Comune di Ferrara

giovedì, 17 ottobre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Asili Nido: rette più basse per tutti grazie al bonus del Comune

GIUNTA COMUNALE 1/4 - Delibera approvata nella seduta dell'8 ottobre 2019

Asili Nido: rette più basse per tutti grazie al bonus del Comune

08-10-2019 / Giorno per giorno

ASILI NIDO: RETTE PIU' BASSE PER TUTTI, GRAZIE AL BONUS DEL COMUNE

IL SINDACO FABBRI: "PRIMO PASSO DI UN PERCORSO DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE CON BAMBINI CHE DURERA' 5 ANNI"

"Grazie al Comune rette più basse per tutte le famiglie ferraresi che iscrivono il bimbo ai nidi comunali. Oggi finalmente è stata approvata in Giunta la delibera che ci permette di sostenere più ferraresi nell'accesso ai servizi educativi. E' il primo passo di un percorso che durerà cinque anni, e che con formule diverse punta a sostenere in modo concreto le coppie con bimbi che devono essere agevolate nella genitorialità e nel lavoro". Così il sindaco di Ferrara Alan Fabbri annuncia il bonus aggiuntivo, deliberato dalla Giunta per sostenere le famiglie ferraresi con Isee superiore ai 26.000 euro nella fruizione dei servizi educativi.

Oltre alle riduzioni consentite dallo stanziamento regionale da 541.677,23 euro che consente, la riduzione delle rete per le famiglie appartenenti a fasce di reddito non superiori ai 26mila euro, ossia appartenenti alle fasce dalla 2 alla 13 per i nidi dell'infanzia e alle fasce 2 e 3 per gli spazi bambini, la Giunta ha infatti approvato, come preannunciato nei giorni scorsi, l'assegnazione di risorse comunali per aumentare il numero di famiglie beneficiarie dei tagli delle rette. Grazie al bonus aggiuntivo la riduzione del 60% sarà prevista, anche per le famiglie, residenti nel territorio del Comune di Ferrara, appartenenti alle fasce dalla 13 alla 16 (ossia fino a 45mila euro di reddito) dei nidi comunali e per la fascia 4 (sempre fino a 45mila euro) degli spazi bambini.

"Per l'anno in corso l'investimento del Comune sarà di circa 60mila euro e verrà tratto dal Fondo di Riserva 2019 della Istituzione scolastica - spiega il sindaco Fabbri - e in sede di redazione del Bilancio di Previsione 2020-2022 verrà previsto il riassorbimento delle minori entrate al fine di garantire l'equilibrio complessivo".