Comune di Ferrara

sabato, 04 luglio 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Fondo affitto 2019: affidata ad Acer Ferrara la gestione del bando per l'assegnazione di contributi integrativi per i canoni di locazione

GIUNTA COMUNALE - Approvata convenzione da sottoscrivere con l'Agenzia Casa

Fondo affitto 2019: affidata ad Acer Ferrara la gestione del bando per l'assegnazione di contributi integrativi per i canoni di locazione

22-01-2020 / Giorno per giorno

Saranno affidate ad Acer Ferrara tutte le attività amministrative e contabili relative alla gestione del Fondo Affitto 2019 per conto del Distretto Centro Nord.

Le risorse del Fondo assegnate, con delibera dalla Regione Emilia Romagna (DGR 1815/2019), al Distretto (con capofila il Comune di Ferrara e comprendente anche i Comuni di Riva Del Po, Copparo, Tresignana, Jolanda di Savoia, Masi Torello, e Voghiera) ammontano complessivamente a 792.863 euro, di cui 733.320 euro costituiti da residui non spesi dal Comune di Ferrara sul Fondo morosità incolpevole 2014/2018, e 59.542 euro costituiti da trasferimenti regionali spettanti a tutti i Comuni del Distretto. Le somme, come deciso lo scorso novembre, all'unanimità, dal Tavolo Territoriale di concertazione delle politiche abitative, saranno utilizzate per la "concessione ai conduttori di contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione". Il tutto tramite un bando predisposto, pubblicato e gestito da Acer, secondo i termini indicati da una convenzione che è stata approvata oggi, 22 gennaio 2020, dalla Giunta comunale e che sarà sottoscritta dal Comune di Ferrara con la stessa Acer.

In particolare, la quota di 59.542 euro sarà utilizzata da Acer per gestire le domande di Fondo affitto presentate dai residenti nel Distretto (compreso il Comune di Ferrara) nei limiti di capienza della quota regionale assegnata; mentre la somma di 733.320 euro sarà utilizzata da Acer per gestire le domande di Fondo affitto presentate dai residenti nel Comune di Ferrara, in quanto risorse attribuite al capofila. Il contributo erogabile sarà pari a tre mensilità, fino a un massimo di 2.100 euro.

In base alla convenzione, tra i compiti assegnati ad Acer figurano tutte le procedure relative alla predisposizione del bando, alla raccolta delle domande, alla verifica del possesso dei requisiti, al pagamento dei contributi agli aventi diritto e alla rendicontazione delle operazioni.

Per lo svolgimento delle attività assegnate, ad Acer sarà riconosciuto un corrispettivo di 17.543 euro (Iva inclusa).