Comune di Ferrara

domenica, 07 giugno 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Commissione consiliare di indagine sugli affidi dei minori: posticipato a fine 2020 il termine per la presentazione della relazione al Consiglio

CONSIGLIO COMUNALE - Proroga dovuta alla sospensione delle attività prescritta dalle misure anti-Covid

Commissione consiliare di indagine sugli affidi dei minori: posticipato a fine 2020 il termine per la presentazione della relazione al Consiglio

30-04-2020 / Giorno per giorno

Sarà prorogato al 31 dicembre prossimo il termine per la presentazione al Consiglio Comunale di Ferrara della relazione della Commissione Consiliare di indagine sugli affidi dei minori. A prevederlo è una delibera passata al vaglio della Giunta municipale, che dovrà ora essere approvata dallo stesso Consiglio. Il precedente termine fissato al 30 aprile 2020 non potrà essere rispettato a causa della sospensione delle attività della Commissione, dovuta alle prescrizioni governative per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid 19.

La presidente della Commissione, Catia Pignatti, ha inoltre presentato in questi giorni le dimissioni dal proprio ruolo, per ragioni personali, mantenendo tuttavia quello di componente della Commissione stessa, che non cambia quindi la propria composizione. Per poter procedere alla designazione del nuovo presidente occorrerà ora attendere la prima seduta di Consiglio comunale 'in presenza' per poter procedere alla votazione a scrutinio segreto (non realizzabile con le attuali modalità di svolgimento delle sedute in videoconferenza).

Istituita nel novembre 2019, la Commissione ha il compito di approfondire il tema dell'approccio, della gestione e del supporto attivati da parte dei Servizi sociali del Comune di Ferrara nei confronti delle famiglie con minori, oggetto di segnalazione; analizzare le prassi e le procedure utilizzate per la valutazione dei casi e in particolare per quelli per i quali è stato proposto l'allontanamento  urgente; valutare le modalità, i tempi e gli esiti degli affidi e dei collocamenti  in struttura, su provvedimento del Tribunale dei Minorenni; rilevare gli aspetti economici correlati al sistema dei minori "allontanati"; e individuare eventuali nodi critici nel sistema applicativo delle procedure previste dalla Legge e proporre agli organi competenti le opportune modifiche legislative.