Comune di Ferrara

mercoledì, 16 ottobre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Di nuovo in funzione le lancette sulla Torre dell'Orologio a Ferrara

BENI MONUMENTALI - Ripristinata l'alimentazione del meccanismo e riparato il guasto. Prosegue la ristrutturazione post sisma dell'edificio storico

Di nuovo in funzione le lancette sulla Torre dell'Orologio a Ferrara

06-09-2019 / Giorno per giorno

Sono tornate nuovamente in funzione le lancette sulla Torre dell'Orologio all'imbocco di corso Porta Reno a Ferrara. Da qualche mese, infatti, il funzionamento del meccanismo era stato sospeso nell'ambito dei lavori di ristrutturazione post sisma dell'edificio storico, che prevedevano, per il completamento di una delle diverse fasi dell'intervento, il solo utilizzo dell'energia elettrica necessaria al cantiere. Successivamente, nella fase di riavvio dell'orologio, si è verificato un guasto al meccanismo che in tempo record il Maestro orologiaio Gianfranco Acazi ha riparato. 

I lavori complessivi all'edificio, in corso dal 25 marzo 2019, sono stati programmati dal Comune di Ferrara, con il cofinanziamento della Regione Emilia Romagna, nell'ambito del piano di recupero delle opere pubbliche e dei beni culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012. Obiettivo degli interventi è la 'riparazione e rafforzamento locale post sisma' dell'edificio, per aumentare la sicurezza dell'intera struttura situata tra piazza Trento Trieste e corso Porta Reno. E' inoltre previsto il rifacimento degli impianti tecnologici, tra cui quello termoidraulico di riscaldamento e di condizionamento e quello idrico sanitario. Al momento la ditta incaricata ha già concluso le opere di demolizione riguardanti intonaci, pavimenti e bagni, e sono in fase di realizzazione le opere strutturali di consolidamento e il tracciamento degli impianti.

 

 

"Da oggi finalmente l'orologio della Torre cinquecentesca in Piazza ha ripreso a funzionare - ha affermato l'ass. Maggi -. Fermo dal 6 maggio a causa del cantiere, nei giorni scorsi era stato riavviato, ma, forse complici i lavori, si era rotto uno dei contrappesi delle lancette. A tempo di record, un Maestro orologiaio Gianfranco Acazi ha costruito il pezzo e ieri è stato montato. Possiamo quindi riprendere la bella abitudine, passando per il 'liston', di alzare lo sguardo per vedere l'ora su questo bel quadrante, che fa magnifica mostra di sé dal 1864. Un sentito ringraziamento ai tecnici e operatori comunali per aver contribuito a questo risultato".

 

 

 

LA SCHEDA STORICA (a cura di Francesco Scafuri)

La Torre dell'Orologio in corso Porta Reno a Ferrara
Alcuni studiosi la fanno risalire almeno al XV secolo, ma secondo vari autori la torre dell'Orologio fu eretta nella seconda metà del '500, quando vi si collocò la campana della Ragione, predisposta su una struttura lignea che in seguito si degradò.
Questo fatto fece decidere al Maestrato dei Savi di offrire un sostegno adeguato alla campana, così nel 1603 fu incaricato a tale scopo l'architetto Giovan Battista Aleotti, il quale intervenne anche sulla struttura architettonica della torre, donandole l'aspetto che in gran parte tuttora mantiene.
Nel 1864 fu predisposto l'orologio col quadrante luminoso.
Con l'allargamento di corso Porta Reno degli anni '50 del Novecento, la torre venne a trovarsi nel mezzo dell'imbocco della strada e tra due cavalcavia. Quello di origine trecentesca, a destra della torre, fu "restaurato" negli anni Venti del Novecento dall'ing. Carlo Savonuzzi che, tenendo conto dei riferimenti storici, diede l'immagine odierna al cavalcavia; l'altro, invece, fu concepito a seguito della costruzione del nuovo edificio progettato dall'architetto Marcello Piacentini (ex UPIM), realizzato tra il 1954 e il 1956 sulle macerie dell'ex Palazzo della Ragione.

 

Immagini scaricabili:

torre orologio 6set2019.jpg