Comune di Ferrara

sabato, 24 agosto 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Casa della Salute Cittadella San Rocco, programma degli interventi di recupero. Le sollecitazioni del sindaco Fabbri all'Ausl

SANITA' - Dalla Regione 13 milioni vincolati per riqualificare la struttura dell'ex Sant'Anna in corso Giovecca

Casa della Salute Cittadella San Rocco, programma degli interventi di recupero. Le sollecitazioni del sindaco Fabbri all'Ausl

07-08-2019 / Giorno per giorno

ALLA REGIONE PIACE IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELLA CASA DELLA SALUTE CITTADELLA S. ROCCO DI FERRARA: IN ARRIVO 13 MILIONI DI EURO

DAL SINDACO FABBRI LE SOLLECITAZIONI A DARE RISPOSTE AI CITTADINI SULL'ATTIVAZIONE DI UN PUNTO DI PRIMO INTERVENTO E A RIVALUTARE LE MODALITA' DI GESTIONE DEI PARCHEGGI SIA DI CONA SIA DELLA CITTADELLA SAN ROCCO

Vagnini: "A fine progetto, con un'area di oltre 53 mila metri quadrati, la nostra città avrà la Casa della Salute più grande d'Italia"

L'azienda Sanitaria di Ferrara preme sull'acceleratore per la riqualificazione e l'ampliamento dell'offerta sanitaria in Corso Giovecca. Dal 2014 ad oggi sono stati realizzati molti ed importanti interventi per il recupero funzionale degli spazi, necessari ad ospitare la rete di servizi complementari tra loro che hanno dato vita alla Casa della Salute più grande della provincia di Ferrara: Cittadella s. Rocco.

"Assicurare ai cittadini di poter trovare risposta alle proprie esigenze sanitarie in un punto centrale della città, ridando vita all'area di Corso Giovecca è stato uno dei miei obiettivi fin dal mio arrivo a Ferrara 3 anni fa" afferma il Direttore Generale AUSL Ferrara, Claudio Vagnini. In linea con l'Azienda USL anche il Comune di Ferrara che trasferirà alla Cittadella S. Rocco l'Assessorato alla Sanità.

"Un investimento strutturale che ricompatta sicuramente i servizi sanitari in città - annuncia Alan Fabbri Sindaco di Ferrara - e al netto del tempi previsti per la riqualificazione di tutta l'area, ho chiesto chiarimenti all'Ausl anche sul tema dei parcheggi, un tema che è in fase di valutazione, così come della richieste che ho già avanzato all'inizio del mio mandato di sindaco cioè quella di portare alcuni servizi più vicini ai cittadini. Parlo delle specialistiche, parlo del 'punto di primo intervento' in centro città, da non confondere assolutamente con il 'pronto soccorso'. Stiamo lavorando per capire al meglio quelle che sono le pontenzialità dei servizi che possiamo fornire e ho visto da parte di Ausl Ferrara la disponibilità a trovare una soluzione che vada incontro ai cittadini. Dall'Ausl mi attendo risposte in questo senso".

Sulla questione parcheggi il sindaco Fabbri ha aggiunto ""Chiederemo inoltre alla Regione Emilia-Romagna di rivedere il project financing che attribuiva al gestore dei parcheggi di Cona la possibilità di pagamento dei posteggi, pur trattandosi di un ospedale fuori dal centro urbano. Ho portato avanti, come ricorderete, una lunga battaglia su questo tema e intendo proseguire su questa strada fino alla gratuità permanente. Stiamo inoltre rivedendo anche i parcheggi interni dell'ex-Sant'Anna al fine di garantire sempre un posto libero a chi ha necessità".

Dall'avvio delle attività alla Cittadella S. Rocco nel 2014, anno di inaugurazione del nuovo Centro Prelievi di Ferrara, ad oggi sono stati attivati servizi sanitari ed amministrativi che ora occupano una superficie di circa 24.000 mq - circa il 46 % di quella disponibile. Il direttore del distretto centro nord Renato Cardelli fornisce alcuni dati sui volumi di attività della cittadella S. Rocco oggi: "Sono 2300 in media le persone che accedono ogni giorno alla struttura e - a fine progetto - saranno circa il doppio. Per fare alcuni esempi: 140 persone quotidianamente si rivolgono al servizio di erogazione farmaci, con tempi di attesa ridotti con la nuova organizzazione adottata a metà giugno che si attestano sui 25 minuti. Il centro prelievi più grande della provincia ha raggiunto ottime performance: per un prelievo il tempo di attesa calcolato sull'orario dell'appuntamento si attesta sui 5 minuti, cui si aggiungono mediamente 15 minuti di anticipo con i quali gli utenti si presentano al servizio, per un'attesa complessiva massima di 20 minuti".

 

A metà luglio, il via libera ufficiale al programma straordinario di interventi della regione Emilia-Romagna da oltre 300 milioni di euro, destinati dal Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE) all'edilizia sanitaria, ha visto assegnare alla provincia di Ferrara 17 milioni di euro di cui 13 vincolati alla riqualificazione della Casa della salute ex anello San Rocco. Risorse che vanno ad arricchire e completare il piano di investimenti dell'Azienda USL di Ferrara, in grado di dare concretezza alle progettualità che interessano Cittadella S. Rocco e che consentiranno il completamento dell'intero progetto di riqualificazione della struttura sanitaria cittadina. "Alcuni mesi fa abbiamo presentato il programma degli interventi di recupero della Casa della Salute di Ferrara alla Regione che lo ha molto apprezzato - sottolinea Vagnini - tanto da assegnarci nuove risorse che consegneranno alla nostra città un polo socio sanitario di oltre 53 mila mq: con questi volumi parliamo della Casa della Salute più grande d'Italia".

 

Da oggi l'Azienda ha certezza delle risorse e potrà completare l'imponente intervento riguardante le strutture murarie e le tecnologie, che restituirà completamente il complesso storico dell'ex Ospedale alla sua destinazione originaria: erogare servizi per la salute dei cittadini. "Stiamo parlando di 20 milioni di lavori da qui al 2025 - ci tiene a puntualizzare il Direttore Amministrativo dell'AUSL Ferrara Stefano Carlini - a cui si aggiungono le risorse spese in apparecchiature specialistiche per il Polo Odontoiatrico, la Senologia e gli oltre 700 mila investiti in tecnologie in questi anni. Fin dai primi trasferimenti abbiamo privilegiato lo spostamento dei servizi sanitari rivolti alla popolazione proprio per la vocazione dell'area di Giovecca".

 

1° STEP 2018 - 2022
Investimenti previsti: 6,5 milioni di euro
Superficie interessata dagli interventi STEP 1: 3.695,14 mq
Superficie attiva: 29.399,84 mq (55,8% della superficie totale)

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DELL'ANELLO (PARTE EST)
Ristrutturazione del percorso di distribuzione interna che prevede la sostituzione della pavimentazione, dell'illuminazione ed il restyling completo per migliorare l'orientamento, l'accoglienza ed il comfort
TRASFERIMENTO ATTIVITA' AMBULATORIALI VIA GANDINI E SERT
Interventi di ristrutturazione edilizia ed impiantistica
ODONTOIATRIA (II FASE)
Ristrutturazione edilizia ed impiantistica per completare il trasferimento della parte di Odontoiatria che ancora si trova su Corso Giovecca
POLIAMBULATORIO BOSCHETTO
Ristrutturazione edilizia ed impiantistica per trasferire gli ambulatoriali «Salute donna», ora in Via Boschetto
COMUNE DI FERRARA - SERVIZI SOCIO-SANITARI
Ristrutturazione parte del fabbricato principale su Corso Giovecca

2° STEP 2021 - 2025
Investimenti previsti: 13 milioni di Euro
Superficie interessata dagli interventi STEP 2: 6.587,75mq
Superficie attiva: 35.987,59 mq (68,3 % della superficie totale)

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DELL'ANELLO (PARTE OVEST)
Completamento della ristrutturazione del percorso di distribuzione interna che prevede la sostituzione della pavimentazione, dell'illuminazione ed il restyling completo per migliorare l'orientamento, l'accoglienza ed il comfort
DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE
Ristrutturazione edilizia ed impiantistica per trasferire le attività ambulatoriali e residenziali, ora in Via Ghiara - Via Quartieri
AMBULATORI VIA CASSOLI
Ristrutturazione edilizia e impiantistica per trasferire gli ambulatori Commissione invalidi della Medicina Legale ora in Via Cassoli
UFFICI E SERVIZI VIA CASSOLI (PARTE)
Ristrutturazione edilizia ed impiantistica per trasferire parte delle attività delle attività amministrative ora in Via Cassoli (Direzione Generale) e servizi (mensa)
Sono inoltre previste altre attività di recupero e valorizzazione del complesso:
• Interventi per l'efficientamento energetico delle centrali termiche e frigorifere e per la realizzazione di nuove reti di distribuzione impiantistiche;
• Interventi di miglioramento della sicurezza;
• Interventi per il miglioramento del sistema della viabilità interna dei veicoli e della sicurezza degli utenti.

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: