Comune di Ferrara

venerdì, 23 ottobre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Imposta su pubblicità e affissioni: in Municipio un incontro con le associazioni di categoria sulle previste modifiche al Regolamento comunale

COMMERCIO E ATTIVITA' PRODUTTIVE - Illustrate dagli assessori le variazioni sulle imposizioni per le attività del territorio

Imposta su pubblicità e affissioni: in Municipio un incontro con le associazioni di categoria sulle previste modifiche al Regolamento comunale

20-01-2020 / Giorno per giorno

Si è svolto nella mattinata di oggi, 20 gennaio 2020, nella residenza municipale di Ferrara il previsto incontro tra gli assessori comunali alle Attività produttive e al Commercio e i rappresentanti della associazioni di categoria cittadine, per la presentazione delle modifiche che l'Amministrazione comunale intende apportare al Regolamento per l'applicazione dell'imposta sulla pubblicità e i diritti sulle pubbliche affissioni.

Hanno preso parte all'incontro i rappresentanti di Ascom, Confesercenti, Confartigianato, Cna, Legacoop, Coldiretti, Camera di Commercio, e Ica. Al tavolo erano inoltre presenti la dirigente del Settore Sviluppo Economico Evelina Benvenuti e la dirigente del Settore Programmazione Finanziaria Piera Pellegrini.

Gli assessori hanno illustrato le principali modifiche al Regolamento che sono state vagliate dalla Giunta nel corso dell'ultima seduta e che sono ora in attesa di essere sottoposte all'esame della Commissione consiliare competente, il prossimo mercoledì, prima di approdare in Consiglio comunale per l'approvazione definitiva all'inizio di febbraio.

Principale intento delle variazioni previste è il riequilibrio tra le attività commerciali che in questi anni hanno pagato di più per l'imposta su pubblicità e affissioni e la grande distribuzione, che ha invece usufruito di vantaggi. La volontà è infatti quella di abbassare le imposte per le piccole attività del centro e delle periferie, che passeranno dalla categoria 'speciale' a quella 'normale'; mentre saranno inserite nella categoria 'speciale' (che prevede una maggiorazione rispetto a quella 'normale') le aree della città in cui sono insediati i grandi centri commerciali e le attività della grande distribuzione. L'operazione comporterà per il Comune una riduzione complessiva degli introiti derivanti dall'imposta sulla pubblicità e le affissioni di circa 40mila euro l'anno.

I rappresentanti delle associazioni intervenute hanno tutti espresso il proprio apprezzamento, con la sola eccezione di Legacoop, per le misure programmate dall'Amministrazione comunale, riservandosi tuttavia di leggerne con attenzione i dettagli (che troveranno esplicitati nel testo della delibera che sarà inviata loro dopo il passaggio in Commissione consiliare) e di presentare eventuali proposte al riguardo prima dell'approdo in Consiglio comunale.

Gli assessori hanno inoltre colto l'occasione per anticipare ai presenti l'intenzione dell'Amministrazione comunale di provvedere, con una modifica al Regolamento comunale sul Canone per l'occupazione di aree pubbliche, all'esenzione del canone comunale per i passi carrai arginali, che fino ad oggi hanno dovuto pagare sia un canone comunale che uno regionale. Una misura che riguarda 1.300 famiglie ferraresi che non pagheranno più la doppia imposizione, con un minore introito per il Comune di circa 80mila euro.

Ulteriori novità anticipate nel corso dell'incontro sono state quelle riguardanti una prevista riduzione del 30% della Cosap per le distese e i dehors di bar e ristoranti nel territorio comunale. Altra misura che come tutte quelle presentate durante la mattinata è guidata dall'obiettivo generale dell'Amministrazione comunale di ridurre l'imposizione fiscale a favore delle imprese e delle attività commerciali del territorio, nell'ottica di un sostegno e un rilancio dell'economia cittadina.

 

Immagini scaricabili:

20gen2020_2 20gen2020_1 20gen2020_3