Comune di Ferrara

domenica, 31 maggio 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Dal Comune un sostegno al progetto 'Parco sicuro' per offrire ai cittadini disabili un'area verde protetta, durante l'emergenza Coronavirus

GIUNTA COMUNALE 2/2 - Seduta del 5 maggio 2020. L'assessore Coletti: "Un'opportunità e una risposta alle esigenze espresse dalle famiglie"

Dal Comune un sostegno al progetto 'Parco sicuro' per offrire ai cittadini disabili un'area verde protetta, durante l'emergenza Coronavirus

05-05-2020 / Giorno per giorno

Un'area verde destinata, per l'intera durata dell'emergenza sanitaria da Covid 19, alle persone con disabilità che hanno l'esigenza di uscire dalle loro abitazioni e fruire di uno spazio verde, in condizioni di sicurezza sanitaria. Con il progetto 'Parco sicuro', che vede il sostegno del Comune di Ferrara anche con un contributo di 1.500 euro, il 'Parco della Vita' di via Canapa si mette a disposizione per accogliere cittadini disabili e loro familiari. Promotore del progetto è il Comitato Ferrarese Area Disabili che, assieme al Gruppo Sportivo Terapeutico Anffas, concessionario dell'area verde comunale, ha chiesto la collaborazione del Comune, confermata ufficialmente oggi dalla Giunta municipale, per la realizzazione dell'iniziativa.

"L'intento - come spiegato dall'assessore Cristina Coletti - è quello di far fronte, in particolar modo, a quelle situazioni in cui il prolungarsi dell'emergenza sta creando problemi per le relazioni familiari e per la capacità di "prendersi cura" delle persone con disabilità da parte delle famiglie. Con la chiusura delle scuole e di diversi servizi assistenziali, domiciliari e non, sono venute meno, infatti, tutte quelle attività di socializzazione che in precedenza consentivano alle persone con disabilità una quotidianità ricca di impegni e attività. Questi importanti cambiamenti di vita e di abitudini hanno fatto emergere dinamiche familiari nuove e faticose e difficoltà di gestione della situazione da parte delle famiglie, che si sono trovate a dover provvedere in autonomia a un impegno di cura reso più gravoso e difficile dalle attuali limitazioni imposte dall'emergenza sanitaria. Con questo progetto speriamo quindi di offrire un'opportunità in più di sollievo e di svago per sia per le persone disabili che per i loro familiari".

Affinché il progetto si svolga nel rispetto di tutte le misure ad oggi previste per contrastare la diffusione del contagio, i promotori garantiranno la presenza di volontari, adeguatamente formati, per l'apertura del parco 4 giorni alla settimana per otto ore in due turni giornalieri; provvederanno, inoltre, alla sanificazione dei locali dei bagni e allo sfalcio e raccolta dell'erba, e predisporranno un sistema di prenotazione degli accessi per assicurare che non si verifichino assembramenti.

Il Comune, contribuirà oltre che con la somma di 1.500 euro da destinare all'acquisto dei dispositivi e del materiale indispensabili per il contrasto alla diffusione epidemiologica (mascherine, gel disinfettante, guanti protettivi e prodotti per la sanificazione delle superfici), anche assicurando, per tutta la durata del Progetto Parco sicuro, la presenza di almeno un componente della Protezione civile o del Corpo di Polizia Locale, per garantire la sicurezza ed il corretto afflusso all'area.

"Come Comitato Ferrarese Area Disabili - spiega il portavoce Carlos Dana - abbiamo proposto questo progetto perché avevamo ricevuto segnalazioni di famiglie con persone sofferenti di disabilità psichiche che avevano l'esigenza di frequentare un luogo protetto, non una sorta di 'ghetto' o 'riserva indiana', dove trascorrere il tempo libero fuori dalle proprie case in totale sicurezza e nel rispetto delle regole e norme attualmente in vigore. Abbiamo individuato il Parco della vita gestito da Anffas e abbiamo subito raccolto il sostegno concreto del Comune di Ferrara. Appena sarà tutto pronto dal punto di vista organizzativo e logistico, faremo ampia comunicazione a tutte le famiglie interessate e alla cittadinanza delle giornate e degli orari di apertura".

Per permettere l'avvio dell'iniziativa, il 'Parco della vita' è stato inoltre inserito tra le aree verdi cittadine riaperte con l'ordinanza del Sindaco (4-5-2020) che ha revocato parte delle chiusure decise in conseguenza dell'emergenza sanitaria.

 

 

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell'Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all'indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818