire in montaggio scene che hanno preso vita direttamente nel corso delle riprese.
Il regista ha creduto molto nell'impatto emotivo di questo progetto: "Tutti i personaggi hanno una tal capacità di provocare l'emozione e il riso che non vedevo altra maniera di colpire il pubblico che facendolo ridere emozionandolo. E se in più gli spettatori escono dal cinema col cuore in gola... Ho creduto sempre di più alla forza dei personaggi oltre che a quella della storia, ed è per questo motivo che ho deciso di approfondirle entrambe mettendo in valore le loro differenze e le loro particolarità".

Scena del film "Il cittadino illustre"LA SCHEDA della proiezione di venerdì 2 agosto ore 21.30 "Il Cittadino illustre" - regia di Gastón Duprat (Argentina/Spagna, 2016 - 116') - Un premio Nobel per la letteratura, che vive in Europa da decenni, accetta un invito dalla sua città natale in Argentina per essere premiato. In un viaggio nel cuore della letteratura stessa, l'uomo ritroverà l'affetto e le affinità che ancora lo uniscono al suo popolo, così come le differenze inconciliabili che daranno vita a un crescendo di violenza, con un risultato inaspettato. I personaggi dei suoi libri provengono da quella terra, proprio da lì infatti riprendono vita e si ribellano al loro stesso autore. Salas è il paese che lo scrittore porta nel cuore, quello che ha descritto con forse eccessiva sincerità, quello che oggi gli si rivolge contro. Il film presentato in concorso al Festival di Venezia 2016 è stato premiato con l'assegnazione della Coppa Volpi a Oscar Martínez come miglior interprete maschile.

Programmazione completa di Cinema in piazzale Castellina:

"Amarcord" - 5 luglio
"Io, Tonya" - 12 luglio
"Up" - 19 luglio
"The Place" - 26 luglio
"Il Cittadino illustre" - 2 agosto
"Non ci resta che vincere" - 9 agosto
"Il caso Spotlight" - 16 agosto
"The Kid. Il monello" e "Sherlock Jr. La palla n.13" 23 agosto 

Dopo il successo della prima edizione, torna il Cinema in Piazzale Castellina. L'iniziativa organizzata da Arci Ferrara nell'ambito del progetto Giardino Wow e in collaborazione con il Centro di Mediazione del Comune di Ferrara, volto ad animare il Quartiere Giardino con un ricco programma di appuntamenti culturali, teatrali e sportivi destinati ai residenti della zona e all'intera cittadinanza. Anche quest'estate Ferrara avrà una doppia arena cinematografica: oltre all'Arena Le Pagine del Parco Pareschi, dal 5 luglio e fino al 23 agosto, per 8 venerdì consecutivi, Piazzale Castellina si trasformerà in un'arena cinematografica estiva con 200 posti. L'obiettivo è quello di trasformare la piazza che fronteggia la stazione in un luogo di socialità e aggregazione permettendo alla comunità di riappropriarsi di uno spazio comune e attivo, ordinariamente destinato ad essere utilizzato come parcheggio, durante i caldi mesi estivi.

L'evento è gratuito e a ingresso libero, le proiezioni iniziano alle 21.30.

Verranno proposti film italiani e stranieri e una selezione di grandi classici restaurati della Cineteca di Bologna.
Per coinvolgere appieno il futuro pubblico dell'edizione 2019 è stata introdotta una novità circa le modalità di scelta del programma. I residenti del quartiere hanno contribuito alla selezione degli 8 titoli: grazie ad un questionario che presentava una proposta di 16 film, hanno potuto scegliere cosa vedere sul mega schermo del piazzale.

La rassegna ha inizio con i due titoli che hanno ricevuti più consensi: venerdì 5 luglio verrà proiettato Amarcord, pietra miliare della cinematografia felliniana, che ha vinto con 231 voti, mentre venerdì 12 luglio sarà la volta di Tonya, apprezzato film biografico della scorsa stagione, secondo con 215 preferenze. Altri titoli già rivelati sono Up, animazione Disney Pixar di grande successo (venerdì 19 luglio), e il film di Paolo Genovese The Place (26 luglio).

La programmazione proseguirà venerdì 2 agosto con il film argentino presentato alla Mostra del Cinema di Venezia - Il Cittadino illustre, venerdì 9 agosto verrà proiettato il film di Javier Fesser Campeones - Non ci resta che vincereVenerdì 16 agosto sullo schermo di Piazzale Castellina il film premio Oscar Il caso Spotlight.
A chiudere il programma venerdì 23 agosto due classici della storia del cinema in un doppio programma in versioni restaurate. Da un lato, il celeberrimo The Kid - Il monello, capolavoro eterno con cui Chaplin, per la prima volta, fece ridere e piangere gli spettatori di tutto il mondo, mescolando farsa e poesia, melodramma e comicità, e raccontando la condizione umana e i suoi sentimenti più profondi attraverso la storia di un bambino abbandonato e di una famiglia reinventata. Dall'altro, uno dei film più incredibili di Keaton, Sherlock Jr. - La palla n° 13, nel quale il geniale comico dall'espressione impassibile è un proiezionista aspirante detective che sogna di entrare e uscire dallo schermo cinematografico in un susseguirsi di gag surreali e irresistibili.

Per info: schede e trailer dei film in programmazione sulla pagina web www.arciferrara.org/notizie/761/cinema-castellina.html.

(A cura del Centro di Mediazione del Comune e di Arci Ferrara)

Modifiche alla sosta e alla circolazione per la rassegna 'Cinema Castellina'

Immagini scaricabili:

Cinema in piazza Castellina - chaplin keaton Cinema in piazza Castellina - scena del film "Campeones" Cinema in piazza Castellina - scena del film "Il Cittadino illustre"