Comune di Ferrara

martedì, 21 gennaio 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Con "Up and Down" va in scena il bello della diversità

POLITICHE SOCIALI - Domenica 15 dicembre 2019 alle 21 al Teatro Nuovo - Recensione

Con "Up and Down" va in scena il bello della diversità

10-12-2019 / Giorno per giorno

AGGIORNAMENTO del 16 dicembre 2019: in allegato scaricabile a fondo pagina la recensione dello spettacolo a cura dell'Ufficio stampa del Teatro Nuovo di Ferrara.

Nella foto a fianco l'ass. Cristina Coletti in una foto di gruppo con la compagnia teatrale guidata da Paolo Ruffini, in occasione dello spettacolo a Teatro Nuovo di Ferrara. 

----------

Uno spettacolo creato e interpretato dall'attore e conduttore Paolo Ruffini per raccontare in maniera divertente, coinvolgente e autoironica la bellezza della diversità. È questo il tema centrale dell'appuntamento con lo spettacolo "Up and Down" in programma per domenica 15 dicembre 2019 alle 21 al Teatro Nuovo di Ferrara (piazza Trento Trieste 52, Ferrara) e che è stato presentato oggi - martedì 10 dicembre 2019 - nella residenza municipale. Dalle 19.30 nell'area della galleria davanti all'ingresso del teatro saranno presenti i banchetti delle sei associazioni di volontariato che a Ferrara si occupano di problemi legati alla disabilità. I volontari metteranno in vendita oggetti e prodotti realizzati per l'autofinanziamento delle attività associative.
Locandina dello spettacolo "Up and Down"All'incontro di oggi con i giornalisti sono intervenuti la assessore comunale alle Politiche sociali, la direttrice artistica del Teatro Nuovo Cinzia Bonafede, il presidente di Ammic-Associazione nazionale mutilati e invalidi civili Carlos Dana, la presidente della cooperativa Integrazione e lavoro che porta avanti il progetto di abitazione e inserimento lavorativo Civico 77 nella casa famiglia di Baura Eleonora Mota, la presidente della sezine di Ferrara dell'Uici-Unione italiana ciechi Alessandra Mambelli, la vicepresidente di Anffas-Associazione nazionale famiglie di persone con disabilità intellettiva o relazionale Francesca Bortolazzi, la presidente dell'associazione Lo Specchio composta da genitori e figli con disabilità congenita Teresa Graziani e Anna Maria Dobori della Fondazione Costruiamo Futuro.
Per info e prevendite biglietti: sito web www.teatronuovoferrara.com, Teatro Nuovo, piazza Trento e Trieste 52, Ferrara, tel. 0532.1862055, email info@teatronuovoferrara.com.

Nella foto - scaricabile in fondo alla pagina - la locandina dello spettacolo "Up&Down" con Paolo Ruffini e gli altri attori

LA SCHEDA a cura degli organizzatori - Domenica 15 dicembre alle 21 il Teatro Nuovo di Ferrara avrà l'onore di ospitare lo spettacolo "UP AND DOWN". Questa rappresentazione teatrale, che vedrà come protagonisti un gruppo di ragazzi affetti dalla Sindrome di Down, racconterà la bellezza che si cela dietro le diversità. Allo scopo di avvalorare l'impronta umana e sociale che il regista Ruffini ha voluto trasmettere, il Teatro Nuovo in collaborazione con l'assessore comunale alle politiche sociali Cristina Coletti, ha messo a disposizione nella galleria del Teatro uno spazio riservato a tutte le associazioni di volontariato che si occupano di questa importante tematica. Verranno dunque posizionati diversi banchetti dove ogni singola associazione avrà la possibilità di mostrare al pubblico ed a tutti i cittadini che interverranno le proprie attività.
"Up and Down" è uno spettacolo comico e commovente che racconta delle relazioni umane. Un'indagine diretta e poetica sulla società: l'ironia e l'irriverenza accompagnano gli spettatori in un viaggio che racconta la bellezza che risiede nelle diversità.
Lo scheletro dello spettacolo è costruito sull'intenzione di Paolo Ruffini di realizzare uno straordinario 'one man show', con imponenti scenografie ed effetti speciali. Parte però una sequela di boicottaggi e rocambolesche interruzioni in cui gli attori fanno irruzione dimostrando di essere molto più abili di lui. Dimostrando inoltre che ci sono tante persone che non sono abili alla felicità o all'ascolto, ma che alla fine siamo tutti diversamente abili, diversamente normali e meravigliosamente diversi.
Una rappresentazione dai connotati surreali e dagli sviluppi inaspettati con una forte connotazione d'improvvisazione, che interrompe le liturgie teatrali e offre al pubblico una vera e propria esperienza in cui le distanze tra palcoscenico e platea si annullano, e alla fine attori e spettatori si trovano per condividere un gesto rivoluzionario: un grande abbraccio.
Paolo Ruffini - attore, regista e conduttore televisivo - porta in scena questo spettacolo insieme a degli attori davvero UP con la sindrome di Down, ma saranno proprio loro a contagiare tutti con la "Sindrome di UP"!

LA SCHEDA delle associazioni partecipantiL'ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi Civili) è l'Ente morale che per legge - decreto del Presidente della Repubblica 23/12/78 - ha il fine di rappresentare e tutelare in Italia gli interessi morali ed economici dell'intera categoria degli invalidi civili. In sede istituzionale l'ANMIC è presente in tutte le Commissioni del lavoro. L'Associazione ha contribuito all'approvazione di numerose leggi, che tutt' oggi favoriscono una vita più decorosa ai disabili e loro familiari ed è presente sul territorio nazionale con un centinaio di sedi provinciali, in una ventina di sedi regionali e oltre 360 sezioni comunali. L'ANMIC nella Provincia di Ferrara conta più di 3.000 iscritti ed opera attraverso otto sedi sparse sul territorio. Il nostro compito principale è quello di aiutare persone disabili e i loro famigliari a districarsi nei meandri delle disposizioni di legge, al fine di poter dare una risposta concreta ad ogni singola richiesta. Indicare all' individuo che si presenta, la via migliore e soprattutto chiarire quali sono i benefici già ottenuti con il riconoscimento dell'invalidità, già in possesso e quello che potrebbero chiedere, sempre nel rispetto delle disposizioni di Legge. Offre consulenza Medico Legale, con un Medico della Medicina Legale, Consulenza Legale affidata ad un Avvocato, Assistenza a 360 gradi per quanto riguarda ogni momento di vita per far fronte ad ogni possibile problema.

INTEGRAZIONE E LAVORO per CIVICO 77-CASA FAMIGLIA è un progetto di Casa Famiglia a Baura di Ferrara per la residenzialità e l'inserimento lavorativo di persone con disabilità che si affianca all'attuale Casa Famiglia e Fienile. Questa casa, al piano superiore avrà una stanza doppia e quattro singole, cinque bagni, uno spazio per stare insieme tra ingresso comune, soggiorno, angolo cottura e pranzo, mentre al piano terra saranno allestiti diversi laboratori socio-occupazionali.
Civico 77 è una casa che si adatta, anzi si "plasma" alle persone che la abitano, rendendo questo nucleo, il cuore del progetto. Civico 77 è un luogo dove abitare, stare bene, lavorare, creare e crescere. Un luogo dove sentirsi a proprio agio, che ispira fiducia nella vita, e nel futuro.
Per realizzare questo sogno che sta nascendo mattone dopo mattone, INTEGRAZIONE LAVORO Cooperativa Sociale e Fondazione COMUNITA' SOLIDALE ONLUS hanno unito le forze, ma abbiamo anche bisogno di voi! Il nostro sito www.civico77.org raccoglie fondi per questo.

UICI L'Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti ETS-APS, fondata a Genova il 26 ottobre 1920, è un ente morale con personalità giuridica di diritto privato, che ha come scopo fondamentale statutario l'integrazione dei minorati della vista nella società.
In particolare l'Unione favorisce la piena attuazione dei diritti umani, civili e sociali dei ciechi e degli ipovedenti, la loro equiparazione sociale e l'integrazione in ogni ambito della vita civile con particolare riferimento: all'integrazione scolastica, alla formazione culturale, all'istruzione professionale, al collocamento lavorativo, all'assistenza rivolta ai pluriminorati, agli anziani e alle  persone in situazione di particolare emarginazione sociale, all'attività creativa e fisico-sportiva.
Si occupa inoltre di prevenzione della cecità attraverso la Sezione Italiana dell'Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità (IAPB) / che ha concorso ad istituire. Opera nel campo tiflologico e tiflo tecnico per garantire la disponibilità di sempre più avanzati strumenti per l'istruzione e per la vita indipendente. I suddetti servizi sono resi sia direttamente dal personale e dai volontari della sezione, sia attraverso altre strutture appositamente create all'interno dell'associazione / in particolare l'I.Ri.Fo.R., sia attraverso convenzioni con altre associazioni/istituzioni.
UICI FERRARA L'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti sezione territoriale di Ferrara ha sede in Via Cittadella 51, non lontano dalla stazione ferroviaria. Gli uffici sono aperti il martedì, mercoledì e giovedì ore 9.30-12.30, il lunedì e giovedì pomeriggio ore 15-17.30.
Il personale, la presidenza e i volontari sono a disposizione per informazioni ed aggiornamenti sui temi che riguardano la disabilità visiva, per espletare pratiche e offrire supporto agli utenti. In particolare i soci, ma non solo, usufruire dei seguenti servizi: Servizio di patronato e servizio di CAF; Consulenza per l'ottenimento di Contrassegno europeo disabili, agevolazioni acquisto auto, esenzione bollo auto e tutto ciò che riguarda adempimenti fiscali dei non vedenti; Consulenza tiflodidattica per  facilitare la comprensione dei problemi reali dell'alunno minorato visivo aiutando l'educatore a valutare più realisticamente i limiti e le potenzialità del bambino, sia dal punto di vista clinico che pedagogico; Materiale tiflotecnico (la sezione mette a disposizione, oppure è in grado di suggerire ed ordinare, ausili tiflotecnici, elettronici e informatici, che possono costituire un valido aiuto ai non vedenti nelle loro attività quotidiane); Libro parlaton con  progettazione e produzione di un catalogo di oltre diecimila audiolibri in formato digitale, nonché trascrizioni di testi in formato elettronico, stampe braille; Agevolazioni trasporti; Sostegno psicologico; Attività culturali, ricreative, sportive. Per info: https://uiciemiliaromagna.it/sezioniterritoriali/ferrara  e  pagina Facebook.

ANFFAS ONLUS è un'associazione Nazionale di Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, è un grande gruppo di genitori, familiari ed amici. E' nata a Roma il 28 marzo 1958 quando l'Italia era appena uscita dalla seconda guerra mondiale. In quel periodo i bisogni delle persone più deboli non erano rispettati. Oggi le associazioni Anffas sono circa 200 in tutta Italia e si occupano di difendere i diritti delle persone con disabilità e delle loro famiglie in ogni aspetto della loro vita (come la scuola, il lavoro, la salute, eccetera) Anffas a Ferrara è stata fondata da un gruppo di genitori il 19 dicembre 1970. Persegue finalità di solidarietà e promozione sociale, in campo: della tutela dei diritti umani e civili, sanitario, sociale, ricreativo, del tempo libero in favore di persone svantaggiate in situazioni di disabilità intellettiva e/o relazionale e delle loro famiglie.
Anffas organizza attività in favore di persone con disabilità, con l'intento di creare aggregazione e spirito di gruppo. Le attività sono sempre personalizzate e adattate alle capacità e alle abilità di ogni singolo partecipante: laboratorio musicale, laboratorio ricreativo, vacanze, week-end. Sportello di consulenza aperto a tutti i mercoledì e venerdì  ore 9-15. Per info: ANFFAS ONLUS DI FERRARA, via della Canapa 10/12, 44122 FERRARA, tel. 0532 681629, cell. 329 9425042, sito www.anffasferrara.net, email info@anffasferrara.

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ODV LO SPECCHIO Un'Associazione di genitori con figli con disabilità congenita che si confrontano e si scambiano opinioni tra loro , e valorizzando le abilità di ognuno , propongono situazioni di inclusione in ambiti non protetti sia lavorativi che ricreativi.
Gli obiettivi:  Promuovere tutti quei progetti che portino a un cambiamento di cultura, dando il giusto valore alla disabilità. Creare una rete tra persone che sostengono le nostre iniziative, per far si che i nostri figli possono scegliere tra le opportunità che la vita potrebbe offrirgli in tutti gli ambiti (lavorativi, sportivi, ricreativi, culturali) anche senza l'assistenza delle famiglie. Essere soggetti attivi e non assistenziali. Favorire l'autonomia dei nostri ragazzi/e e delle loro famiglie per una vita libera e indipendente. Sostenere progetti per un "durante noi" che preparino ad un "dopo di noi" non traumatico. Promuovere formazione.

FONDAZIONE COSTRUIAMO FUTURO Nasce nel 2013 per iniziativa di un gruppo di famiglie e di associazioni unite per rispondere all'esigenza di assicurare un futuro dignitoso alle persone con disabilità anche quando verrà meno il supporto famigliare. La Fondazione promuove azioni e progetti atti a sviluppare sinergie tra pubblico e privato e attiva collaborazioni con enti, estituzioni, organismi pubblici e privati che riconoscono alle persone con disabilità i diritti di cittadinanza che una società civile deve garantire. I fondatori promotori sono famiglie con congiunti disabili, associazioni che operano nel campo della disabilità.
Fondazione Costruiamo Futuro Onlus è costituita da soci fondatori e promotori, in partcolare: famigliari di ragazzi e ragazze con disabilità, AIAS, ANFFAS, Associazione Orizzonti, Associazione Dalla Terra alla Luna, Fondazione Comunità Solidale, Associazione Lo Specchio.
Partecipa e collabora con noi il Comune di Ferrara, Assessorato Sanità, Servizi alla persona, Politiche familiari.

Immagini scaricabili:

Presentazione in Municipio, Ferrara 10 dicembre 2019, dello Spettacolo "Up and Down" su disabilità in cartellone al Teatro Nuovo Locandina dello spettacolo "Up and Down"

Allegati scaricabili: