Comune di Ferrara

martedì, 10 dicembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > A Santa Maria della Consolazione partito il restauro che restituirà la chiesa al pubblico e al culto

BENI MONUMENTALI - Al via i lavori post sisma nell'edificio sacro di via Mortara a Ferrara chiuso dal 2012

A Santa Maria della Consolazione partito il restauro che restituirà la chiesa al pubblico e al culto

16-09-2019 / Giorno per giorno

Non saranno solo interventi di ristrutturazione post sisma quelli che nei prossimi mesi interesseranno la Chiesa di Santa Maria della Consolazione a Ferrara, quanto piuttosto un'ampia e complessa opera di miglioramento strutturale e di restauro che ne consentirà la riapertura al pubblico e al culto. I lavori, consegnati dal Comune alla ditta esecutrice (Cobar Group spa) il 3 settembre scorso, hanno infatti ottenuto un triplice finanziamento, con i fondi post-sisma della Regione Emilia Romagna (1.328.132 euro) ai quali si sono aggiunte una quota dei fondi assicurativi ricevuti dal Comune (150.000 euro) e risorse del Mibac per il 'Ducato Estense' (700.000 euro) che, nell'insieme, consentiranno all'edificio di essere sottoposto sia a interventi di riparazione delle lesioni causate dal terremoto, sia a opere impiantistiche e di restauro dell'apparato decorativo e degli arredi sacri, oltre che l'acquisto di nuovi arredi.

Tutti i dettagli del complesso intervento sono stati illustrati oggi, 16 settembre 2019, alla stampa, nel corso di un sopralluogo nel cantiere, dall'assessore comunale ai Lavori pubblici Andrea Maggi assieme alla dirigente del Servizio Beni monumentali del Comune di Ferrara Natascia Frasson, al dirigente del Settore Opere pubbliche Luca Capozzi e al dirigente del Settore Attività interfunzionali Fulvio Rossi, con la progettista Beatrice Querzoli, il consulente Andrea Malacarne e i rappresentanti dell'impresa incaricata.

"La chiesa - ha dichiarato l'assessore Maggi - è stata dichiarata inagibile dopo il terremoto del maggio 2012 a causa dei gravi danni subiti dalle strutture. Si tratta di un edificio monumentale di grande pregio, attribuito a Biagio Rossetti e realizzato a partire dai primi anni del '500. E' una chiesa poco conosciuta anche dai ferraresi e che merita sicuramente la riapertura sia come luogo di culto sia per la sua rilevanza architettonica e artistica. Rientra fra i 75 interventi di recupero post sisma approvati fino ad oggi dal Comune, per una spesa complessivamente prevista di 45 milioni di euro - 26 dei quali già aggiudicati -, finanziata da fondi assicurativi, fondi regionali e donazioni".

"Quella di Santa Maria della Consolazione - ha precisato Luca Capozzi - è una delle chiese di Ferrara maggiormente danneggiate dal sisma con lesioni alle pareti che si sono aggiunte ai problemi alle fondazioni di antica origine".

"La chiesa è di proprietà del Comune - ha sottolineato Natascia Frasson - così come lo sono il tempio di San Cristoforo e la chiesa della Madonnina già sottoposti a recupero post sisma. La ditta incaricata dell'intervento, la Cobar Group di Altamura vanta un'importante esperienza nel settore del restauro di beni monumentali, avendo nel proprio curriculum lavori al Colosseo, alla Reggia di Caserta e alla Scala di Milano, solo per citarne alcuni".

"La prima urgenza cui far fronte - ha puntualizzato  Beatrice Querzoli - è la riparazione dei danni del sisma alle volte, alla cella campanaria, alle murature e all'arco trionfale. A questi interventi strutturali seguiranno poi i lavori di sostituzione degli impianti, di superamento delle barriere architettoniche, e di restauro dell'apparato decorativo ancora presente, in particolare nella zona absidale e, infine, la posa di nuovi arredi sacri tra cui l'altare maggiore".

I lavori avranno una durata contrattuale di 600 giorni (naturali e consecutivi) e dunque, salvo imprevisti, dovrebbero terminare alla fine di aprile 2021.

 

LA SCHEDA sintetica dell'intervento a cura del Servizio Beni Monumentali del Comune di Ferrara (per la scheda dettagliata v. allegato a fondo pagina)

Descrizione dell'intervento     

La Chiesa di Santa Maria della Consolazione, considerata una delle ultime opere di Biagio Rossetti, si trova in via Mortara, in prossimità di Corso Porta Mare, importanti assi viari dell'Addizione Erculea. La sua erezione fu voluta da Ercole I d'Este e dal nipote Sigismondo. La posa della prima pietra avvenne il 5 aprile 1501 alla presenza del duca. Terminati i lavori dell'abside nel 1516, fu in essa trasportata un'immagine votiva della Madonna col Bambino che fin dal 1189 era venerata in una piccola cappella nelle immediate vicinanze.

La consacrazione della chiesa avvenne nel 1524. La chiesa e l'annesso convento furono affidati ai padri Serviti, che tennero con alterne vicende il complesso fino al 1781 (anno in cui venne soppresso il convento). La chiesa rimase aperta al culto fino al 1883, per essere poi utilizzata come deposito militare e magazzino comunale. Fu riaperta ufficialmente al culto nel 1971, dopo lavori di restauro eseguiti a cura della Ferrariae Decus.

I lavori riguarderanno in sintesi: opere strutturali per la riparazione e il miglioramento strutturale post sisma; opere edili e finiture connesse alle opere strutturali; opere impiantistiche (elettrico, sonoro, riscaldamento, anti risalita umidità); opere di restauro dell'apparato decorativo, opere di restauro arredi sacri e acquisto di nuovi.

 

Inizio lavori: 3 settembre 2019 - Durata lavori: 600 gg naturali e consecutivi

Finanziamento: Importo dei lavori a base di contratto inclusi oneri della sicurezza: €1.168.983,65 + IVA
Importo complessivo dell'opera: € 2.178.132,45

Tipologia di finanziamento: Contributi Regionali concessi dal Commissario Delegato: € 1.328.132,45§
Importo finanziato con fondi comunali: € 150.000,00
Importo finanziato dal Mibac  con fondi Ducato Estense: € 700.000,00

Progetto architettonico: Arch. Beatrice Querzoli

Direzione Lavori: Arch. Beatrice Querzoli

Collaboratori Esterni: Arch. Andrea Malacarne, Dott Giuseppe Lipani, Arch Ingrid Prosser, Arch Francesca Pasqual    

Progetto strutturale e D.O: STUDIO 58: Ing. Massimo Muzzioli, Ing Beatrice Bergamini

Progetto e D.O impianti: Ing. Paolo Trapella

Coordinatore sicurezza progettazione ed esecuzione: Arch. Monica Matteotti

Impresa Esecutrice: CobarGroup s.p.a di Altamura

 

Immagini scaricabili:

Santa Maria Consolazione 16set2019_1 Santa Maria Consolazione 16set2019_2 Santa Maria Consolazione 16set2019_3 Santa Maria Consolazione 16set2019_4 Santa Maria Consolazione 16set2019_5

Allegati scaricabili: