Comune di Ferrara

martedì, 02 giugno 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nuova Ordinanza che obbliga l'uso di mascherine nei locali aperti al pubblico

EMERGENZA CORONAVIRUS - Nota del sindaco Alan Fabbri del 6 aprile 2020 - ORDINANZA

Nuova Ordinanza che obbliga l'uso di mascherine nei locali aperti al pubblico

06-04-2020 / Giorno per giorno

EMERGENZA CORONAVIRUS, NUOVA ORDINANZA DEL SINDACO FABBRI

"MASCHERINE OBBLIGATORIE PER CHI ENTRA NEI NEGOZI, NEI SUPERMERCATI E IN QUALSIASI LOCALE APERTO AL PUBBLICO"

"Da domani, in tutto il territorio cittadino, sarà obbligatorio indossare la mascherina per entrare nei negozi, nelle farmacie, nei supermercati e all'interno di qualsiasi ufficio o locale aperto al pubblico. Si tratta di un'ulteriore misura per contrastare quanto più possibile la diffusione del virus: Ferrara è una realtà virtuosa per il basso numero di contagi e vogliamo che rimanga tale".

Questo il tema dell'ordinanza sindacale contingibile e urgente sottoscritta, oggi, dal sindaco di Ferrara, Alan Fabbri. Il documento entrerà in vigore domani, martedì 7 aprile 2020, e rende obbligatoria la copertura di naso e bocca per l'accesso a qualsiasi locale aperto al pubblico come misura ulteriore di contenimento del contagio da Covid 19, oltre alle altre norme già prescritte dall'Istituto superiore di sanità come il distanziamento sociale, l'igienizzazione delle mani, eccetera.

"Abbiamo deciso di istituire l'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi frequentati dal pubblico per contribuire a combattere ulteriormente la diffusione del contagio da Covid 19. Fino ad oggi Ferrara, anche grazie alle buone prassi adottate e al grande impegno dei cittadini nel rispettare le regole, si è distinta a livello regionale per il basso numero di contagiati e vogliamo mantenere questo trend positivo - spiega il sindaco -. Anche in altre Regioni sono numerose le realtà che in queste ore stanno adottando questo provvedimento precauzionale utile a garantire a tutti una tutela in più. L'obbligo, infatti, va inteso come misura aggiuntiva a tutte le altre già previste e sarà valido fino a quando non verrà stabilito il contrario con una nuova ordinanza".

E il sindaco aggiunge "Come abbiamo dimostrato con la distribuzione gratuita di 150.000 mascherine acquistate dal Comune, siamo ben consapevoli della difficoltà di reperire protezioni idonee in questo momento: chi non ne possiede una può utilizzare altre soluzioni per rispettare l'ordinanza, l'importante è che naso e bocca di tutti siano ben coperti nel momento in cui si entra in un qualsiasi locale aperto al pubblico".

Per chi non rispetterà le misure di contenimento previste dall'ordinanza è prevista una sanzione amministrativa di una somma che va dai 400 ai 3.000 euro.

Immagini scaricabili:

mascherina

Allegati scaricabili: