Comune di Ferrara

sabato, 08 agosto 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Presentato il nuovo marchio turistico "Ferrara feel the event", Ferrara città degli eventi per tutti

ASSESSORATO AL TURISMO - Nasce un brand che raccoglie una selezione di appuntamenti per attrarre nuovi flussi di visitatori. Annunciata la mostra 'Un artista chiamato BANKSY'

Presentato il nuovo marchio turistico "Ferrara feel the event", Ferrara città degli eventi per tutti

29-01-2020 / Giorno per giorno

Si chiama "Ferrara feel the event", è il marchio che connoterà d'ora in poi le iniziative di svago e i momenti culturali e artistici della città destinati ad attrarre e coinvolgere nuovi visitatori e turisti. Il progetto è stato illustrato mercoledì 29 gennaio 2020, nella residenza municipale di Ferrara e nell'occasione è stata annunciata in anteprima la mostra 'Un artista chiamato BANKSY', che da maggio ad agosto ai Diamanti siglerà la chiusura del palazzo per restauro.
All'incontro con i giornalisti erano presenti il vice sindaco di Ferrara Nicola Lodi e gli assessori comunali Matteo Fornasini (Commercio e Turismo), Marco Gulinelli (Cultura), Angela Travagli (Attività Produttive/Patrimonio/Fiere e Mercati), Andrea Maggi (Lavori Pubblici/Urbanistica), Cristina Coletti (Politiche sociali) e Dorota Kusiac (Pubblica Istruzione).

"Presentiamo oggi "Ferrara feel the event", marchio turistico specificatamente pensato per il turismo degli eventi, voluto e realizzato in tutti i suoi aspetti all'interno dell'Amministrazione comunale. - ha annunciato in apertura l'assessore Matteo Fornasini - Il progetto, promosso attraverso una pubblicazione e un video diffuso su social e piattaforme digitali, comprende tutti gli appuntamenti che si ritiene abbiano una capacità di attrarre nuovi flussi di pubblico a beneficio di tutto il tessuto imprenditoriale della città. Con il nuovo corso, vogliamo confermare gli appuntamenti storici della nostra città, come ad esempio Ferrara Buskers Festival o Internazionale a Ferrara (che sarà riproposto ma ampliato e valorizzato) accostandovi altri momenti. Lo scopo è ovviamente quello di aggiungere interesse e nuovi visitatori. Ferrara, insomma, - ha ribadito l'assessore Fornasini - deve diventare sempre più un crocevia di eventi per tutti. Grazie alla proposta di momenti di svago e di interesse culturale che possano incontrare il gusto di fasce crescenti di visitatori e cittadini si potrà ampliare l'offerta turistica del nostro territorio e migliorare sempre più la nostra immagine all'esterno. E questo grazie ad una città che sta dimostrando, a fianco dell'Amministrazione comunale fortemente impegnata sul progetto, di fare squadra mettendo in rete tutte le sue eccellenze".
"E' questo sicuramente un elevato progetto economico culturale. - ha affermato l'assessore Marco Gulinelli - E insieme la conferma della volontà e dell'impegno di questa Amministrazione a voler contagiare il maggior numero possibile di visitatori, attraverso un'offerta culturale e turistica allargata".
"Credo che la cifra con la quale guardare questa iniziativa - ha aggiunto l'assessore Andrea Maggi - sia l'intreccio tra vari elementi che coinvolgono turismo, manifestazioni sportive e lavori pubblici. Una interdisciplinarietà che fa bene a tutti".
"Mi piace molto il concetto di fare squadra, - ha ricordato l'assessore Angela Travagli - noi la stiamo facendo come Amministrazione e questo progetto ne è un'ulteriore conferma. Saranno riproposti anche quest'anno molti degli eventi storici come Mangiafexpo, Sapori Artigiani, Il cibo è chi lo fa e Arteciok".
Secondo l'assessore Dorota Kusiak "In questa raccolta di iniziative ci sarà anche uno spazio per i più piccoli. Partendo da una riprogettazione di Estate Bambini stiamo pensando ad un nuovo format per famiglie con bambini piccoli e ragazzi dedicato alla cultura della nostra comunità".
"Tutte le iniziative che valorizzano il territorio permettono anche di socializzare, di incontrarsi e fare condivisione - ha affermato l'assessore Cristina Coletti - Condivido in pieno il progetto e darò il massimo della collaborazione."

---------------------------------------------------------

(Documentazione a cura degli organizzatori)

(Conferenza stampa del 29 gennaio 2020) -  Ferrara feel the event è un marchio turistico specificatamente pensato per il turismo degli eventi. Raccoglie una selezione degli appuntamenti che si ritiene abbiano la capacità di attrarre nuovi e sempre maggiori flussi di pubblico a beneficio di tutto il tessuto imprenditoriale della città. Il nuovo corso, che vogliamo, apre a eventi diversi tra loro, che possano incontrare il gusto di una fascia sempre più ampia di cittadini e visitatori. Questo significa sia confermare gli eventi che hanno fatto la storia della città, dal Ferrara Buskers Festival a Internazionale a Ferrara, che continueranno ad essere presenti nella programmazione pluriennale e sui quali vogliamo convogliare le medesime risorse e in alcuni casi aumentarle, sia che accanto a questi si devono trovare spazio e risorse per altro, da Monsterland che abbiamo sperimentato lo scorso halloween con un ottimo successo di pubblico, alla nuovissima operazione che abbiamo lanciato ieri "un artista chiamato Banksy", alla data di "Radio Bruno estate" in città a cui stiamo lavorando proprio in questi giorni.

