Comune di Ferrara

domenica, 15 dicembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Presentazione dei nuovi presidenti e componenti dei CdA delle Fondazioni Ferrara Arte e Teatro Comunale e dell'Associazione Ferrara Musica

ASSESSORATO ALLA CULTURA - Sabato 23 novembre alle 12 al Teatro Comunale "Claudio Abbado" - DOCUMENTAZIONE FOTO VIDEO

Presentazione dei nuovi presidenti e componenti dei CdA delle Fondazioni Ferrara Arte e Teatro Comunale e dell'Associazione Ferrara Musica

23-11-2019 / Giorno per giorno

Il sindaco Alan Fabbri ha nominato i nuovi Presidenti e i relativi CdA delle Istituzioni che si occupano degli eventi artistici, musicali e culturali della città. La designazione dei Presidenti è avvenuta dopo un'attenta ricerca di figure di alto rilievo con doti professionali e competenze capaci di dare nuovo impulso, vitalità e internazionalità agli eventi previsti per i prossimi anni.

Sabato 23 novembre alle 12 al Teatro Comunale "Claudio Abbado" (corso Martiri della Libertà 5) si è svolto un incontro nel corso del quale sono stati presentati i neo Presidenti e i componenti dei Consigli di Amministrazione, che avranno il compito di promuovere e valorizzare Ferrara nel proscenio culturale europeo e internazionale, accrescendone la vocazione artistica e culturale.
In questa occasione sono intervenuti oltre al sindaco Alan Fabbri e l'assessore alla Cultura Marco Gulinelli, i nuovi Presidenti, figure di prestigio per competenza e rilievo nazionale: Vittorio Sgarbi per la Fondazione Ferrara Arte e Mario Resca per la Fondazione Teatro Comunale (Francesco Micheli, per l'Associazione Ferrara Musica, era assente per un piccolo infortunio al ginocchio).

>> DOCUMENTAZIONE (schede CDA), FOTO e LINK (audio-video) in fondo alla pagina

----------------------------------------------------------------------------------

LE SCHEDE a cura dell'Assessorato alla Cultura relative alle Fondazioni Ferrara Arte e Teatro Comunale e all'Associazione Ferrara Musica (in fondo alla pagina documentazione scaricabile sulle composizioni dei CDA)

 

- Fondazione Ferrara Arte - VITTORIO SGARBI

Nato a Ferrara Vittorio Sgarbi si laurea nel 1974 presso l'Università di Bologna, perfezionando gli studi in storia dell'arte, dopo iniziali interessi per la filosofia e la letteratura, prima nella relativa scuola di specializzazione, poi da borsista presso la Fondazione Longhi di Firenze.

In qualità di storico dell'arte, lavora dal 1977 in Veneto come funzionario ministeriale nell'amministrazione periferica dei beni culturali, cominciando al suo interno una carriera che lo ha visto nel ruolo di ispettore e direttore, prima di conseguire, nel 2010, la carica massima presso la Soprintendenza speciale per Venezia.

E' stato docente universitario a Bologna, Udine e Perugia.

Deputato al Parlamento italiano per cinque legislature (1992-2006-2018) e all'europeo per una (1999-2001), è stato sottosegretario ai Beni Culturali (2001-2002), consigliere della Regione Sardegna (1994), sindaco di San Severino Marche (1992-1994, Salemi (2008-2012) e Sutri (dal 2018) assessore alla cultura del Comune di Milano (2006-2008), Urbino ( dal 2014), Cosenza (dal 2016).

Dal 2003 presidente dell'Accademia di Belle Arti di Urbino, è stato Alto Commissario per la valorizzazione della Villa del Casale di Piazza Armerina (2005-2012), curatore del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia del 2011 e ambasciatore per le Belle Arti all'Expo 2015 di Milano.

E' presidente del MART di Rovereto e presidente della Fondazione Canova di Possagno.

Grazie ai numerosi articoli giornalistici e, soprattutto, alle frequenti presenze televisive che l'hanno reso personaggio conosciutissimo, introducendo modi di comunicare in radicale contrasto con quelli compassati e perbenisti prima di lui dominanti, Sgarbi é senza dubbio il più noto storico dell'arte che l'Italia abbia mai annoverato, attribuendo alla figura tradizionale nuove valenze che aggiungono alla competenza di settore, messa a disposizione di un uditorio quanto mai vasto nell'intento prioritario di promuovere l'educazione di massa al patrimonio culturale, un'inedita capacità intellettuale di spaziare in ogni possibile campo dell'opinione.

Sono oltre cento le esposizioni d'arte di cui è stato curatore - fra di esse

Giotto e il suo tempo (2000), Giorgio De Chirico. Opere 1909-1973 (2002), Parmigianino (2003), Mattia Preti (2013),

Un centinaio le monografie di argomento artistico di cui é autore, fra le quali Carpaccio (1979,1994), Palladio e la Maniera (1980), Il sogno della pittura (1985), Davanti all'immagine (1989), L'Italia delle meraviglie (2008), Piene di grazia (2011),

Vari i volumi de Il tesoro d'Italia (2012-19), dimostrando analoghe capacità di trattazione nel registro scientifico come nel taglio più didattico, a cui appartengono molte delle sue pubblicazioni più conosciute.

Tanto ha scritto. La sua ultima pubblicazione: il DIARIO DELLA CAPRA 2019-2020 

--------------------------------------------------------------------

- Fondazione Teatro Comunale - MARIO RESCA
Mario Resca, punto di riferimento della business community italiana, svolge un ruolo attivo in numerosi settori (retail, wine&food, Financial Advisory, management, banking e entrepreneurship).
Nato a Ferrara, laureato presso l'Università Bocconi di Milano, ha iniziato la sua carriera nel 1968, già prima della laurea come giornalista economico presso Espansione (Mondadori-McGrow Hill).

Nel 2002 gli è stata conferita l'onorificenza di Cavaliere del Lavoro.
Nato a Ferrara il 21 dicembre 1945, Mario Resca inizia la sua carriera come giornalista economico presso Espansione (Mondadori-McGraw Hill), nel 1968, un anno prima di laurearsi in economia e commercio presso l'Università Bocconi di Milano.
Dopo la laurea passa alla Chase Manhattan Bank che stava aprendo la prima filiale in Italia.
Lavora nelle sedi di Londra e New York e nel 1972 è capo ufficio fidi a Roma.
L'anno successivo viene nominato Second Vice President.
Dal 1976 è partner di Egon Zehnder (leader mondiale nella ricerca di dirigenti di alto livello) per 15 anni, assumendo prima la responsabilità della filiale italiana e poi anche quelle di Merger & Acquisition Worldwilde.
Nel 1995 diventa Presidente e Amministratore delegato di McDonald's Italia con l'obiettivo di rilanciare e sviluppare il marchio nel Paese portando da 8 a 350 i ristoranti McDonald's italia, con un'occupazione di oltre 15000 dipendenti.

Nel corso della sua carriera professionale, Mario Resca è stato inoltre commissario straordinario del gruppo Cirio-Del Monte; presidente della Camera di Commercio americana in Italia; membro di Aspen Italia; membro del Consiglio di amministrazione di Lancôme-L'Oréal, Versace S.p.A, Rizzoli Rcs, UPA, Presidente di Kenwood Electronics S.p.A, Sambonet S.p.A., Italia Zuccheri, Senior Advisor di OakTree Private Equity, direttore generale per la valorizzazione del patrimonio culturale presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, presidente del Convention Bureau (Ministero del Turismo).
Molto attivo nell'ambito associativo, nel 1999 fonda Confimprese, l'associazione del commercio moderno che raggruppa aziende attive nel franchising, GDO e reti dirette, che presiede tutt'ora e dal 2018 è Presidente di Confimprese Servizi.
E' attualmente Membro del CDA di Arnoldo Mondadori Editore, Presidente di Mondadori Retail (società del gruppo che gestisce un network di librerie dirette e in franchising).
Inoltre è Membro del CdA di Sausalitos e di Visionnaire ed opera come Senior Advisor di alcuni fondi di Private Equity, tra cui Ergon Capital S.A.
Presidente CBI, membro CDA IPE, membro CDA Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, membro del Consiglio di Amministrazione di Sirio S.p.A
Da giugno 2019 è stato nominato Presidente di IVRI S.p.a.
Da oggi Presidente della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

------------------------------------------------------------------------------------------------

- Associazione Ferrara Musica - FRANCESCO MICHELI

Dopo un'intensa attività nel settore finanziario, assicurativo, del merchant banking e dell'asset management (Gruppo Montedison, Morgan Grenfell, Gruppo IMI, Sviluppo Finanziaria, RAS-Allianz), è stato tra i primi in Italia a individuare nell'alta tecnologia, nelle telecomunicazioni e nella genomica, settori dalle forti e strategiche possibilità di sviluppo dando vita a start up di successo, tra cui nel 2000 FastWeb: e oggi, dopo aver lasciato Fastweb nel 2003, è Presidente e Amministratore Delegato di Genextra che opera nel settore delle biotecnologie avanzate e che controlla Intercept, quotata al Nasdaq.

In parallelo a liceo classico e laurea in scienze politiche all'Università Cattolica di Milano ha effettuato studi musicali: pianoforte e composizione.

Fa parte del Consiglio di Amministrazione di diverse Società e di Enti culturali e filantropici tra cui Fondazione Teatro alla Scala, Accademia Pianistica Internazionale di Imola (Presidente), MilanoMusica, Fondazione Amici della Scala, Fondazione Teatro Parenti, Vidas, Fondazione per le Neuroscienze (Presidente), Convivio (Presidente), FAI - Fondo per l'Ambiente Italiano.

Già Presidente del Conservatorio di Musica di Milano (dal 2000 al 2007), ha fondato e gestito fino al 2015, "MITO SettembreMusica", il Festival nato nel 2007 dal gemellaggio tra Torino e Milano, uno dei più importanti eventi musicali europei.

Attraverso la Fondazione, che porta il nome del padre che fu musicista e docente al Conservatorio di Milano, ha lanciato e prodotto negli anni '90 tre edizioni del Concorso Pianistico Internazionale Umberto Micheli che fu presieduto da Luciano Berio e realizzato assieme a Maurizio Pollini e a Enzo Restagno.

 

Links:

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: