Comune di Ferrara

lunedì, 16 dicembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Presentazione della Stagione Lirica 2019/2020 della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

CONFERENZA STAMPA - Lunedì 2 dicembre alle 11 nella sala del Ridotto. DOCUMENTAZIONE ALLEGATA

Presentazione della Stagione Lirica 2019/2020 della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

29-11-2019 / Giorno per giorno

L'assessore alla Cultura del Comune di Ferrara Marco Gulinelli interverrà lunedì 2 dicembre alle 11, al Ridotto del Teatro Claudio Abbado, alla conferenza stampa di presentazione della Stagione Lirica 2019/2020 della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara.

---------------------------------------------------------------------

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

NUOVO CARTELLONE LIRICO PER IL TEATRO COMUNALE CLAUDIO ABBADO
CHE COMPLETA COSÌ LA STAGIONE TEATRALE 2019/2020

Tra dicembre e maggio il Teatro Comunale di Ferrara programmerà quattro opere liriche, due spettacoli di teatro musicale da camera e un'opera in riduzione didattica. Un programma a sette titoli - quattro dei quali in abbonamento - in cui la tradizione trova spazio accanto a proposte contemporanee e formative.
Rigoletto, Carmen e Madama Butterfly accompagnano la storia della lirica a Ferrara fin dai loro rispettivi esordi. Rigoletto di Verdi approderà quest'anno nuovamente sul palcoscenico del Comunale di Ferrara il 10 e 12 gennaio 2020. L'allestimento sarà firmato dal regista Fabio Sparvoli - una delle firme di maggior prestigio nel mondo del teatro musicale e di prosa, allievo di Giorgio Strehler - con le scene di Giorgio Ricchelli. Aldo Sisillo dirigerà l'Orchestra Filarmonica Italiana e un cast giovane di già provata esperienza con Oreste Cosimo, Marco Ciaponi, Devid Cecconi, Daniela Cappiello e Ramaz Chikviladze nei ruoli principali. Fabio Sparvoli ha scelto un allestimento dalle linee essenziali, un contenitore dove far risaltare le contraddizioni della figura umana così come messe in musica da Verdi.
A oltre dieci anni dalla sua ultima rappresentazione cittadina, torna in cartellone anche Carmen di Bizet (7 e 9 febbraio). L'allestimento di Ravenna Festival sarà firmato dal cantante e attore bresciano Luca Micheletti. Il giovane maestro bielorusso Vladimir Ovodok, allievo di Riccardo Muti, dirigerà per la prima volta a Ferrara l'Orchestra Giovanile Cherubini e le voci di Martina Belli, Elisa Balbo e Antonio Corianò. La cifra registica è di grande realismo e la trasposizione storica (una Spagna dittatoriale) esalta l'approfondimento psicologico dei personaggi.
Anche Madama Butterfly di Puccini, diretta da David Crescenzi con la regia di Matteo Mazzoni, le scene di Benito Leonori e i costumi di Patricia Toffolutti, arriverà sul palcoscenico del nostro teatro in una nuova produzione promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, in coproduzione con il Teatro Comunale di Treviso e la Fondazione Teatro Comunale di Ferrara. L'opera andrà in scena il 3 e 4 maggio, tra gli interpreti principali Silvia Pantani, Francesco Fortes, Ilaria Ribrezzi e Italo Proferisce. Matteo Mazzoni ha caratterizzato il Giappone con le tradizionali maschere del teatro Noh, in un palco animato solo da raffinate videoproiezioni e arredi di carta.
La stagione comprenderà la consueta escursione nel repertorio del primo Settecento con l'oratorio La Resurrezione di Georg Friedrich Händel. Alessandro Quarta dirigerà il 21 aprile Carlotta Colombo, Sonia Tedla, Chiara Brunello, Luca Cervoni e Mauro Borgioni, voci di livello internazionale assoluto, specializzate in questo particolare repertorio, Accademia e Coro dello Spirito Santo. La regia luci e video sarà per la prima volta affidata a Chiara Tarabotti.

Di grande spessore si annunciano infine i due lavori da camera fuori abbonamento. De Il segreto di Susanna di Ermanno Wolf Ferrari - delizioso intermezzo in un atto (1909) - sarà proposta il 23 maggio al Ridotto la versione da camera realizzata dallo stesso autore. La regia sarà firmata da Marco Bellussi, con Elisabetta Martorana e Giulio Alvise Caselli nei due ruoli vocali dello spartito e i Solisti dell'Orchestra Città di Ferrara. Katër I Radës. Il naufragio (19 dicembre 2019 ore 21, biglietto omaggio per gli abbonati) è un'opera contemporanea scritta per la Biennale Musica 2014 da Alessandro Leogrande, riprendendo la propria inchiesta sulla nave Katër i Radës speronata per impedire nel 1997 uno sbarco di disperati albanesi. Le musiche del compositore albanese Admir Shkurtaj e la regia di Salvatore Tramacere realizzano una meditazione sul dolore, con drammaturgia e scelte linguistiche di grande impatto. Il 7 maggio completerà il cartellone una versione in formato ridotto del celebre titolo mozartiano Le nozze di Figaro, realizzata dal Conservatorio Frescobaldi con la direzione di Marco Titotto e la regia di Giovanni Dispenza per divulgare il grande repertorio ai giovanissimi e riproporlo agli adulti che già lo conoscono.
Sono previsti anche quest'anno due turni di abbonamento di quattro recite ciascuno, di cui tre a turni unificati. Il turno A prevede l'inizio alle ore 20; il turno B comprende tre spettacoli domenicali con inizio alle ore 16 e uno serale con inizio alle ore 20.
Vengono confermate anche le formule di prezzo introdotte nelle passate stagioni e riservate ai più giovani: Lirica in famiglia (biglietto a 5 euro per ragazzi sino a 12 anni compresi accompagnati da un adulto) e Under 18 (9 euro per i ragazzi fino ai 20 anni compresi).
La campagna abbonamenti si svolgerà da martedì 3 a venerdì 13 dicembre. La vendita dei biglietti inizierà da sabato 14 dicembre sino ad esaurimento della disponibilità.
La programmazione lirica 2019/2020 della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara è realizzata con il contributo di Regione Emilia Romagna e Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Si avvale inoltre del sostegno di ENI, sponsor unico della stagione.
Per informazioni: tel. +39 0532 202675 e www.teatrocomunaleferrara.it

 

 

Immagini scaricabili: