Comune di Ferrara

domenica, 27 settembre 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Emergenza Coronavirus e modalità di accesso agli specchi d'acqua per la pratica sportiva individuale

ASSESSORATO ALLO SPORT - Maggi: "Predisposto un documento per consentire da subito gli allenamenti in sicurezza"

Emergenza Coronavirus e modalità di accesso agli specchi d'acqua per la pratica sportiva individuale

11-05-2020 / Giorno per giorno

Per consentire l'attività sportiva e gli allenamenti in sicurezza negli specchi d'acqua, l'Assessorato allo Sport del Comune di Ferrara ha predisposto in questi giorni un documento che ne disciplina le modalità di accesso alle strutture per atleti, tecnici e accompagnatori di minori e il richiamo alle norme di sicurezza, come l'utilizzo di presidi di protezione e il distanziamento sociale.

"Ho elaborato insieme ai tecnici dell'Assessorato allo Sport del Comune di Ferrara - spiega l'assessore comunale Andrea Maggi - le indicazioni operative utili in particolare alle società sportive del territorio per venire in contro alle esigenze espresse e procedere alla tempestiva ripresa anche delle attività anche di allenamento su specchi d'acqua all'aperto.

Nel documento, che fa riferimento ai decreti e alle direttive ministeriali, alle raccomandazioni delle Federazioni sportive e all'ordinanza regionale (n. 75 del 6 maggio 2020), tra l'altro si stabilisce che: "(...) è consentito l'accesso agli specchi d'acqua all'aperto per lo svolgimento delle attività sportive acquatiche a condizione che siano svolte singolarmente o con accompagnatore di minori o di persone non autosufficienti. Nelle relative aree di accesso è fatto obbligo ai frequentatori di mantenere il distanziamento sociale di almeno un metro ed indossare mascherine e guanti monouso. Nei centri sportivi gli spogliatoi e le docce dovranno rimanere chiusi e gli operatori sportivi, muniti di mascherine e guanti monouso, disciplineranno gli accessi in acqua e nei rimessaggi vigilando sul divieto di assembramento e sul rispetto del distanziamento personale.
E' consentita solo l'attività individuale mantenendo la distanza di almeno due metri tra gli atleti durante la pratica sportiva. E' fatto obbligo di osservare scrupolosamente le disposizioni emanate dalle rispettive Federazioni sportive del CONI. (...)"

Per quanto riguarda l'attività agonistica le linee guida comunali rimandano "alle norme delle singole Federazioni relativamente alla validità delle certificazioni medico sportive. Per ogni altro chiarimento si fa riferimento a quanto pubblicato sul sito internet della Regione Emilia Romagna all'indirizzo https://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus/domande-frequenti-sugli-spostamenti#attivit--motoria . Le linee guida elaborate verranno condivise nella prossima riunione di Giunta comunale.

 

Allegati scaricabili: