Comune di Ferrara

mercoledì, 23 settembre 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Open Days" per giovani creativi: tre giorni di laboratori, mostre, tirocini e musica

POLITICHE GIOVANILI - [RINVIATI a data da destinarsi] - Da venerdì 28 febbraio a domenica 1 marzo in varie sedi cittadine

"Open Days" per giovani creativi: tre giorni di laboratori, mostre, tirocini e musica

20-02-2020 / Giorno per giorno

INIZIATIVA RINVIATA A DATA DA DESTINARSI - Tre giornate in programma - da venerdì 28 febbraio a domenica 1 marzo 2020 - dedicate alla promozione del protagonismo giovanile in città attraverso percorsi nel segno della creatività, ma finalizzate allo sviluppo delle competenze e di sbocchi professionali. L'obiettivo è quello di favorire l'interessamento degli under 35 alla vita culturale della città, secondo le dinamiche dell'inclusione e della partecipazione attiva. Sono gli "Open days" che sono stati presentati questa mattina, venerdì 21 febbraio 2020, e che rientrano nel progetto "Ferrara contemporanea"  promosso dall'Assessorato Politiche Giovanili del Comune e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna (legge 14/2008). Il progetto diffuso coinvolge 16 realtà associative attive sul territorio, due classi in rappresentanza dei relativi istituti scolastici (Liceo Carducci e Liceo Artistico Dosso Dossi) e vanta la collaborazione del Dipartimento di Architettura dell'Università di Ferrara.
"Il taglio professionalizzante dell'iniziativa - ha sottolineato l'ass. alle Politiche giovanili Micol Guerrini - è molto apprezzabile, perché è mirato a individuare uno sbocco lavorativo per le professioni creative. Importante il fatto che la cultura venga intesa come elemento che apre anche al lavoro: dalla fotografia alla grafica. E per arrivare a questo sono utili i laboratori che nei giorni della manifestazione saranno a disposizione di tutti i ragazzi tra i 15 e i 35 anni che si potranno iscrivere online per portare avanti le loro passioni anche attraverso lo studio, la conoscenza e la pratica".
Laboratori, mostre, tirocini e momenti di festa insieme si terranno in varie sedi legate ai diversi partner dell'iniziativa: Factory Grisù (via Poledrelli 21), Wunderkammer (via Darsena 57), liceo Carducci, Dosso Dossi, Biblioteca popolare Giardino (via Cavour 183), Legatoria Antolini (via Aldighieri 29/a).

Per illustrare i dettagli del progetto e il calendario degli incontri aperti, nella sede di Factory Grisù sono intervenuti l'assessore alle Politiche Giovanili Micol Guerrini, il presidente del Consorzio Factory Grisù Paolo Marcolini, il presidente del Consorzio WunderKammer Roberto Formignani e il direttore dell'associazione di promozione sociale Basso Profilo Leonardo Delmonte, Annalisa Ferroni dell'Unità organizzativa Nuove Generazioni, Giacomo Brini dell'associazione Riaperture, l'autrice del logo Elisabetta Rossetti.

LA SCHEDA a cura degli organizzatoriFerrara Contemporanea, progetto triennale del Comune di Ferrara, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e strutturato grazie alla collaborazione di istituzioni, enti ed associazioni attive sul territorio, tra cui il Dipartimento di Architettura dell'Università di Ferrara, si presenta con gli Open Days, calendario di eventi diffusi, dal 28 febbraio al 1 marzo.

Il progetto Ferrara Contemporanea, promosso dall'Assessorato alle Politiche Giovanili-Servizio Istruzione Educazione Formazione- U.O. Nuove Generazioni, ha l'obiettivo di incentivare il protagonismo giovanile attraverso percorsi finalizzati allo sviluppo delle competenze, per favorire l'interessamento degli under 35 alla vita culturale della città, secondo le dinamiche dell'inclusione e della partecipazione attiva.

Al centro del sistema proposto dal progetto, le linee guida delle attività rivolte ai giovani saranno la creatività, il talento, la crescita culturale e professionale, con lo scopo di valorizzare e favorire lo sviluppo delle arti contemporanee tramite la creazione di un incubatore di idee per la promozione della cultura, dello spettacolo, delle arti creative e della musica. Workshop professionalizzanti, percorsi educativi, networking, tirocini, momenti di aggregazione: un fitto calendario di attività tra il 2020 e il 2021, coordinato dal lavoro in rete degli enti e delle associazioni coinvolte, ovvero i consorzi Wunderkammer e Factory Grisù, l'associazione culturale UnBelDì, Riaperture, Arci Ferrara Aps, 'Senza titolo', Officina Meca Aps, Web radio Giardino, Flauto & variazioni, Arci Bolognesi, Basso Profilo, Ilturco, Biblioteca popolare Giardino, MusiJam, Contrarock, FerraraOff.
Il circuito di Ferrara Contemporanea si presenta dunque con gli Open Days: tre giorni con i riflettori puntati sui luoghi del contemporaneo a Ferrara. Un'esperienza pilota per mettere alla prova il proprio talento e la propria creatività confrontandosi con le realtà operanti sul territorio.

In programma,

Venerdì 28 febbraio, una visita guidata all'arte contemporanea in città ed un workshop dell'artista Simone Carraro, dedicato ad una classe del Liceo Artistico Dosso Dossi, a cura di 'Senza titolo' e Basso Profilo. Sarà sempre Simone Carraro a realizzare pubblicamente un'opera, presso la sede del Canoa Club Ferrara, dalle 14 alle 18 di venerdì e per tutta la giornata di sabato 29. Il pannello terminato verrà presentato in occasione delle celebrazioni finali degli Open Days, domenica 1 marzo, e regalata alla città.

La prima giornata Open terminerà con Hug the Dj, un focus sulla musica elettronica a cura de Ilturco: Ckrono e Marcello Farno si raccontano presso Wunderkammer dalle 18.30 alle 19.30. L'incontro è riservato ad 80 partecipanti, su iscrizione. Seguirà un djset aperto al pubblico con aperitivo.

Sabato 29 febbraio sarà il turno della Biblioteca Popolare Giardino con i suoi incontri denominati Dalle Carte all'arte: il primo, dedicato ad una classe del Liceo Carducci e guidato da Chiara Tarabotti, sarà incentrato sulla scrittura drammaturgica creativa; dalle 15.30 alle 17.30 sarà invece il turno di Irene Catani con un laboratorio di lettura espressiva e animata per bambini, aperto a massimo 12 iscritti nella sede della Biblioteca Popolare Giardino, in viale Cavour 183.

Sempre sabato, dalle 14 alle 18, a Factory Grisù e a cura di Riaperture, La Fotografia- a scuola di bellezza: due laboratori di fotografia in contemporanea, divisi per fascia d'età (15-18, 19-34), volti all'approfondimento delle tecniche basilari di selezione dell'immagine, secondo l'istinto, ma orientati alla costruzione della consapevolezza e all'acquisizione di alcuni strumenti che possano sancire la differenza, estetica ed emotiva, tra uno scatto semplice ed uno ragionato.

A Factory Grisù, dalle 15 alle 18, anche Barbacane, laboratorio di riuso creativo a cura di UnBelDì, dedicato sempre a 15 partecipanti su iscrizione.

Gli OpenDays terminano domenica 1 marzo con un momento collettivo di restituzione presso Wunderkammer. Dalle ore 11.30 alle 15, Finissage + Brunch, un'occasione per confrontarsi sui laboratori e per constatarne gli esiti.

Durante la giornata, fino alle 16.30, sarà possibile, non solo ammirare l'opera di Simone Carraro, ma anche visitare l'esposizione Dragonfly Watching, mostra di prototipi realizzati durante un laboratorio di concept design del Dipartimento di Architetture dell'Università di Ferrara (scheda sinossi allegata) - docenti del corso sono l'arch. Sabina Betti e l'arch. Ivano Vianello. Il modulo di graphic design è stato curato dalla designer Laura Bortoloni.

Si concluderà alle 17.30 Dalle Carte all'arte: laboratorio di legatoria a mano il terzo incontro a cura di Biblioteca Popolare Giardino, che prenderà il via alle 9.30 della mattina del medesimo giorno, presso la Legatoria Antolini di via Aldighieri 29, e che tratterà le tecniche di legatura a mano, sotto la conduzione di Franco Antolini, per massimo 10 iscritti;

Tra brevi workshop ed incontri, Ferrara Contemporanea delinea i contorni del suo fermento culturale invitando alla partecipazione attiva.

Tutte le attività sono gratuite.
Per info e iscrizioni www.ferraracontemporanea.it o info@ferraracontemporanea.it.

 

Immagini scaricabili:

La presentazione degli Open Days a Grisù - Ferrara, 21 febbraio 2020