Comune di Ferrara

lunedì, 30 novembre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Buoni spesa, via ai rimborsi per i commercianti che hanno aderito all'iniziativa

POLITICHE SOCIALI - L'ass. Coletti: progetto realizzato tutto dal Comune con l'apporto delle associazioni di categoria

Buoni spesa, via ai rimborsi per i commercianti che hanno aderito all'iniziativa

07-05-2020 / Giorno per giorno

Via ai rimborsi per i negozianti che hanno aderito alla convenzione per garantire l'acquisto di generi alimentari e di prima necessità ai destinatari dei Buoni spesa distribuiti dal Comune di Ferrara. L'assessorato alle Politiche sociali ha predisposto l'invio del modulo ai titolari degli esercizi commerciali per la rendicontazione mensile dei Buoni spesa, assegnati per sopperire alle difficoltà in cui si sono trovati famiglie, lavoratori precari e cittadini privi di ammortizzatori sociali, per i quali il lockdown causato dell'emergenza Covid-19 ha significato rimanere senza risorse per i fabbisogni primari.
"I punti vendita che hanno aderito all'iniziativa - dice l'assessore alle Politiche sociali Cristina Coletti - sono 64, distribuiti tra la città e le frazioni. La realizzazione del progetto è stata fatta con l'importante apporto delle associazioni di categoria (Ascom Confesercenti, Cna Confartigianato, Lega Coop e Confcoop), che hanno coinvolto una rete capillare di attività commerciali. Tutta l'organizzazione è stata gestita direttamente dal Comune insieme con Asp (Centro servizi alla persona) senza affidarsi a ditte specializzate nell'erogazione di buoni-spesa. In questo modo la somma stanziata per il contributo ha potuto essere destinata interamente ai cittadini senza aggravio di spese di gestione, e in più molte attività commerciali hanno potuto praticare ulteriori sconti e in alcuni casi anche integrare il buono con una percentuale di valore aggiuntivo".

Per avere il rimborso, ora per i negozianti che hanno aderito all'iniziativa sarà sufficiente compilare il modulo di rendicontazione indicando i relativi dati bancari e allegando i Buoni spesa ricevuti. Non occorre alcuna fattura elettronica (o di altra tipologia) né gli scontrini, ma semplicemente i buoni cartacei ricevuti alle casse. Il Comune si impegna a liquidare le somme nel più breve tempo possibile e comunque entro 30 giorni dalla ricezione della documentazione.

Nella foto - scaricabile in fondo alla pagina - la assessore Cristina Coletti in videoconferenza con le associazioni per Buoni spesa

Immagini scaricabili:

La assessore Cristina Coletti in videoconferenza con le associazioni per Buoni spesa La assessore Cristina Coletti in videoconferenza con le associazioni per Buoni spesa