Comune di Ferrara

giovedì, 12 dicembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > L'ex Teatro Verdi di Ferrara è il nuovo polo cittadino di innovazione, cultura e mobilità sostenibile con spazi di lavoro e formazione

POLITICHE GIOVANILI - Venerdì 15 novembre open day nella struttura di via Castelnuovo e presentazione delle attività di 'Laboratorio Aperto Ferrara'

L'ex Teatro Verdi di Ferrara è il nuovo polo cittadino di innovazione, cultura e mobilità sostenibile con spazi di lavoro e formazione

11-11-2019 / Giorno per giorno

(Comunicazione a cura degli organizzatori) 

 

Sono state presentate oggi (venerdì 15 novembre) le prime attività e gli spazi del progetto di Regione Emilia-Romagna realizzato grazie ai fondi Por Fesr 2014-2020 "Città attrattive e partecipate". Da oggi "l'ex Verdi" è il nuovo polo cittadino dell'innovazione, cultura e spazi di lavoro e formazione.

Dal primo training day "Eurodesk" del 20 novembre, alla fotografia d'autore di "Still Life" organizzata da CNA Impresa Donna di Ferrara fino alla formazione digitale per le scuole della città o i corsi di alfabetizzazione digitale "Pane e Internet". Sono solo alcuni dei prossimi appuntamenti organizzati negli spazi recuperati dell'Ex Teatro Verdi di Ferrara grazie a "Laboratorio Aperto Ferrara", parte dell'ampio progetto di Regione Emilia-Romagna "Laboratori Aperti" dedicato all'attrattività e riqualificazione dei centri storici delle città emiliano romagnole. Laboratorio aperto Ferrara si è presentato oggi alla città attraverso un Open Day che ha visto insieme artisti internazionali, giovani studenti delle scuole ferraresi e rappresentanti delle istituzioni.

Un progetto - Laboratorio Aperto - gestito da una cordata di imprese composta da Fondazioneiacomo Brodolini, ETT, MBS e CIDAS e che punta a far diventare l'Ex Verdi lo snodo cittadino per le tematiche legate a innovazione e mobilità sostenibile. "Con la Rete regionale dei dieci Laboratori aperti dell'Emilia-Romagna - ha dichiarato Palma Costi, Assessore alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma Regione Emilia-Romagna - abbiamo dato vita a un progetto di inclusione digitale rivolto innanzitutto ai cittadini. Con i fondi europei abbiamo prima finanziato la riqualificazione dei beni culturali scelti come sede dei Laboratori aperti, tra cui l'ex Teatro Verdi di Ferrara - ha dichiarato Palma Costi, assessore alle Attività Produttive della Regione Emilia-Romagna - Sempre con le risorse europee stiamo sostenendo l'avvio delle attività, che vede coinvolti in ogni territorio startupper, imprenditori, università, associazioni, con l'obiettivo di co-progettare soluzioni innovative coerenti con la vocazione di ciascuna città. Al Laboratorio aperto di Ferrara vediamo nascere oggi numerose iniziative legate al tema dell'innovazione e della mobilità sostenibile, con un'ampia partecipazione della città. Siamo certi che questa sia la strada giusta da percorrere e auspichiamo future sinergie con gli altri laboratori aperti della Rete regionale sul terreno comune della digitalizzazione dei servizi"

Spazi di coworking, realtà virtuale, un grande spazio scenico centrale fino a un bar e un punto d'incontro per gli appassionati di bicicletta sono gli elementi che creano, insieme, la via per raggiungere obiettivi comuni di condivisione di idee e cultura, lavoro e formazione attraverso una rigenerazione innovativa e visionaria di uno storico spazio urbano.
"Siamo contenti di inaugurare un contenitore così vivo e dinamico - ha commentato Micol Guerrin - Assessore alle Politiche giovanili e Sistemi informatici del Comune di Ferrara - che spazia dal tema dell'innovazione digitale alla mobilità sostenibile, inserendosi in un contesto cittadino sempre in evoluzione. Tramite la regione Emilia-Romagna e i fondi europei si è data nuova luce ad un monumento simbolo della città, con il vivo augurio che diventi insieme agli altri contenitori cittadini un punto di riferimento per i giovani e la cittadinanza".


Laboratori Aperti

Laboratori Aperti è un progetto della Regione Emilia Romagna che intende attuare le strategie e gli obiettivi dell'Asse 6 del Por Fesr 2014-2020 "Città attrattive e partecipate", per rafforzare l'identità delle aree urbane in grado di innescare processi di partecipazione di cittadini e imprese alle scelte strategiche della città e creare nuove opportunità di occupazione e inclusione. Gli spazi per dare attuazione alle strategie e agli obiettivi dell'asse sono i laboratori aperti: cantieri d'idee, contenitori culturali, luoghi attrezzati con soluzioni tecnologiche Ict che favoriranno lo sviluppo digitale delle città favorendo la partecipazione dei cittadini, imprese, pubblica amministrazione, mondo della ricerca e terzo settore sui temi dell'accesso ai servizi, della mobilità e della formazione. Le città coinvolte nel progetto di sviluppo urbano sostenibili sono: Bologna, Cesena, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini.

Nella prima fase del progetto sono stati stanziati 16,6 milioni di euro del Por Fesr 2014-2020 che hanno finanziato il recupero degli spazi destinati a ospitare i Laboratori aperti (ex chiese, chiostri, immobili dismessi o spazi entrati ormai nell'archeologia industriale). In una seconda fase saranno assegnate le risorse per realizzare i progetti messi a punto dai laboratori aperti altri 14 milioni coi quali si raggiungerà un investimento totale di circa 30 milioni di euro.

Laboratorio Aperto "Ex Teatro Verdi"

Ferrara rientra nelle dieci città coinvolte dal progetto Laboratori Aperti e ha ricevuto un contributo di 1,6 milioni di euro per la riqualificazione dell'ex Teatro Verdi, destinato ad ospitare il Laboratorio aperto sul tema dello sviluppo della mobilità sostenibile e della cultura della bicicletta. Il progetto, a Ferrara, è stato ufficialmente avviato il 28 dicembre 2018, con l'affidamento della gestione al RTI (raggruppamento temporaneo di imprese) composto da Fondazione Giacomo Brodolini, ETT, MBS e CIDAS. Il Laboratorio Aperto di Ferrara - si propone di diventare l'hub dell'Agenda Digitale cittadina, con gli spoke, le antenne, diffuse sul territorio attraverso il coinvolgimento di cittadini e imprese; il tematismo del Laboratorio Aperto Ex teatro Verdi sarà affrontato valorizzando le azioni di Agenda Digitale Locale già in essere, le strategie di sviluppo del territorio, le pianificazioni inerenti i temi di smart city, i processi di partecipazione avviati.

Fondazione Giacomo Brodolini, ETT, MBS e CIDAS

La gestione del Laboratorio Aperto Ex teatro Verdi è stata affidata dal Comune di Ferrara ad un raggruppamento temporaneo di imprese composto da Fondazione Giacomo Brodolini, ente no profit impegnato nella promozione del dialogo sociale e dello scambio di conoscenze tra la comunità accademica, i policy maker, le istituzioni, la società civile ed il settore privato; ETT, l'azienda digitale e creativa che offre percorsi immersivi e interattivi per creare legami profondi tra le persone e i luoghi; MBS, attiva nel mondo della consulenza direzionale, della formazione e della ricerca per il supporto allo sviluppo delle organizzazioni; CIDAS, Cooperativa Inserimento Disabili Assistenza Solidarietà, che opera nell'ambito dei servizi alla persona.

Per info: Lorenzo Mazzoni, email lorenzo.mazzoni@dinamicamedia.it, tel. 349 8450008

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

CronacaComune 11 novembre 2019

Venerdì 15 novembre 2019 alle 9.15, all'ex Teatro Verdi di Ferrara (via Castelnuovo 10), si svolgerà un incontro per la stampa nell'ambito dell'Open day di presentazione delle attività del 'Laboratorio Aperto ex Teatro Verdi di Ferrara', parte della rete dei dieci Laboratori Aperti Emilia Romagna.

All'incontro interverranno il sindaco di Ferrara Alan Fabbri, l'assessore comunale alle Politiche giovanili e Sistemi informatici Micol Guerrini, l'assessore della Regione Emilia Romagna alle Attività produttive, Piano energetico, Economia verde e Ricostruzione post-sisma Palma Costi, Elisabetta Maini dell'Ufficio regionale Ricerca, Trasferimento tecnologico e Promozione dell'innovazione, Annamaria Simonazzi presidente del Comitato Scientifico di Fondazione Giacomo Brodolini e Fabrizio Palai MBS, project coordinator Laboratorio aperto di Ferrara. 

 

>> Alle 10.30 è prevista una visita guidata per i giornalisti negli spazi dell'ex Teatro Verdi.

Giornalisti, fotografi e operatori video sono invitati. 

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori) - Giornata di presentazione dello spazio e delle attività del Laboratorio Aperto ex Teatro Verdi
Dal prossimo venerdì 15 novembre l'ex Teatro Verdi di Ferrara tornerà a essere protagonista della cultura cittadina grazie alle attività di "Laboratorio Aperto Ferrara", parte dell'ampio progetto di Regione Emilia-Romagna "Laboratori Aperti" dedicato all'attrattività e riqualificazione dei centri storici delle città emiliano romagnole.

Tutti i ferraresi e non solo potranno partecipare gratuitamente il prossimo venerdì 15 all'open day ricco di appuntamenti e dedicato alla presentazione delle future iniziative che si svilupperanno all'interno dell'ex storico teatro cittadino. Si parte già dalle ore 9.00 con "Recitar Giocando" - l'Aida di Verdi in 4 atti - con protagonisti gli alunni delle classi 4A e 4B dell'Istituto "C. Govoni" di Ferrara, per proseguire con un momento istituzionale che vedrà, tra gli altri, la presenza del Sindaco di Ferrara e dell'assessore alle politiche giovanile e sistemi informatici Micol Guerrini, oltre che dell'assessore regionale Palma Costi. A conclusione della mattinata, i tour guidati degli spazi a cura dei progettisti di Città della cultura/Cultura della città, in collaborazione con il servizio Beni Monumentali del Comune.

Nel pomeriggio spazio a tecnologia, cultura e arte: alle 15.00 avrà inizio il laboratorio "Esperienze interattive di realtà virtuale" - fino alle 18.00 -, alle 15.30 l'interessante tavola rotonda "Platforming culturale: trasformare le filiere delle industrie creative e culturali attraverso la partecipazione e il digitale".

A caratterizzare ulteriormente il venerdì del Laboratorio non mancherà un appuntamento di rilevanza artistica internazionale: Meet the Media Artist, dalle 16.45 fino alle ore 20, ospiterà Jonas Bers e Philip Baljeu. Bers con performance uniche (sold out al Lincoln Center e al Sonic Act di Amsterdam) e Baljeu con la LZX Industries, leader mondiale nel settore dei sintetizzatori video, saranno i protagonisti di due talk informali in cui gli artisti parlano della loro prassi creativa. A seguire, la conclusione con un momento performativo nello spazio dell'ex platea del Teatro.
Per info: Lorenzo Mazzoni, email lorenzo.mazzoni@dinamicamedia.it, tel. 349 8450008

Dettaglio della giornata nell'agenda allegata a fondo pagina

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: