Comune di Ferrara

mercoledì, 16 ottobre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > La cultura gastronomica ferrarese materia di studio per una ventina di universitari giapponesi in arrivo in città

TURISMO - Il 21 e 22 settembre tour a Ferrara per gli studenti della Ritsumeikan University

La cultura gastronomica ferrarese materia di studio per una ventina di universitari giapponesi in arrivo in città

20-09-2019 / Giorno per giorno

Per il sindaco Alan Fabbri è "l'occasione per iniziare un percorso di promozione turistica del territorio ferrarese verso l'importante mercato giapponese"

Arrivano dal Giappone i 22 studenti universitari che questo fine settimana saranno a Ferrara per un intenso tour conoscitivo della cultura gastronomica e agroalimentare locale. La loro avventura è cominciata nel 2018 con l'avvio da parte della Ritsumeikan University di Kusatsu di un inedito (in terra giapponese) corso universitario in Scienza e cultura gastronomica, nell'ambito del quale è stato organizzato un viaggio studio alla scoperta delle eccellenze culinarie italiane. Dopo una tappa in Piemonte, gli studenti, guidati dal professor Ishida Masayoshi, saranno a Ferrara sabato 21 e domenica 22 settembre, dove, accolti dai rappresentanti del Comune e dell'Università di Ferrara, potranno conoscere alcune delle realtà più rappresentative della cultura agroalimentare del territorio e partecipare a un tour guidato di visita alla città.

I dettagli e le finalità dell'iniziativa sono stati illustrati oggi, 20 settembre, in conferenza stampa, nella residenza municipale, dal sindaco di Ferrara Alan Fabbri e dall'assessore comunale al Turismo Matteo Fornasini, assieme al collaboratore del professor Ishida Masayoshi Fernando Ferioli, ad Antonio Vaianella dell'associazione Yujo Ferrara, a Simone Zagagnoni dell'associazione Salinguerra, e a Maria Grazia Campantico dell'Università di Ferrara.

Un ringraziamento a tutti i partner che hanno partecipato all'organizzazione di questa tappa ferrarese è stato espresso dal sindaco Alan Fabbri che ha sottolineato come questa rappresenti "l'occasione per iniziare un percorso di promozione turistica del territorio ferrarese verso l'importante mercato giapponese, utilizzando come veicolo la conoscenza della nostra cultura gastronomica. In questa logica, abbiamo pensato di coinvolgere anche l'associazione Salinguerra e l'associazione Yujo che stanno lavorando all'organizzazione di un evento nel 2021 per rievocare la visita a Ferrara compiuta nel 1585 da un'ambasceria giapponese in viaggio in Italia".

"Il tour italiano guidato dal professor Ishida Masayoshi - ha confermato l'assessore Fornasini - è una bella opportunità che abbiamo voluto cogliere con l'auspicio di poter far nascere nuove sinergie per la promozione in chiave turistica di Ferrara e delle eccellenze del nostro territorio in un paese economicamente importante come il Giappone. Nel pomeriggio di sabato, tra l'altro, accompagneremo gli studenti in visita all'azienda ferrarese Salvi che è una delle più grandi esportatrici di frutta verso l'estero".

L'Università cittadina presenterà, invece, alla delegazione alcuni studi condotti da propri docenti sulle produzioni agroalimentari del territorio.

 

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

Anche a Ferrara il tour della Ritsumeikan University del Giappone

Nel 2018 la Ritsumeikan University di Kusatsu (Giappone) decide, su spinta del professor Ishida Masayoshi, di iniziare un nuovo ed inedito (su suolo giapponese) corso universitario, Scienza e cultura gastronomica. La prima e per ora unica realtà di questo tipo nel paese del Sol Levante ma con solide basi di riferimento qui in Italia come l'Università Gastronomica di Pollenzo in Piemonte ed ALMA a Colorno (Parma). Alla fine del primo anno di corso la Ritsumeikan ha deciso di strutturare un viaggio studio e scoperta di cibi e tradizioni ed è stato scelto proprio il nostro Belpaese, ulteriore conferma che l'Italia rimane il faro culinario nel mondo per vastità e qualità di prodotti, considerando anche quanto antica e importante è l'arte culinaria dell'estremo oriente.

La delegazione, formata da 22 studenti guidati dal professor Ishida Masayoshi e collaboratori, dopo un primo ed intensissimo percorso in Piemonte presso l'Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo e subito dopo l'apertura di Cheese Slow Food, il 21 settembre si dirigerà in Emilia-Romagna, la Regione la cui cucina è considerata la migliore al Mondo (non ultimo lo stesso Forbes ne ha lodato le radici ed i prodotti). Le tappe emiliane saranno poche ma dense di significato e contenuti. La prima e più corposa in assoluto sarà la perla per eccellenza, Ferrara, città patrimonio dell'Unesco, cui diede lustro la casata Estense e patria del cuoco rinascimentale per antonomasia, lo Scalco Cristoforo di Messisbugo. Qui saranno accolti e coccolati dall'Amministrazione che li guiderà tra aziende del territorio come la Società Salvi. Con l'aiuto del gastronauta Valentino Bega si farà anche tappa alla manifestazione Tramonto DiVino (degustazione dei prodotti IGP e DOP emiliano romagnoli nella tappa del 21 settembre a Scortichino) fino ad incontrare, domenica 22 settembre, istituzioni come l'Università di Ferrara ed una delegazione del mondo economico dopo la visita culturale alla città, curata anche questa dagli Uffici del Turismo del Comune.

E proprio da Ferrara sta nascendo un progetto ideato dalle Associazioni Culturali Salinguerra II e Yujo-友情 Ferrara che interessa sia la città Estense che la Ritsumeikan University, con importanti studiosi italiani della storia e cultura del cibo. Il 22 settembre sarà in parte dedicato alla costruzione delle fondamenta di questo rilevante percorso.

Dopo questa tappa di 2 giorni sarà la volta di Modena, altra città del Ducato Estense e ricchissima di gastronomia, dove visiteranno un'antica torrefazione come la Molinari, il Mercato coperto Albinelli, luogo che coniuga storicità, bellezza ed innovazione, per giungere infine al Refettorio di Massimo Bottura, considerato da anni il miglior cuoco al mondo. Il progetto Refettorio è gestito tramite la fondazione Food for Soul contro gli sprechi alimentari e nelle stesso tempo creare inclusione aiutando i più poveri.

Il 24 settembre la visita terminerà per partire alla volta di Kyoto con molta Italia nel cuore ma tanta Emilia Romagna negli occhi e nel gusto.

La Ritsumeikan University ha iniziato a costruire questo ponte verso di noi, sta ora a noi dare continuità e ripartire presto alla volta dell'Oriente per continuare uno splendido rapporto basato su gusto ed amore per la cultura e la cucina... Una storia che continua.

 

Immagini scaricabili:
- conferenza stampa del 20 settembre 2019
- gli studenti in visita in Italia
- professor Ishida Masayoshi

Immagini scaricabili:

Giapponesi_20set2019.jpg ritsumeikan_1.jpg ritsumeikan_2.jpg ritsumeikan_3.jpg Ishida-1.jpg