Comune di Ferrara

martedì, 27 ottobre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Ferrara riorganizza le distese: Cosap azzerata e +50% di spazio per bar, pub e ristoranti

GIUNTA COMUNALE - Lunedì 18 maggio via libera a tutte le attività. Il sindaco Fabbri: ampliamento di dehor ed aree pedonali

Ferrara riorganizza le distese: Cosap azzerata e +50% di spazio per bar, pub e ristoranti

12-05-2020 / Giorno per giorno

EMERGENZA CORONAVIRUS, FERRARA RIORGANIZZA LE DISTESE: COSAP AZZERATA E +50% DI SPAZIO PER BAR, PUB E RISTORANTI
IL SINDACO FABBRI: "LA REGIONE CI HA ASCOLTATI, MA IL GOVERNO E' ANCORA LENTO: NOI PARTIAMO CON LA RIORGANIZZAZIONE"

"Accogliamo con positività il via libera alla riapertura il 18 maggio per tutte le attività e siamo orgogliosi di aver contribuito, come città, a dettare la linea regionale. Ora, però, servono urgentemente le linee guida per ripartire mentre il governo, appoggiato da Pd e 5 Stelle, ancora una volta si dimostra lento e inadeguato. Ferrara, però, non aspetta: Cosap azzerata per tutto il 2020 e via più spazio per bar pub e ristoranti". Così il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, commenta la notizia del via libera del governo alla riapertura di tutte le attività lunedì 18 maggio.

"Già una settimana fa - aggiunge il sindaco - con una ordinanza poi bloccata dalla Prefettura, avevamo segnalato come Comune la necessità di riaprire tutte le attività e, oggi, siamo lieti di sapere che il presidente della Regione, Sefano Bonaccini, ha fatto propria la nostra linea. Riteniamo però molto grave che, a fronte di questa decisione, che riguarda solo a Ferrara migliaia di attività, non esistano ancora linee guida necessarie a ripartire in sicurezza. Noi, invece, non rallentiamo e siamo già pronti per ampliare in modo organizzato gli spazi esterni dei locali pubblici".

La giunta del Comune di Ferrara ha emanato, oggi, con un orientamento di le linee guida per la riorganizzazione delle distese esterne dei bar, dei pub e dei ristoranti che prevede l'azzeramento del canone di occupazione di suolo pubblico e l'utilizzo per ogni locale di più spazio esterno per posizionare i tavolini a distanza di sicurezza uno dall'altro.

L'orientamento prevede innanzitutto l'azzeramento del canone di occupazione di suolo pubblico (Cosap) per tutte le aree per tutto il 2020 e delinea procedure semplificate per l'ampliamento.

In particolare, chi ha già una distesa autorizzata, potrà richiedere l'ampliamento fino ad un massimo del 50% in più e anche la nuova area sarà concessa in modo gratuito ed esentata completamente dal pagamento del canone di occupazione di suolo pubblico per tutto l'anno in corso.

Le richieste di estensione delle distese dovranno essere inviate al Servizio Commercio del Comune, all'indirizzo commercio@cert.comune.fe.it con allegata la planimetria dell'area che si intende utilizzare per l'ampliamento, che sarà autorizzato dopo averne verificato la compatibilità con le esigenze della sicurezza stradale e avrà valore fino al 31 dicembre 2020. Anche chi attualmente non dispone di una concessione di occupazione di suolo pubblico per una distesa, può fare domanda e ottenerla,in quanto legata alle esigenze di tutela della salute pubblica collegate alla Fase 2 dell'emergenza.

Per dare più spazio ai tavolini, alle persone che passeggiano e lasciare anche spazi di passaggio per i mezzi di soccorso verrà studiato un ampliamento della pedonalizzazione del centro storico e modifiche alla viabilità che permetteranno una diversa sistemazione dei tavoli all'aperto.

"La volontà del Comune è quella di dare risposte semplici ed efficaci alle attività - spiega l'assessore al Bilancio Matteo Fornasini - per aiutare gli esercenti gravemente danneggiati dalle chiusure. L'azzeramento della Cosap permetterà ai proprietari dei locali di risparmiare quasi 200mila euro complessivi mentre il Comune proverà a garantire in modo semplice ed efficace le migliori soluzioni per un ritorno alla normalità in piena sicurezza.
Cercheremo comunque di organizzare gli spazi in modo armonico e vivibile chiedendo il rispetto di alcuni semplici parametri per l'allestimento e garantendo sempre una buona fruizione della viabilità. I nostri uffici sono al lavoro per dare risposte immediate, anche anticipando eventuali provvedimenti del Governo, per dare concretamente una mano a esercenti e ristoratori in questo difficile momento".