Ferrara deve diventare un crocevia di eventi per tutti. La scelta degli eventi da inserire sotto il cappello del nuovo marchio non è impressa sulla pietra, ma terrà conto della buona riuscita degli eventi che andremo man mano a proporre e a valutare in termini di pubblico, di flussi turistici che sono capaci di generare e di originalità della proposta che esprimono. Il brand Ferrara Feel the event sarà un elemento distintivo e caratterizzante, "valore aggiunto" che esprime l'elevata qualità degli eventi proposti. Invitiamo quindi gli organizzatori ad accompagnarci in questo percorso e a immaginare e progettare nuovi format in un'ottica pluriennale.

Oggi in conferenza stampa sono stati presentati i materiali promozionali: volutamente è stata fatta la scelta di realizzare prodotti di respiro ampio, non legati alla sola programmazione dell'anno in corso, rimandando al portale turistico www.ferrarainfo.com/it/ferrara per tutte le informazioni di dettaglio del calendario 2020. Il sito avrà una sua collezione dedicata agli eventi brandizzati Ferrara Feel the event, sarà costantemente in aggiornamento e alimenterà una campagna costante di promozione digitale sulla pagina facebook e sul profilo Instagram Città di Ferrara.

La brochure ha un registro comunicativo molto diretto, crea un rapporto di confidenza con il visitatore, gli chiede: "che tipo di visitatore sei", cosa ti piace? Sei uno storico? Un esploratore? Un curioso? Uno sportivo? Un goloso o forse un nottambulo?

Una sezione poi è dedicata ai piccoli visitatori per i quali c'è tutta l'intenzione di organizzare sempre nuovi eventi.

Il video è stato prodotto, per la prima volta, a cura del nuovo ufficio comunicazione digitale del Comune, che grazie agli investimenti tecnologici e alle risorse umane assegnate ha permesso di risparmiare i fondi di un eventuale contratto esterno e dirottare parte del budget sulla pubblicità degli eventi nei canali social.

Lo stile del video è un po' retrò e mette in fila tante piccole diapositive che assieme danno uno spaccato di quello che in Città si può trovare. Un susseguirsi ritmato di immagini che hanno l'obiettivo di far crescere la voglia di sperimentare in città nuove emozioni. La città, oggi, chiede di essere guardata con occhi nuovi. Non resta che partire alla scoperta.

- - - - - - - - - -

Un artista chiamato BANKSY - A cura di Gianluca Marziani, Stefano Antonelli, Acoris Andipa

Palazzo dei Diamanti a Ferrara presenta dal Primo maggio 2020 (fino al 2 agosto 2020) la mostra Un artista chiamato BANKSY, a cura di Gianluca Marziani, Stefano Antonelli e Acoris Andipa, promossa e prodotta da MetaMorfosi Associazione Culturale in collaborazione con il Comune di Ferrara e la Fondazione Ferrara Arte.

Nessuno lo ha mai visto, nessuno conosce il suo viso, non circolano foto che lo mostrino: eppure BANKSY conquista il mondo attraverso opere di inaudita potenza etica, evocativa e tematica. Originario di Bristol, nato intorno al 1974, inquadrato nei confini generici della Street Art, Banksy rappresenta un esemplare caso di popolarità per un artista vivente dai tempi di Andy Warhol. Ad oggi possiamo considerarlo il più grande artista globale del nuovo millennio.

La mostra per Palazzo dei Diamanti è un imponente evento espositivo che riunisce oltre 100 pezzi originali dell'artista britannico. Ci sono i dipinti a mano libera del primissimo periodo, esito della scoperta di Blek le Rat e del suo uso dello stencil. Ci sono le serigrafie che Banksy considera artigianato seriale per diffondere i suoi messaggi. Ci sono oggetti installativi, esito dell'incontro con artisti come Brad Downey, e altri oggetti provenienti da Dismaland (come la scultura Mickey Snake con Topolino inghiottito da un pitone). E poi ci sono diversi pezzi numerati, sia artigianali che industriali, molti certificati e altri attribuiti, che ci raccontano di un artista senza confini linguistici e sperimentali.

Marziani e Antonelli: Banksy mette in discussione concetti come l'unicità, l'originalità, l'autorialità e soprattutto la verità dell'opera, tratteggiando una nuova visione che propone qualcosa di nuovo sulla relazione tra opera e mercato, istituendo di fatto un nuovo statuto dell'opera arte, una nuova verità dell'arte stessa, ovvero, l'opera originale non commerciabile.

------

Maria Grazia Filippi - Ufficio Stampa e Comunicazione MetaMorfosi Associazione Metamorfosi - Via degli Spagnoli 24 ROMA cell. 333.2075323 mariagraziafilippi@associazionemetamorfosi.com

 

Links:

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: